Attenzione alla carenza di iodio dal grembo materno!

La mancanza di iodio, necessaria per una vita sana, può portare a molti problemi di salute, in particolare alla tiroide. Prevenire i problemi di salute che possono sorgere a causa della carenza di iodio è possibile con il supporto di iodio nell'utero. Prima della "Giornata mondiale della carenza di iodio del 21 ottobre", il prof. Dott. Erol Bolu ha fornito informazioni sugli effetti della carenza di iodio sul corpo e sulle precauzioni da prendere.

Un'adeguata assunzione di iodio è molto importante per la salute di tutto il corpo

Lo iodio, sostanza essenziale per la produzione degli ormoni tiroidei, è un microalimento che può essere assunto con cibo o acqua. L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda 150 microgrammi al giorno per gli adulti, 200-250 microgrammi per le donne incinte e le madri che allattano e 50-120 microgrammi per i bambini. Lo iodio in eccesso viene escreto dal corpo nelle urine. Per questo motivo, lo iodio escreto nelle urine quotidiane è in realtà l'indicatore dello iodio assunto dalle persone nelle ultime 24 ore.

Se l'assunzione giornaliera di iodio scende al di sotto di 50 microgrammi ...

La carenza di iodio nella dieta colpisce milioni di persone in tutto il mondo, poiché lo iodio viene filtrato dal suolo nelle zone montuose e lontano dal mare. Con l'assunzione giornaliera di iodio che scende al di sotto di 50 microgrammi, la tiroide non può continuare a produrre sufficienti ormoni tiroidei e la ghiandola tiroidea inizia a crescere. Insufficienza dell'ormone tiroideo dovuta a produzione insufficiente nel tempo; cioè, si verifica l'ipotiroidismo.

La carenza di iodio impedisce lo sviluppo del nascituro

Un'assunzione insufficiente di iodio può causare non solo una carenza di ormone tiroideo ma anche molti problemi di salute. Carenza di iodio nella dieta; È una condizione che impedisce lo sviluppo nei neonati e nei bambini nell'utero che necessitano dell'ormone tiroideo per il normale sviluppo e crescita neurologici. Aborti spontanei, nati morti dovuti a carenza di iodio, anomalie alla nascita nei bambini, aumento delle perdite perinatali dei bambini, disturbi dello sviluppo neurologico e psicomotorio, ipotiroidismo neonatale, ritardo dello sviluppo mentale e fisico nell'infanzia e nell'adolescenza, gozzo a tutte le età, ipotiroidismo e debolezza della funzione mentale possono essere visto. Il periodo più importante per la carenza di iodio è il periodo dall'inizio della gravidanza all'età di 3 anni.

Alti livelli di carenza di iodio in Turchia

Il consumo sufficiente di sale iodato nel nostro paese è del 56,5%. L'uso del sale iodato è sufficiente nei centri urbani secondo i dati del settore; Tuttavia, l'uso di alcuni sali privi di iodio come il sale dell'Himalaya è di moda e la diffusione graduale può creare incertezza al riguardo. Nelle zone rurali, il consumo di sale iodato è già a tassi molto bassi. Sebbene sembri che i valori di iodio desiderati siano stati raggiunti in molti centri urbani, ancora il 27,8% della Turchia ha una carenza di iodio grave-moderata.

Conservare il sale in contenitori a prova di luce

I sali iodati esistenti non sono ben conservati e venduti in grandi confezioni, il che può causare la perdita di iodio in questi sali. Il sale deve essere conservato in contenitori a prova di luce in modo che non perda iodio. Inoltre, l'aggiunta di sale dopo la cottura eviterà l'evaporazione dello iodio. Molte famiglie preferiscono i sali ad alto contenuto di iodio per eliminare la carenza di iodio dei loro figli e fornire un arricchimento nutrizionale o un supporto multivitaminico.

Presta attenzione a questi!

Lo iodio urinario, che è il miglior indicatore dello stato di iodio, dovrebbe essere compreso tra 100-200 microgrammi / L nelle donne in gravidanza. Per ottenere ciò, una media di 250-300 microgrammi di iodio dovrebbero essere assunti ogni giorno con sale iodato, frutti di mare, cibi ricchi di iodio o integratori alimentari. Durante un periodo di gravidanza e allattamento sano, l'assunzione di pesce di mare, foglie verdi come bietole, rape, zucca, fagioli secchi, aglio, uova, latte e latticini deve essere fornita sotto la supervisione di un medico. Inoltre, il consumo di alimenti con un alto contenuto di tiocianati come broccoli, cavolfiori e cavoli dovrebbe essere limitato e gli ambienti con perclorati e altre sostanze chimiche come il fumo di sigaretta dovrebbero essere evitati.