2. La tua linea di vita

Il ricovero in ospedale per un intervento chirurgico così grave potrebbe turbarti. Questa pagina con brevi informazioni è stata preparata per aiutarti ad affrontare il tuo intervento al cuore in sicurezza. Ti verranno fornite informazioni pratiche che ti aiuteranno con le tue aspettative e preoccupazioni prima e dopo l'intervento chirurgico, durante la tua permanenza in ospedale. Il tuo approccio consapevole e fiducioso al tuo intervento chirurgico ti aiuterà a recuperare il prima possibile. Negli ultimi anni ci sono stati sviluppi molto importanti nella cardiochirurgia. Ogni anno, circa 25.000 pazienti nel nostro paese e circa 40.000 pazienti nel Regno Unito vengono sottoposti a intervento chirurgico al cuore. Sebbene la cardiochirurgia sia un intervento chirurgico molto importante e rischioso, oggi ha avuto molto successo con il progresso delle conoscenze in chirurgia, cardiologia, anestesia e terapia intensiva. Se i pazienti ei loro parenti sanno abbastanza perché è necessario tale intervento, la natura e il rischio dell'intervento, sarà più facile per la famiglia e il paziente, nonché per il medico e il personale infermieristico che seguono il suo trattamento. Come paziente e famiglia, è importante sapere cosa fare dopo essersi rivolti all'ospedale, al fine di prevenire errori e carenze. Medici, coordinatori medici, infermieri e segretarie del team del tuo chirurgo saranno felici di rispondere alle tue domande. Non esitate a fare domande!

In attesa di un intervento chirurgico

Se fumi, dovresti smettere immediatamente. Se sei un paziente che fuma, parla con il tuo medico sinceramente. In questo caso, le funzioni polmonari dovranno essere valutate attentamente prima dell'intervento chirurgico. Ogni medico con cui hai parlato ti ha informato su quanto sia dannoso il fumo per la salute del tuo cuore. Sai che ogni volta che fumi, le tue arterie coronarie si restringono un po 'di più e il rischio di intasamento aumenta. Inoltre, il danno che si verifica nei tuoi polmoni influisce sulla tua salute in generale in futuro. In particolare, i pazienti che fumano ancora hanno gravi problemi polmonari postoperatori. Smetti di fumare il prima possibile e cerca di sbarazzarti degli effetti del fumo sul tuo corpo, almeno entro il periodo fino all'intervento. Questo periodo è l'ultima opportunità per smettere di fumare. Se sei in sovrappeso, dovresti perdere peso seguendo la dieta il più possibile prima dell'intervento. Il rischio di complicanze postoperatorie nei pazienti in sovrappeso è maggiore rispetto ai pazienti con peso normale. Il personale dietista del nostro ospedale è pronto ad aiutarti a perdere peso e dimagrire a sufficienza fino all'intervento.

Perché ho bisogno di un intervento chirurgico al cuore?

Il motivo per cui si consiglia di sottoporsi a cardiochirurgia è perché è stato deciso che il trattamento del problema rilevato nel cuore a seguito degli esami con metodi come farmaci o angioplastica (PTCA) non sarà sufficiente o possibile. Dovresti sapere che gli interventi chirurgici al cuore sono uno dei metodi di trattamento più sicuri e migliori oggi disponibili. Esistono tre tipi di cardiochirurgia nei pazienti adulti: 1. "Interventi di bypass coronarico" eseguiti a causa di stenosi e occlusione delle arterie coronarie (precedente infarto) 2. "Interventi valvolari" eseguiti a causa di stenosi o insufficienza delle valvole cardiache 3. Fori rilevati tra i due padiglioni auricolari o ventricoli rilevato in età avanzata "anomalie cardiache congenite" come.

Malattie vascolari coronariche

Le arterie coronarie sono le arterie che alimentano il muscolo cardiaco fornendo ossigeno ed energia. Stenosi o blocchi possono verificarsi a causa dell'accumulo di grasso (colesterolo) e calcio sulla superficie interna delle pareti delle arterie coronarie. La percentuale di stenosi determina la gravità e l'urgenza della malattia, nonché la posizione dell'ostruzione (vena principale, uscita dalla vena principale, ecc.). Reclami dei pazienti; Ci possono essere dolori pungenti e brucianti che arrivano al petto durante l'esercizio oa riposo; Un paziente che ha sicuramente bisogno di un intervento chirurgico potrebbe non avere alcun reclamo (ischemia silente). I blocchi acuti nei vasi coronarici possono causare un attacco di cuore (infarto del miocardio), distruggendo la parte del muscolo cardiaco che è alimentata da questa vena. Per questo motivo, i cardiochirurghi sono più felici di operare su pazienti che hanno subito un intervento chirurgico senza infarto cardiaco. Gli interventi di bypass coronarico sono molto comuni nei paesi sviluppati e costituiscono circa il 70-75% degli interventi chirurgici al cuore degli adulti.

Malattie cardiache

Stenosi o insufficienza rilevata in una o più valvole cardiache; la valvola viene trattata riparando (plastica) o cambiando (sostituzione). Il cuore è una potente pompa composta da muscoli forti e pompa continuamente 5-7 litri di sangue disponibile nel corpo a tutto il corpo. Le valvole cardiache sono formazioni che consentono al flusso di essere in una direzione in questo sistema. Ci sono quattro valvole situate tra le camere cardiache: aorta, mitrale, tricuspide e polmonare. Il passaggio del sangue diventa difficile a causa di una stenosi nelle valvole cardiache e, in caso di insufficienza, il sangue che fuoriesce aumenta il carico del cuore. In entrambi i casi, il muscolo cardiaco viene forzato e le camere del cuore si espandono, l'allargamento del cuore, l'insufficienza cardiaca si verifica interrompendo le normali funzioni del cuore. Tra queste valvole, le valvole mitrale e aortica sono le più comuni.

Reclami di pazienti con valvola: È la stanchezza e la mancanza di respiro che si verificano durante gli esercizi. Nelle fasi avanzate, questi disturbi possono verificarsi anche a riposo. In alcuni pazienti la valvola problematica viene ascoltata dal medico e si può facilmente comprendere che vi è insufficienza o stenosi con la caratteristica del soffio proveniente dal cuore. La diagnosi definitiva può essere fatta mediante ecocardiografia e esami cateteri. A volte, anche in presenza di gravi disturbi valvolari che richiedono un intervento chirurgico (come l'insufficienza aortica), il paziente può non avere lamentele. Spesso, solo una delle quattro valvole ha un disagio. In alcuni pazienti possono coesistere 2 o anche 3 problemi valvolari. Nei pazienti con valvola coronarica e problemi coronarici, entrambi gli interventi chirurgici devono essere eseguiti contemporaneamente.

Malattie cardiache congenite

Grazie alla moderna cardiologia oggi disponibile, le cardiopatie congenite vengono diagnosticate prima della nascita (nel grembo materno) o durante l'infanzia e vengono eseguiti interventi chirurgici. Per questo motivo, le malattie congenite sono estremamente rare in età adulta.

Cosa fa il chirurgo?

Il modo più classico per raggiungere il cuore è il metodo in cui lo sterno (sterno) viene aperto al centro. In alcuni metodi speciali, la dimensione e la posizione di queste incisioni variano. Alcuni interventi chirurgici alla valvola e al bypass coronarico possono essere eseguiti con un'incisione di 5-6 cm (finestra). La prima fase della cardiochirurgia consiste nell'arrestare il cuore collegando il flusso sanguigno tra cuore e polmoni a una pompa (macchina cuore-polmone) durante l'intervento. Alcune delle operazioni di bypass coronarico possono essere eseguite sul cuore funzionante.

Ambulatori coronarici di BYPASS

Il principio di base nella chirurgia di bypass è quello di realizzare un ponte di salto con una vena prelevata dalla gamba (safena), dal braccio (arteria radiale), dallo stomaco (arteria gastroepiploica) o dal torace (interna mammaria) davanti al vaso coronarico che è occluso e ristretto. Nelle vene prelevate dal torace, il flusso sanguigno proviene dalla vena che porta al braccio e dalla vena dello stomaco nella vena prelevata dallo stomaco. Le estremità superiori di altri vasi liberi vengono suturate al vaso aortico. Pertanto, con una nuova vena (innesto di bypass), viene assicurato il flusso di sangue che trasporta energia e ossigeno al muscolo cardiaco nell'area della stenosi o dell'ostruzione. Il numero di vasi di bypass eseguiti durante l'intervento chirurgico varia tra 1 e 6. Di solito 2-4 navi vengono bypassate. Le vene utilizzate dal chirurgo durante l'intervento sono le vene del corpo del paziente che non lasciano la carenza quando vengono rimosse. In queste operazioni si preferisce la vena mammaria interna prelevata dal torace, poi l'arteria radiale dal braccio ed infine la vena safena prelevata dalla gamba. Le operazioni di bypass coronarico sono operazioni che possono essere eseguite con un rischio estremamente basso, oltre a fornire sollievo dal dolore nei pazienti con arterie coronarie e prolungare decisamente la durata della vita.

Chirurgia di copertura

Chirurgo in chirurgia valvolare; Poiché aprirà il cuore per raggiungere la valvola malata, il paziente deve fermare il cuore collegando il cuore alla pompa polmonare. In questi interventi, il chirurgo può sostituire la valvola malata con una valvola artificiale, oltre a riparare principalmente le valvole mitrale e tricuspide (plastica). Il principio di base nella chirurgia valvolare è fornire il flusso unidirezionale disponibile nella normale fisiologia. A questo scopo vengono utilizzate coperture in metallo e tessuto. I pazienti con tappi di metallo dovrebbero usare il farmaco chiamato COUMADIN, che previene la coagulazione, per tutta la vita. È sufficiente utilizzare COUMADIN per 3 mesi in pazienti con valvola tissutale. Sebbene le coperture in metallo durino molto a lungo, le coperture in tessuto possono deteriorarsi tra 10-15 anni e potrebbe essere necessario sostituirle. Nella scelta del tipo di valvola da utilizzare, il chirurgo deciderà considerando la vostra età e il desiderio di partorire nelle pazienti di sesso femminile (i pazienti che usano Coumadin non sono autorizzati a concepire). Non esitare a esprimere i tuoi desideri al tuo chirurgo a questo proposito.

Preparazioni chirurgiche

Dopo che tutti gli esami sono stati completati e si consiglia di sottoporsi a un intervento chirurgico, inizieranno i preparativi per l'intervento. Il coordinatore dell'intervento scriverà il tuo nome sulla lista degli interventi, tenendo conto dell'urgenza della tua situazione. La maggior parte dei pazienti non necessita di ricovero urgente per chirurgia cardiaca. Tuttavia, in attesa del tuo intervento, informa il tuo cardiologo, chirurgo o coordinatore di eventuali cambiamenti nelle tue condizioni (come dolore al petto o aumento della mancanza di respiro) senza esitazione. L'appuntamento chirurgico che ti è stato dato può essere posticipato di alcuni giorni a seconda dei pazienti di emergenza e delle condizioni del letto nel reparto di terapia intensiva. All'interno del programma preparato dal coordinatore, riceverai un paper contenente le informazioni generali sulla data del tuo ricovero e sugli esami da fare prima di andare a letto. Salvo circostanze speciali, sarai ricoverato in ospedale il giorno prima della data prevista per l'intervento chirurgico. Nei giorni prima e subito dopo il ricovero, molti medici del team cardiologico e chirurgico esamineranno i tuoi esami e completeranno le tue carenze. In alcuni casi speciali, potrebbero essere necessarie alcune consultazioni speciali come neurologia, reni, diabete e malattie polmonari. La presenza di infezioni e denti cariati nelle gengive è molto importante in termini di causare un'infezione generale dopo l'intervento chirurgico. Prima degli interventi chirurgici alle valvole, negli interventi di bypass coronarico, se l'équipe chirurgica lo ritiene necessario, un dentista dovrebbe esaminarti. Il giorno prima o il giorno del ricovero, il medico curante la esaminerà e verificherà se le sue condizioni generali sono pronte per l'intervento programmato.

Prepararsi per tornare a casa

Le tue ferite: È abbastanza naturale avere una piccola quantità di giallo o sanguinante che trasuda dalla gamba e dalla ferita al torace dopo l'intervento chirurgico. Questa situazione migliorerà con medicazioni regolari fatte dal medico e dall'infermiere di servizio. In rari casi, potrebbe essere necessario continuare le medicazioni a casa. In questo caso, sia il medico che l'infermiere ti forniranno le informazioni necessarie. Normalmente, le tue ferite possono rimanere aperte 3 giorni dopo l'intervento.

Prendendo i punti: Le tue ferite sono solitamente cucite esteticamente il più possibile con la tecnica del punto nascosto che può essere assorbito dal corpo. In questo caso, non è necessario rimuovere i punti. Se vengono utilizzati solo punti che non vengono assorbiti dal corpo (come i punti di drenaggio), questi punti vengono rimossi l'8 ° o il 9 ° giorno dell'operazione. Inoltre, il filo di stimolazione, se presente, verrà rimosso prima della scarica.

Ultimo controllo: Il medico di reparto potrebbe chiederti di rinnovare alcuni esami prima di lasciare l'ospedale per tornare a casa. In base a questi risultati, la dimissione potrebbe subire un ritardo di alcuni giorni. Questo non dovrebbe farti preoccupare. L'obiettivo è rimandarti a casa senza problemi.

Prescrizione e farmaci La tua infermiera di servizio ti darà i farmaci che dovresti continuare a prendere quando torni a casa. Il medico ti fornirà anche una prescrizione e una descrizione del farmaco che dovresti assumere. Assicurati di fornire copie di backup dei tuoi farmaci che ti viene chiesto di usare regolarmente. Non interrompere l'assunzione di farmaci senza il consenso del medico. Assicurati di fornire backup per i farmaci che devi bere regolarmente.

Di nuovo a casa Sarà una sensazione molto piacevole essere di nuovo a casa dopo un intervento chirurgico e un periodo di recupero di successo. Tuttavia, quando lasci l'ospedale dove sei meticolosamente assistito e torni a casa, possono svilupparsi alcune preoccupazioni e preoccupazioni. Non è necessario per te e la tua famiglia dispiacervi per questa situazione. L'eccitazione e lo stress del tuo intervento al cuore possono farti reagire in questo modo. Con il passare dei giorni sarai in grado di valutare meglio il tuo sviluppo e aumentare gradualmente le tue attività e responsabilità. Molti pazienti affermano che il loro completo recupero richiede da 3 a 6 settimane dopo l'intervento. È naturale che la caratteristica della cardiochirurgia eseguita sia anche causa di differenza nel periodo di recupero. Inoltre, i pazienti anziani necessitano di un periodo di recupero più lungo rispetto ai pazienti più giovani. L'inevitabile eccitazione del ritorno a casa passerà sicuramente entro 2-3 giorni. Prova a fare gli esercizi a casa come consigliato dal tuo fisioterapista concedendoti un tempo di riposo sufficiente. Mentre sei seduto, allunga i piedi su uno sgabello. Porta con te il cuscino del torace per un po '. Non dimenticare che i farmaci che devi assumere dopo la dimissione dall'ospedale devono essere usati regolarmente. Indossa le calze a compressione graduata che ti sono state date per un mese al mattino e togliti la sera prima di coricarti. Puoi iniziare ad aumentare le tue attività dopo un buon riposo 2-3 giorni dopo il ritorno a casa. Non dimenticare che devi fare esercizi regolari e passeggiate regolari.Quando il tempo è appropriato, esci con un amico e inizia a camminare per 15 minuti al mattino e alla sera. Esercizi di respirazione profonda andando all'aria aperta ti aiuteranno a recuperare e il tuo morale. Non preoccuparti se senti fastidio al petto, al collo, alle spalle o alla schiena quando inizi ad aumentare la camminata e l'esercizio. Questa è una parte inevitabile del processo di guarigione e diminuirà gradualmente man mano che i muscoli del torace e le ossa guariscono. Inoltre, noterai che ti stanchi rapidamente nei primi giorni delle tue passeggiate, ma vedrai che le tue condizioni aumentano un po 'di più ogni giorno che passa.

Di cosa sei curioso dopo l'intervento chirurgico

Fonte: //www.bingursonmez.com