Il fumo passivo aumenta il rischio di cancro ai polmoni del 20-30 percento

Tra le cause del cancro ai polmoni, che è uno dei tipi di cancro più temuti, la dipendenza dal fumo ei fattori ambientali sono in cima. L'85% dei casi di cancro ai polmoni è direttamente correlato al fumo e il cancro ai polmoni è più comune nei paesi con alti tassi di fumo. Anche il fumo passivo aumenta il rischio di cancro ai polmoni del 20-30%. L'incidenza del cancro al polmone sta diminuendo nei paesi che lottano contro il fumo. Prof. Dott. Mustafa Yaman ha fornito informazioni sul cancro del polmone e sui metodi di trattamento nel "mese del cancro ai polmoni".

Il cancro ai polmoni è un cancro prevenibile

Il sintomo più importante del cancro ai polmoni è la tosse cronica. Uno specialista in malattie del torace dovrebbe essere consultato in caso di tosse cronica che non può essere spiegata per motivi come l'infezione del tratto respiratorio superiore che supera le tre settimane. Se la persona ha più di 40 anni e ha una storia di fumo, il pneumologo chiederà sicuramente una radiografia del torace per questo paziente e valuterà se ci sono segni di un tumore. Se la persona non fuma, viene effettuata una valutazione in base al suo stato professionale e ai fattori ambientali.

Il gas radon è la causa del cancro ai polmoni

Il cancro ai polmoni correlato al fumo e il cancro ai polmoni non fumatori sono diversi l'uno dall'altro. Gli effetti ambientali possono anche causare il cancro ai polmoni. Fattori come l'inquinamento atmosferico, il fuoco di carbone, alcuni combustibili usati per cucinare, il gas radon e l'amianto aumentano anche il rischio di cancro ai polmoni. Il gas radon, che sale in superficie da fonti naturali e si accumula nelle case ed è noto per avere un effetto cancerogeno, è tra le principali cause di cancro ai polmoni. Il gas radon è un gas inodore e insapore che tende ad accumularsi in ambienti chiusi. Le regioni in cui il gas radon è concentrato in Turchia sono indicate nella mappa del gas radon predisposta dall'Autorità turca per l'energia atomica. Uno dei fattori che causano il cancro ai polmoni è l'amianto. L'amianto si trova densamente in alcune regioni dell'Anatolia. Il cancro ai polmoni può verificarsi a causa dell'inalazione di fibre di amianto a causa dell'esposizione ambientale all'amianto. Poiché le particelle inalate sono in piccola quantità, i loro effetti emergono in un periodo successivo.

Può essere diagnosticato precocemente con la tomografia computerizzata a basse radiazioni.

Le persone di età superiore ai 50 anni che fumano e non hanno alcun reclamo dovrebbero sottoporsi a tomografia computerizzata una volta all'anno. La tomografia computerizzata a basse radiazioni è uno dei metodi che forniscono la prima diagnosi di cancro ai polmoni. Se una persona ha fumato un pacchetto al giorno per 30 anni o 2 pacchetti al giorno per 15 anni, ha smesso di fumare ma non ha smesso di fumare da 15 anni e ha un'età compresa tra 55 e 75 anni, c'è il rischio di cancro ai polmoni . Soprattutto se a questi pazienti viene diagnosticata la BPCO, il rischio di cancro ai polmoni è ancora più alto. Se le persone in questo gruppo a rischio si sottopongono a una tomografia computerizzata a bassa radiazione una volta all'anno, si possono notare noduli nel periodo molto precoce.

Non tutti i noduli sono cancro

Non tutti i noduli visti nella tomografia computerizzata significano cancro ai polmoni. Questi noduli hanno una serie di caratteristiche. La diagnosi definitiva viene fatta dai consigli oncologici formati da pneumologi, radiologi, patologi e chirurghi toracici. I pazienti vengono seguiti in questi consigli sul cancro. Se necessario, viene eseguita la PET-TC. Se il nodulo si trova in un punto in cui è possibile raggiungerlo, viene eseguita una biopsia dalla trachea con un broncoscopio. Oppure, una diagnosi completa viene effettuata eseguendo biopsie chiamate biopsia con ago sotto tomografia computerizzata entrando attraverso la parete toracica.

Il trattamento è pianificato in base al tipo e allo stadio del cancro

Cancro ai polmoni; È diviso in due grandi gruppi come cellula piccola e cellula non piccola. E questi tumori hanno alcune caratteristiche genetiche. Il gruppo dovrebbe essere diagnosticato e il trattamento dovrebbe essere programmato di conseguenza. Il cancro del polmone catturato in una fase iniziale è chiamato cancro del polmone in stadio 1 e il tasso di guarigione è molto alto. Nella prima fase del cancro del polmone, la chirurgia è la migliore opzione di trattamento perché non si è diffuso alla linfa e non metastatizza. Tuttavia, se la persona ha un altro problema polmonare o un grave problema cardiaco, non può ottenere l'anestesia generale, quindi non c'è possibilità di intervento chirurgico e l'intervento chirurgico non è possibile.

È possibile applicare la radioterapia locale a pazienti che non hanno opzioni chirurgiche. Le cellule cancerose possono essere distrutte catturando il tumore nel polmone con raggi di radiazioni e facendo un colpo mirato.

L'immunoterapia dà risultati di successo ...

Un altro metodo di trattamento è l'immunoterapia, in altre parole, l'attivazione del meccanismo di protezione naturale del corpo. Le cellule chiamate linfociti sono responsabili dell'immunità. I linfociti attaccano tutto ciò che è estraneo, l'antigene che entra nel corpo, così come attaccano le cellule tumorali che si tolgono di mezzo e cercano di distruggerle. Grazie a questi metodi di trattamento, l'aspettativa di vita nella fase 4, i tumori polmonari diffusi può anche essere prolungata.