I mesi estivi sono pieni di trappole per chi soffre di asma e allergie

Chi soffre di asma e allergie incontra molti fattori che possono scatenare i loro disturbi e aumentare i loro disturbi durante i mesi estivi. Pertanto, la stagione estiva è uno dei periodi rischiosi per gli individui con asma e allergie. Dall'hotel da selezionare, alla circolazione dell'aria della stanza in cui soggiornare; I piani di vacanza, dall'architettura del paesaggio al cibo da consumare, devono essere rivisti in termini di allergeni. Gli esperti del dipartimento delle malattie toraciche dell'ospedale Memorial Ata┼čehir hanno fornito informazioni sui punti a cui i pazienti con asma e allergie dovrebbero prestare attenzione durante i mesi estivi.

Se pensi che l'incubo del polline sia finito, ti sbagli ...

Contrariamente alla credenza popolare, il polline, che è uno dei principali fattori scatenanti dell'asma, della rinite allergica e delle malattie allergiche agli occhi, non è solo in primavera; Si diffondono da metà estate all'autunno. Pertanto, qualunque sia il gruppo di polline a cui la persona è allergica, le sue lamentele aumentano durante quel periodo.

Nessun tappeto nella tua camera d'albergo

Uno dei punti più importanti da considerare in estate è quello di recensire l'hotel o la casa estiva da selezionare in termini di allergeni se si va in vacanza. Poiché i tappeti possono ospitare gli acari della polvere domestica, è opportuno scegliere camere per non fumatori, mentre la camera d'albergo dovrebbe essere priva di moquette e, se possibile, avere un sistema di filtraggio dell'aria di alta qualità. Ancora una volta, le persone con allergia agli acari dovrebbero portare con sé materassi e federe a prova di acari, se presenti. I cuscini di piume non dovrebbero essere preferiti, poiché potrebbero causare problemi alle persone allergiche. Se il paziente ha un'allergia agli animali domestici, dovrebbe essere selezionato un hotel che non accetta animali domestici, perché le sostanze allergeniche fuoriuscite dagli animali possono sopravvivere nell'ambiente per molto tempo. Anche la copertura pollinica nell'area è importante. Le regioni con piante fitte in cui la persona è allergica non dovrebbero essere preferite per una vacanza durante la stagione dei pollini.

Se hai intenzione di viaggiare in aereo ...

Durante il viaggio, il paziente può incontrare allergeni. Tappezzeria e moquette in auto o autobus, così come sistemi di ventilazione, possono essere un riparo per gli acari della polvere e le muffe. Per prevenire l'esposizione ad allergeni esterni, l'aria condizionata dovrebbe essere usata invece di aprire i finestrini del veicolo. Aprire i finestrini e azionare il condizionatore d'aria per 10 minuti prima di entrare nel veicolo sarà utile in termini di rimozione di polvere e muffa dal sistema di aria condizionata. È possibile che i pazienti asmatici vengano influenzati negativamente dall'aria all'interno della cabina durante i viaggi aerei. Gli spray nasali contenenti soluzione salina sono raccomandati per prevenire reclami, poiché l'aria eccessivamente secca a volte può causare secchezza nasale. La ripetizione di tali spruzzi ogni ora durante il volo impedirà l'eccessiva essiccazione della mucosa nasale.

Il cloro in piscina può scatenare la tua allergia

Un altro allergene che si può incontrare in estate è il cloro utilizzato nella disinfezione della piscina. Quando una persona con un'allergia al cloro entra in piscina, si possono vedere sintomi come eruzione cutanea, prurito, bruciore agli occhi, tosse, starnuti e respiro sibilante. Questi sintomi possono durare da poche ore a pochi giorni. Disturbi simili possono essere visti in persone sensibili alle sostanze chimiche anche senza un'allergia al cloro. Per prevenire tali allergie, è opportuno fare la doccia appena si esce dalla piscina, utilizzare spray di acqua salata per pulire il naso dopo il bagno e indossare tappi e cuffie per evitare che l'acqua penetri nel naso e nelle orecchie . Idealmente, scegli il mare o le piscine disinfettate senza l'uso di cloro.

Causa di allergia al gelato

Anche entrare in mare freddo o in piscina può scatenare allergie. Questo si chiama "allergia al freddo". Le persone con allergie al freddo possono manifestare arrossamento, prurito e gonfiore nel corpo a causa dell'esposizione a uno stimolo freddo. Il gonfiore delle labbra può essere visto con cibi freddi come il gelato. Nei casi più gravi si verificano mal di testa, dolore addominale e svenimenti.

Fai attenzione anche al sole

Anche se le belle giornate di sole ci scaldano, il sole può anche provocare allergie! Alcune persone allergiche possono manifestare sintomi come prurito, arrossamento e persino vesciche sulla pelle a causa dell'esposizione alla luce solare. Sarà opportuno che le persone con questo tipo di allergia non stiano al sole tra le 10:00 e le 16:00, indossino abiti lunghi per coprirsi braccia e gambe, indossino occhiali da sole e cappelli e utilizzino creme solari prima di uscire al sole . Si consiglia di evitare il sole durante l'utilizzo di alcuni farmaci come alcuni antibiotici e pillole anticoncezionali.

Le punture di insetti e api possono finire peggio del previsto

Un altro problema riscontrato all'aperto in estate sono le punture di insetti e api. Una persona che ha precedentemente sviluppato allergie a causa di una puntura d'ape ha una probabilità del 60% di sviluppare un'immagine della stessa gravità o più grave della puntura di nuovo. Per tenere lontane le api, non dovrebbero essere usate fragranze che le attireranno, dovrebbero essere preferiti vestiti di colore chiaro, cibo e bevande non dovrebbero essere lasciati scoperti. Mancanza di respiro a causa della puntura d'ape; palpitazione; vampate di calore, gonfiore su tutto il corpo; Se si osservano sintomi come la pressione sanguigna bassa, la persona deve consultare immediatamente un medico.

Non esagerare con gli allenamenti in vacanza

Un esercizio eccessivo all'aperto in estate dopo mesi invernali sedentari può anche scatenare allergie e attacchi d'asma. Sintomi come mancanza di respiro, respiro sibilante, tosse, senso di costrizione toracica, prurito, eruzione cutanea e svenimento possono essere visti con tutti i tipi di esercizio, compreso il camminare. Per evitare questo tipo di allergia, evitare l'esercizio per 4-6 ore dopo i pasti; Sarà opportuno stare lontano da alcuni antidolorifici prima dell'esercizio e non fare esercizio durante i periodi mestruali. Si consiglia inoltre di iniziare l'esercizio lentamente e terminarlo allo stesso modo.