Chiedendosi sul trapianto di organi e sulla donazione

Centinaia di persone muoiono ogni anno in Turchia a causa di insufficienza cronica d'organo. Il trattamento più efficace per l'insufficienza d'organo è il trapianto di organi. Tuttavia, idee sbagliate comuni e pratiche inconsce possono mettere i pazienti in pericolo di vita. Gli esperti del Dipartimento Onorario del Centro Trapianti di Organi dell'Ospedale Memorial Şişli hanno risposto alle curiose domande sul trapianto e sulla donazione di organi.

Chi e perché viene eseguito il trapianto di organi?

Il trapianto di organi viene eseguito su pazienti con insufficienza d'organo cronica. Questi pazienti rischiano di morire se non viene trovato alcun organo. Sebbene sia possibile per i malati renali vivere grazie alla dialisi, questa vita significa tempi difficili a causa della macchina. La durata della vita di questi pazienti è notevolmente ridotta. Quando viene eseguito il trapianto di organi, i pazienti possono continuare la loro vita come individui sani. Circa 70mila persone in Turchia necessitano di trapianto di organi per continuare la loro vita in modo sano. Tuttavia, oggi, a causa della scarsa quantità di donazioni, i trapianti di organi vengono effettuati da vivente a vivente, non da cadaveri, cioè da persone che hanno perso la vita. Guardando i numeri, la Turchia è al primo posto in Europa nei trapianti di esseri viventi e l'ultima nei cadaveri. È molto importante creare la necessaria consapevolezza sociale sulla donazione di organi e aumentare i trapianti da cadaveri.

L'integrità del corpo della persona i cui organi sono stati donati si romperà?

La rimozione degli organi dal cadavere viene eseguita con la stessa cura di qualsiasi intervento chirurgico vivente. Dopo che gli organi sono stati rimossi, vengono cuciti con punti estetici, se possibile, e viene prestata grande attenzione per evitare danni al cadavere. Quei corpi sono sacri per i medici che conoscono molto bene il valore degli organi e meritano grande rispetto.

Ci sono rischi di pericolo di vita per il donatore nei trapianti live-to-living?

I donatori di organi viventi sono sottoposti a un processo di test molto dettagliato. Ci sono molte valutazioni mediche dopo analisi ed esami medici. Se tutti i risultati sono positivi e non viene rilevato alcun ostacolo alla donazione a seguito delle valutazioni dei medici, la persona può diventare un donatore di organi.

Esiste un limite di età per il trapianto e la donazione di organi?

Non ci sono limiti di età per il trapianto e la donazione di organi. Potrebbe essere possibile utilizzare organi di tutte le età e condizioni per riceventi potenzialmente letali.

Gli organi donati possono essere venduti a qualcun altro con denaro?

Nessun beneficio finanziario può essere ricavato dalla donazione di organi. Quando gli organi di una persona vengono donati dopo la sua morte, entra in gioco un sistema di coordinamento. Secondo questo sistema, gli organismi vengono notificati al Centro di coordinamento regionale (BKM) del Ministero della salute e da lì al Centro nazionale di coordinamento (UKM). La distribuzione degli organi ai centri è determinata a seguito di tali notifiche.

Secondo le leggi sul trapianto di organi, i parenti fino al quarto grado possono donare organi. Le richieste di donazione di organi di parenti e non parenti più lontani sono valutate dal Comitato Etico del Ministero della Salute di ciascuna provincia. I trapianti di organi ritenuti opportuni dal Comitato Etico vengono effettuati dalle istituzioni sanitarie.