Gli ambienti chiusi e affollati aumentano il rischio di tubercolosi

Tubercolosi, cioè malattia tubercolare, che si manifesta con sintomi quali tosse persistente, espettorato sanguinante, sudorazioni notturne, perdita di appetito, perdita di peso e debolezza; Si trasmette da persona a persona come risultato della respirazione di goccioline contenenti microbi che si diffondono nell'aria attraverso la tosse. Circa 2 miliardi di persone nel mondo e 12-15 milioni di persone nel nostro paese sono portatrici di germi della tubercolosi. Mentre l'indebolimento del sistema immunitario prepara il terreno per la malattia, l'interruzione del trattamento fa sì che il microbo diventi resistente. Prof. Dott. Metin Özkan ha fornito informazioni sulla malattia della tubercolosi e sui metodi di trattamento prima della "Giornata mondiale della tubercolosi del 24 marzo".

La luce solare e l'ossigeno sono i nemici del micron della tubercolosi

La tubercolosi, nota anche come tubercolosi, è una malattia microbica. Questo germe viene trasmesso da persone sane che respirano le goccioline che contengono microbi che i pazienti emettono quando tossiscono, starnutiscono o talvolta parlano. Non tutte le persone che prendono il microbo non si ammalano necessariamente. Il germe preso può rimanere addormentato nel corpo per anni e può trasformarsi in una malattia quando la resistenza del corpo diminuisce. Si stima che 1/3 della popolazione mondiale sia portatrice di germi di tubercolosi. Il tasso di insorgenza di nuove malattie in questi portatori in Turchia è del 17 su 100.000. Queste goccioline trasportate dall'aria si diffondono più velocemente nelle aree affollate, specialmente in ambienti umidi e chiusi non esposti alla luce solare. Negli ambienti esposti al sole, è improbabile che si diffonda perché i raggi UV causano la rapida distruzione dei microbi. Questi microbi rimangono nel corpo per un certo periodo di tempo e, se la resistenza del corpo diminuisce, di solito possono passare ai polmoni, dopo essere stati introdotti nei polmoni, ad altri organi attraverso il sangue o la linfa. Può raggiungere le ossa, i linfonodi, i reni e talvolta il cervello. Non c'è contaminazione usando bicchieri, cucchiai, piatti usati da una persona affetta da tubercolosi o dal sangue.

Potrebbe esserci dolore ai reni o alle ossa

Poiché i polmoni sono principalmente coinvolti, i sintomi sono anche correlati ai polmoni. Si manifesta con sintomi quali tosse che dura più di 2-3 settimane e non risponde al trattamento, frequente produzione di espettorato, sangue nell'espettorato, febbre anche se non troppo alta, sudorazioni notturne, perdita di appetito, perdita di peso, debolezza, affaticamento e talvolta dolore al petto e alla schiena. Se è coinvolto un organo diverso dal polmone, possono verificarsi sintomi correlati all'organo che coinvolge. Per esempio; sangue nelle urine, dolori renali in caso di coinvolgimento renale; Se sono coinvolti i linfonodi, si può vedere gonfiore dei linfonodi del collo, dell'ascella e dell'inguine. Se è presente un coinvolgimento osseo, possono verificarsi dolore osseo e talvolta anche fratture.

Un test PPD positivo non significa che hai la tubercolosi

Nei pazienti che si rivolgono a un medico con sintomi di tubercolosi, la prima cosa da fare per la diagnosi è eseguire una radiografia del torace. Inoltre, se il paziente produce espettorato, viene eseguita una ricerca di germi nell'espettorato. Esiste anche un "test cutaneo PPD", ma un test cutaneo positivo non significa necessariamente che ci sia una malattia. Mostra solo che hai incontrato il germe della tubercolosi. Considerando che 1/3 dell'intera popolazione è un portatore, è possibile che questo test risulti positivo in molte persone. Ai bambini viene somministrato il vaccino BCG chiamato vaccino contro la tubercolosi 1-2 mesi dopo la nascita. Un test PPD positivo in persone che sono state vaccinate quando erano bambini non significa che la persona sia malata. Poiché i bambini saranno vulnerabili alla tubercolosi se il vaccino non viene somministrato, quando incontrano il germe, il germe può diffondersi a tutti gli organi (tubercolosi miliare) e alla membrana cerebrale (meningite tubercolare), provocando una malattia più mortale.

I medicinali devono essere usati regolarmente e senza interruzioni

Il trattamento della tubercolosi è una questione molto importante che dovrebbe essere eseguita sotto supervisione. Il paziente con diagnosi di tubercolosi viene indirizzato ai centri competenti in ogni regione. Il paziente prende le sue medicine da qui e si sottopone a controlli regolari. Il trattamento della tubercolosi viene iniziato con almeno 4 farmaci e le dosi di questi farmaci vengono regolate in base all'altezza e al peso del paziente. In questo caso, il paziente può inizialmente bere quasi una manciata di farmaci. Questo è un periodo temporaneo di circa 2 mesi. I medicinali devono essere usati continuamente. Nel trattamento, due farmaci vengono ridotti dopo 2 mesi. L'uso di questi farmaci continua per un totale di 6 mesi, circa 4 mesi. Se i farmaci non vengono utilizzati regolarmente e per un lungo periodo, può svilupparsi una resistenza ai farmaci. Questa condizione è più pericolosa del cancro. Anche la tubercolosi, che è diventata resistente ai farmaci, rappresenta un grave pericolo per le persone intorno al paziente. Perché in questo caso, il germe che viene trasmesso è un microbo resistente ai farmaci. È una condizione più pericolosa dell'AIDS e di molte altre malattie microbiche. Il periodo di trattamento nella tubercolosi resistente può essere fino a 2 anni.

Se il trattamento preventivo non viene applicato, progredisce molto rapidamente nei bambini

La tubercolosi è una malattia soggetta a notifica e completamente curabile. In passato, a causa dell'insufficienza di farmaci, si raccomandava ai pazienti di riposare nelle aree forestali oltre al trattamento. Sebbene queste applicazioni siano parzialmente utili per il trattamento, non sono curative. I farmaci utilizzati nel trattamento della tubercolosi possono causare effetti collaterali come nausea e disturbi del fegato. Pertanto, la funzionalità epatica deve essere controllata 1 settimana dopo l'inizio del farmaco. Un altro argomento importante; Dopo la diagnosi di tubercolosi, tutta la sua famiglia e i suoi colleghi più stretti devono essere sottoposti a screening. Questo screening può essere eseguito con una radiografia del torace o un test cutaneo. I bambini che vivono nella stessa casa con una persona affetta da tubercolosi sono tenuti a utilizzare farmaci come trattamento preventivo per 3-6 mesi. Il trattamento preventivo non deve essere trascurato nei bambini. La tubercolosi nei bambini non mostra sintomi immediatamente, come negli adulti, e progredisce molto rapidamente. Le precauzioni dovrebbero essere prese nel primo periodo in modo che la meningite che coinvolge le meningi non si trasformi in tubercolosi o tubercolosi miliare che si diffonde a tutto il corpo.