L'ordine di nascita è importante nello sviluppo dell'intelligenza

L'ordine di nascita dei fratelli dirige l'intelligenza e lo sviluppo della personalità

L'intelligenza e lo sviluppo della personalità dei bambini dipendono da molti fattori. Molti fattori come l'educazione ricevuta dalla famiglia, i giocattoli che giocano e le loro relazioni con altri bambini possono influenzare positivamente lo sviluppo dell'intelligenza del bambino, oltre a dare risultati negativi. Come tutti questi, anche l'ordine di nascita dei fratelli è efficace nella personalità e nello sviluppo comportamentale del bambino. Memorial Şişli Hospital Pedagogy Specialist Dr. Melda Alantar ha fornito informazioni sui fattori che influenzano la personalità e l'intelligenza del bambino durante la gravidanza.

I bambini possono mostrare personalità e tratti caratteriali diversi a seconda dell'ordine di nascita.

Di solito le famiglie al primo figlio La genitorialità assume un ruolo e, quando i fratelli discutono, si aspettano una generosa comprensione dal primo figlio. Di conseguenza, i bambini in tenera età tendono ad essere più sensibili, responsabili, orientati al successo ea proteggersi da potenziali avversari.

Secondo figlio D'altra parte, potrebbe allontanarsi dall'idea di competere nello stesso campo con la sensazione che "c'era sempre qualcuno prima di me" e tendere a sviluppare abilità in aree diverse come l'umorismo o l'attrattiva sociale.

Figlio di mezzoNon ha privilegi in quanto non è né il primo né l'ultimo figlio. Il bambino in questa posizione può provare sentimenti di privazione e, di conseguenza, avere una struttura che combatte per la giustizia ed evita l'esclusione e può sviluppare uno stile di vita competitivo.

L'ultimo bambino Poiché sono sempre i più piccoli della famiglia, ci sono molte persone che assumono il ruolo di essere i loro genitori. Ma in realtà i fratelli non sono abbastanza maturi per questo ruolo. I bambini finali acquisiscono molta esperienza nelle relazioni sociali, a volte perché troppo intrecciati con soggetti adulti. In alcuni casi, l'ultimo bambino può stancarsi e stancarsi di obbedire ai limiti e alle regole. Le famiglie tendono a coccolare gli ultimi bambini ea non lasciarli andare quando sarà il momento.

Nei bambini single, un'eccessiva attenzione da parte dei genitori può portare a un eccessivo sviluppo del senso di "io".

I figli single, d'altra parte, possono essere al centro delle preoccupazioni dei genitori. A volte incontrano atteggiamenti genitoriali iperprotettivi. Non hanno opportunità di competere. Tuttavia, potrebbero sentirsi come se fossero esaminati al microscopio. Questa situazione può portarli a sviluppare un concetto di sé come "Sono una persona speciale".

Il genere è efficace anche nello sviluppo dell'intelligence

L'aumento delle abilità visuo-spaziali piuttosto che delle abilità verbali dipende dalla prevalenza dei media visivi (fotografia, film, televisione, video, computer). Si osserva che l'intelligenza verbale (lettura, scrittura, ricordo e percezione) delle ragazze è maggiore, mentre è maggiore l'intelligenza visivo-spaziale dei ragazzi (matematica, scienze, abilità meccaniche). Queste differenze sono dovute agli ormoni sessuali, all'esperienza e alla socializzazione.

I punteggi di intelligenza degli studenti sono più alti durante i periodi di frequenza scolastica

La scuola influisce positivamente sull'intelligenza dei bambini. Oggigiorno, il prolungamento dell'istruzione obbligatoria porta alla formazione di studenti più intelligenti. L'effetto della scolarizzazione sull'intelligenza è così forte che i bambini che non hanno mai ricevuto un'istruzione possono essere definiti mentalmente disabili nell'adolescenza.

Notevoli le diminuzioni dei punteggi di intelligenza degli studenti durante i periodi di assenteismo, esclusione dalla scuola e anche durante le vacanze estive.

I programmi prescolari di alta qualità supportano lo sviluppo sociale e cognitivo dei bambini.

I bambini di età inferiore ai cinque anni non sono emotivamente e cognitivamente pronti per una pesante direzione accademica. Durante questo periodo, le attività dovrebbero essere incentrate sul bambino, non sull'insegnante.