Sii sensibile quando usi antibiotici nelle infezioni del tratto respiratorio superiore

Le infezioni acute del tratto respiratorio superiore sono un'importante causa di perdita di forza lavoro e tempo, soprattutto nei mesi invernali. La metà dei ricoveri negli ospedali di bambini piccoli è dovuta a infezioni del tratto respiratorio superiore (URTI). Nel periodo prescolare, ogni bambino ha URI circa 5-8 volte l'anno.

Gli esperti del dipartimento di orecchio naso gola del policlinico Etiler Memorial hanno fornito informazioni sulle "infezioni del tratto respiratorio superiore e uso di antibiotici".

La carenza nutrizionale e l'esposizione al fumo di sigaretta sono le principali cause di infezioni del tratto respiratorio superiore.

Le infezioni respiratorie acute possono essere suddivise in infezioni del tratto respiratorio superiore e inferiore. Le sindromi di groppa, la bronchiolite acuta, la bronchite acuta e la polmonite possono essere considerate infezioni acute del tratto respiratorio inferiore, poiché la laringe e la regione sottostante sono considerate come tratto respiratorio inferiore. I virus sono responsabili dell'80-90% delle infezioni del tratto respiratorio superiore (URTI). I batteri sono le cause delle infezioni secondarie che modificano e aggravano il quadro clinico. Ci sono alcuni fattori che aumentano la frequenza di URTI. Questi includono uno stato socioeconomico basso (popolazione affollata, carenza nutrizionale), esposizione al fumo di sigaretta, malattie cardiache e polmonari congenite e deficit immunitario (immunitario).

Infezioni delle vie respiratorie superiori (URTI)

Il naso, la faringe e i seni paranasali sono noti come vie aeree superiori. Pertanto, quando vengono menzionate infezioni del tratto respiratorio superiore, vengono in mente nasofaringite (raffreddore), faringotonsillite (tonsillite) e sinusite che coinvolgono quest'area. Poiché l'otite media (otite media) si osserva frequentemente nel corso di queste infezioni nella fascia di età infantile, viene valutata sotto questa voce. L'URTI è molto comune nei bambini di età superiore ai sei mesi, con la scomparsa degli anticorpi dalla madre.

Il raffreddore comune è l'infezione respiratoria acuta più comune

Il comune raffreddore è ciò che viene in mente quando si parla di URI. Informazioni recenti suggeriscono che il comune raffreddore è accompagnato da sinusite. I bambini di solito prendono il raffreddore da cinque a otto volte l'anno (il più delle volte prima dei due anni). È più comune nei bambini che frequentano l'asilo e la scuola. Di solito inizia a settembre e continua fino alla fine di aprile. Più di 200 virus possono causare il raffreddore. A volte i batteri possono creare direttamente questa immagine. Infatti, i batteri di solito si insediano secondariamente a quest'area e possono causare complicazioni come otite media, sinusite, infiammazione dei linfonodi e polmonite. Naso che cola, mal di gola, febbre e tosse costituiscono il quadro tipico. Malattia; Inizia sotto forma di febbre, irrequietezza e starnuti e dopo poche ore inizia il naso che cola. Quindi di solito c'è un naso chiuso. Poiché i bambini piccoli fanno la respirazione nasale, la loro alimentazione diventa difficile a causa della congestione nasale e può verificarsi anche difficoltà respiratoria. La febbre può scomparire in poche ore o durare fino a tre giorni. Negli adulti, il fuoco non si alza molto. Dopo il primo giorno, il naso che cola di solito diventa più scuro. La fase acuta dura 2-4 giorni e poi i sintomi scompaiono. Se la febbre si ripresenta dopo tre giorni, è necessario indagare su complicazioni come l'otite media.

Non è giusto applicare immediatamente gli antibiotici in un semplice raffreddore

Non esiste un trattamento specifico per il comune raffreddore. Poiché è quasi sempre causato da fattori virali, non è necessario somministrare antibiotici ai pazienti. L'inizio immediato degli antibiotici non previene le infezioni batteriche secondarie e fa insediare batteri resistenti in quest'area. I raffreddori comuni hanno spesso uno scarico denso, opaco o colorato. Questa tabella non indica che l'infezione sia batterica. Pertanto, gli antibiotici devono essere utilizzati solo nei casi in cui il quadro clinico non migliora dopo 10 giorni. Nel trattamento possono essere utilizzati farmaci per ridurre la febbre e l'irrequietezza e la soluzione salina per alleviare la congestione nasale. Se le gocce nasali vengono gocciolate 15-20 minuti prima della poppata, facilita l'alimentazione.

Presta attenzione all'uso eccessivo di antibiotici

In effetti, il discorso anonimo di cui sopra, che conferma la frase "la storia riguarda la ripetizione", è un buon esempio di quanto velocemente si stia sviluppando la resistenza agli agenti antimicrobici. A causa dell'uso casuale di antibiotici e della rapida globalizzazione del mondo, si sviluppa una rapida resistenza batterica agli antibiotici ei farmaci scoperti a seguito di lunghe ricerche diventano inutilizzabili entro pochi anni. Con l'uso inconscio di antibiotici, la resistenza di alcuni agenti URTI agli antibiotici è gradualmente aumentata. Nel nostro paese, a causa di motivi quali l'elevato numero di pazienti per medico nei policlinici (insufficiente allocazione di tempo al paziente) e l'uso inadeguato delle strutture di laboratorio, i medici spesso prescrivono in base ai sintomi senza esaminare a sufficienza il paziente. Ciò porta a una diagnosi errata e all'uso eccessivo di antibiotici. I medici a volte preferiscono antibiotici ad ampio spettro piuttosto che antibiotici a spettro ristretto che possono essere sufficienti per quell'infezione con la preoccupazione che "cosa succede se il paziente non migliora".

Non interrompere il trattamento antibiotico a metà

Inoltre, con il miglioramento dei sintomi in pochi giorni, la sospensione del farmaco contribuisce anche allo sviluppo della resistenza batterica. Negli URI (ovviamente anche in altre infezioni), lo sviluppo di resistenza può essere ridotto con un uso razionale degli antibiotici. In uno studio sui bambini della scuola materna, la frequenza dei batteri resistenti è scesa dal 53% al 7%, poiché l'uso di antibiotici è stato ridotto. Per tutti questi motivi, si dovrebbero fornire maggiori informazioni agli studenti sull'uso degli antibiotici nelle facoltà di medicina e la formazione in servizio dovrebbe essere fornita ai medici che lavorano nelle cure primarie a intervalli regolari. In questo modo, viene prevenuta la resistenza agli antibiotici che può svilupparsi e viene fornito un guadagno significativo per l'economia del paese.

Gola e tonsillite

Questi disturbi sono una delle malattie più comuni nella pratica ORL. È più comune tra i 4-7 anni. È molto raro di età inferiore a uno. Nella maggior parte di essi, l'agente eziologico è virale, ma il 15% è costituito da batteri. Con gola e tonsillite; Sintomi come naso che cola, tosse e raucedine generalmente suggeriscono che l'agente è virale. La febbre di solito non è molto alta e le condizioni generali non peggiorano molto. D'altra parte, la condizione generale è peggiore nei fattori batterici, la febbre può salire fino a 40 ° C. Ci possono essere sintomi come mal di testa, dolore addominale e vomito. Le eruzioni cutanee possono essere viste sul corpo. Le ghiandole dolorose sul collo possono essere palpabili.

Infiammazione dell'orecchio medio

È una delle malattie più comuni nell'infanzia. All'età di tre anni, circa l'85% dei bambini ha un episodio di otite media e il 50% ha due o più attacchi di otite media. È più comune nei bambini di età compresa tra 6 e 36 mesi. Il rischio di recidiva è maggiore in coloro che hanno avuto un attacco di otite media prima dell'età di un anno. A causa della breve lunghezza della tromba di Eustachio, la secrezione nasale e della gola ei batteri possono facilmente passare nell'orecchio medio, la carne nasale che chiude la bocca di Eustachio e le frequenti infezioni virali sono i motivi principali che aumentano la frequenza dell'infiammazione dell'orecchio medio.

Di solito, pochi giorni dopo l'inizio di un URI virale, irrequietezza improvvisa, febbre e perdita dell'udito nel bambino suggeriscono l'otite media. La febbre si verifica in circa la metà dei bambini. Nei bambini si possono anche osservare sintomi aspecifici come diarrea e vomito. Pertanto, l'esame dell'orecchio dovrebbe essere parte integrante dell'esame normale in ogni bambino. All'esame, il timpano appare rosso, curvo e ridotto in movimento. Non è molto prezioso avere solo un'eruzione cutanea sul timpano, perché un'eruzione cutanea può essere osservata anche in un bambino che piange. La maggior parte degli studi mostra che sette giorni di trattamento antibiotico sono sufficienti per l'otite media. Se le condizioni del bambino peggiorano o c'è un'immunodeficienza sottostante, deve essere eseguita la timpanocentesi (graffio sul timpano) e gli antibiotici devono essere selezionati in base all'agente. Un farmaco antidolorifico-antipiretico (e gocce nasali con soluzione salina vengono aggiunte al trattamento antibiotico. Pochi giorni dopo la fine del trattamento, è utile rivalutare l'esame dell'orecchio dei bambini. Se c'è del liquido nell'orecchio medio, questi bambini dovrebbero essere indirizzati a uno specialista ORL La profilassi antibiotica è consigliata per coloro che hanno quattro attacchi di otite media entro un mese.

Sinusite acuta

I seni paranasali sono anche coinvolti nella maggior parte delle infezioni acute nell'area nasale. L'infezione può svilupparsi nei seni mascellari (guancia) ed etmoide (radice nasale) dall'infanzia. Tuttavia, poiché i seni frontali (fronte) si sviluppano più tardi, di solito non c'è infezione in quest'area prima dei 10 anni. Allo stesso modo, i seni sfenoidali (base cranica) non sono clinicamente importanti fino all'età di 3-5 anni. I sintomi della sinusite sono generalmente 3-5. si verifica nei giorni. Dopo questa giornata, è prevista una diminuzione dei sintomi di URTI, ma al contrario, febbre oltre i 39 ° C, edema intorno agli occhi e dolore alla guancia, anche se non è comune nei bambini, suggeriscono sinusite acuta. I sintomi di URTI che durano più di 10 giorni dovrebbero anche suggerire una sinusite acuta.

Sebbene la tosse che si manifesta di notte possa essere nel corso dell'URTI, la tosse che persiste durante il giorno generalmente suggerisce una sinusite acuta. Il mal di testa non è comune nei bambini. Durante l'esame della gola si può osservare gocciolamento postnasale. La comparsa di secrezioni di colore giallo-verde scuro all'esame nasale indica l'infezione dei seni. Sebbene le radiografie dei seni siano spesso eseguite a scopo diagnostico, a volte possono causare interpretazioni errate. Tuttavia, poiché la sinusite acuta può essere diagnosticata erroneamente durante il corso di infezioni virali acute, si dovrebbe prestare molta attenzione quando si interpretano le radiografie dei seni. Il trattamento antibiotico viene applicato per 14-21 giorni.