Prepara lo stomaco per il Ramadan

C'è un grave aumento dei disturbi di stomaco dovuti alla fame per circa 16 ore durante il Ramadan, mangiare troppo e velocemente all'iftar e abitudini alimentari sbagliate. Per superare in modo sano il mese di Ramadan è molto importante preparare lo stomaco a questo periodo.

Gli esperti del dipartimento di gastroenterologia del Memorial Şişli Hospital hanno fornito suggerimenti sui "disturbi di stomaco comuni durante il Ramadan".

Limita i cibi grassi e zuccherini prima del Ramadan

Con il Ramadan che coincide con l'estate di quest'anno, le persone sperimenteranno ore di digiuno. Poiché il sale provoca ritenzione idrica nel corpo, è necessario limitare il consumo di sale per preparare il corpo a questa condizione prima del digiuno. La sete è anche uno dei fattori più importanti che mettono a dura prova il corpo durante il digiuno. Il pensiero di "Riduco il consumo di acqua con alcuni giorni di anticipo in modo da non avere sete durante il digiuno" è una pratica comune ma sbagliata nella società. La restrizione idrica rappresenterà anche una minaccia per la salute in quanto disidraterà il corpo. Anche in questo caso, con qualche giorno di anticipo, è necessario evitare cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri e concentrarsi sul consumo di verdura. Se c'è una malattia cronica, dovrebbe essere digiunata consultando un medico.

Non digiunare se hai un'ulcera

Nei pazienti in cui l'acidità di stomaco è secreta più del normale, lo stomaco è sotto stress, soprattutto per i primi giorni. Pertanto, il digiuno non è raccomandato per le persone con ulcere gastriche e duodenali complicate. D'altra parte, l'attività metabolica sia del fegato che dell'intestino hanno la capacità di adattarsi alla lunga fame durante il Ramadan nel tempo. Il digiuno per le persone senza malattie del fegato non danneggia il fegato, ma nemmeno i pazienti con epatite e cirrosi dovrebbero digiunare.

Assumi farmaci che regolano l'acidità prima del sahur

Il nostro corpo inizierà ad adattarsi alla fame pochi giorni dopo. Con la diminuzione delle secrezioni gastriche dovute alla fame, diminuiscono anche i movimenti dell'apparato digerente. Tuttavia, la secrezione di acido gastrico continua durante il periodo della fame. In condizioni normali, la secrezione gastrica diminuisce gradualmente e il carattere acido si indebolisce durante lunghi periodi di fame. In quelli con problemi di eccesso di acido, la secrezione di acido gastrico può portare ad un aumento delle ulcere gastriche e duodenali o di segni di gastrite esistenti durante la fame a lungo termine. Chi non si lamenta può provare il digiuno; Tuttavia, coloro che hanno problemi con l'eccesso di acido dovrebbero assumere farmaci prima del sahur.

L'esercizio fisico è utile dopo l'iftar

Il nostro corpo esegue la digestione secondo determinati momenti della giornata. L'assorbimento dei nutrienti la sera e la notte non è buono come durante il giorno. Per questo motivo, l'iftar e il cibo in eccesso possono causare gonfiore e disturbi del sonno. Soprattutto nelle persone con disturbi di stomaco e intestinali, i pasti consumati in grandi quantità dopo una fame a lungo termine causano difficoltà digestive. Va mangiato lentamente e ben masticato. Può essere utile fare una passeggiata leggera 1-2 ore dopo l'iftar. L'esercizio dopo il sahur non è molto adatto in quanto causerà perdita di liquidi ed energia e non sarà possibile colmare rapidamente questo divario. In alternativa, è stato suggerito che a seguito di un iftar poco pesante ed esercizio fisico dopo che le carenze di liquidi e calorie del corpo sono state soddisfatte, la digestione sarà più facile. È più vantaggioso per l'organismo esercitarsi la sera quando non c'è sole e la temperatura è relativamente bassa oggi, quando il caldo è molto sentito.