Domande frequenti sul trattamento FIVET

Il successo del trattamento di fecondazione in vitro è strettamente correlato alla scelta del centro e del medico giusti e quindi al soddisfacimento di tutti i requisiti del processo. Ci sono molte domande che incuriosiscono le coppie che vogliono avere un bambino in questo processo. Agire in linea con le raccomandazioni del team di fecondazione in vitro e non fare affidamento su pratiche comuni ma erroneamente conosciute influisce direttamente sul successo del trattamento.

Assoc. Dott. Özkan Özdamar ha risposto alle domande più frequenti nel trattamento della fecondazione in vitro.

  • Cos'è l'infertilità?

Il mancato raggiungimento di una gravidanza nonostante rapporti sessuali regolari per almeno 1 anno senza alcun metodo di protezione è chiamato infertilità. In questa definizione sono comprese anche le coppie che non possono portare a termine una gravidanza fino alla fine, cioè quelle che rimangono incinte e si perdono.

  • Che cosa sono la fecondazione in vitro e la microiniezione? Quali sono le differenze?

Il processo di fecondazione che riunisce lo spermatozoo e la cellula uovo in un ambiente di laboratorio è chiamato "metodo IVF".

Quando si applica la tecnica di microiniezione, un singolo spermatozoo prelevato dal futuro padre viene inserito nell'ovulo ottenuto dalla futura mamma con un ago sottile al microscopio e quindi si ottiene la fecondazione. Pertanto, la possibilità di fecondazione e gravidanza con il metodo della microiniezione aumenta, soprattutto nell'infertilità indotta da uomini.

  • Quali sono i fattori che influenzano la fertilità delle donne?

La genetica, la crescita dell'età al matrimonio e il diventare madre, se le mestruazioni sono regolari, malattie sessualmente trasmissibili, peso eccessivo e resistenza all'insulina, consumo eccessivo di caffeina, fumo, alcol e stress possono essere considerati fattori che influenzano la fertilità.

  • Quali sono le fasi del trattamento IVF?

Dopo il colloquio preliminare, l'esame delle analisi e le fasi decisionali, inizierà il tuo processo di consumo di droga secondo il protocollo stabilito dal tuo medico. I farmaci vengono generalmente iniziati dal 2 ° o 3 ° giorno delle mestruazioni (breve preparazione). Il medico determinerà la frequenza dei follow-up degli ovociti. Nei controlli ecografici, verranno controllati la dimensione e il numero delle uova, nonché lo spessore del rivestimento dell'utero. Questo periodo è il processo di monitoraggio dell'ovulazione e richiederà in media circa 10 giorni.

La fase successiva è la raccolta delle uova. Avviene 2 giorni dopo la maturazione delle uova. In anestesia generale, lo sperma viene prelevato dal tuo partner durante il processo di raccolta degli ovociti, che viene eseguito per via vaginale e sotto ultrasonografia, e la fecondazione è fornita dal processo di microiniezione. Gli embrioni di migliore qualità vengono selezionati dagli embrioni seguiti nell'ultimo processo e il trasferimento dell'embrione avviene dopo 2-3 o 5 giorni.

  • Come risultato del trattamento di fecondazione in vitro, la riserva di uova delle donne sarà esaurita?

No, una bambina nasce nel grembo materno a 4 mesi di gravidanza con una certa riserva di ovociti. Una parte di questa riserva si perde fino all'adolescenza, poi ogni mese a partire dalla pubertà, le ovaie selezionano gli ovuli che cresceranno nel periodo successivo della settimana prima dell'inizio delle mestruazioni e decollano. Solo 1 o 2 di loro si sviluppano e si spezzano e preparano il terreno appropriato per la gravidanza. Se la gravidanza non si verifica, lo stesso ciclo ricomincia nel periodo successivo. Le uova ottenute nel trattamento della fecondazione in vitro sono uova preparate per quel mese, nuove uova si svilupperanno dalla riserva di uova nel mese successivo.

  • Le donne con trattamento IVF entrano in menopausa in tenera età?

No, le donne nascono con una certa riserva di uova. Nelle donne sottoposte a trattamento di fecondazione in vitro, le uova nell'ovaio quel mese vengono sviluppate e rimosse. Con o senza trattamento di fecondazione in vitro, la donna entrerà in menopausa nel momento geneticamente determinato.

  • Ogni uovo che si sviluppa è fecondato?

No, quando vengono avviati i farmaci per lo sviluppo delle uova, non tutte le uova mostrano lo stesso tasso di crescita. Inoltre, la fecondazione e lo sviluppo della divisione dopo la raccolta delle uova e la microiniezione non vanno allo stesso modo. Alcuni potrebbero persino non mostrare alcun miglioramento o fermarsi in qualsiasi fase dello sviluppo. Studi condotti finora hanno dimostrato che il fattore più importante sotto queste differenze di sviluppo degli embrioni può essere correlato allo sperma-uovo e naturalmente alla struttura genetica dell'embrione.

  • C'è un limite di età per il trattamento FIVET? L'età influisce sulle possibilità di gravidanza?

Qualsiasi donna con un uovo può sottoporsi a un trattamento di fecondazione in vitro. Dopo i 40 anni, i tassi di gravidanza, continuazione della gravidanza e portare un bambino a casa diminuiscono. Dopo i 45 anni, anche se c'è un uovo, i tassi di gravidanza si aggirano intorno all'1% - 5%. Con l'avanzare dell'età, la possibilità di gravidanza diminuisce. Nella nostra esperienza fino ad ora, abbiamo ottenuto una gravidanza con i nostri stessi ovuli dei nostri pazienti di 45 e 46 anni e abbiamo partorito sani.

  • I tubi intasati impediscono la gravidanza? Congestione nei tubi Ridurrà il suo successo?

La congestione nei tubi influisce negativamente sul normale processo di gravidanza. Poiché l'incontro dell'ovulo e dello sperma in gravidanza in modo normale, i primi 5 giorni dell'embrione e la sua trasmissione nell'utero avvengono nelle tube della donna. Poiché la fecondazione avviene all'esterno nel trattamento IVF, la possibilità di gravidanza non cambia se i tubi sono bloccati. Tuttavia, in alcuni casi, la possibilità di attaccamento dell'embrione diminuisce a causa del liquido accumulato nelle provette e potrebbe essere necessario chiudere o rimuovere la provetta o le provette con LS. In tal caso, il medico ti fornirà informazioni dettagliate.

  • Avere fibromi riduce le possibilità di gravidanza?

I fibromi che si estendono alla cavità interna dell'utero possono impedire l'impianto, lo sviluppo dell'embrione o causare aborto spontaneo o parto prematuro. Se l'embrione viene posizionato all'interno o vicino all'area in cui si trova il mioma, può causare aborto spontaneo poiché l'afflusso di sangue potrebbe essere compromesso. Ancora una volta, quando si raggiungono le fasi avanzate della gravidanza, i fibromi possono degenerare o girarsi su se stessi e causare dolore e talvolta parto prematuro. Il test più semplice che mostra la presenza di fibromi nell'utero è il film uterino chiamato isterosalpingografia. Un ulteriore esame è una piccola operazione chiamata isteroscopia, che consente l'esame entrando nell'utero con uno strumento ottico.

  • La presenza di fibromi riduce la riserva di uova?

No, la presenza di fibromi non riduce la riserva di uova. La posizione delle ovaie e del mioma è separata l'una dall'altra. I miomi si trovano nell'utero, se si desidera una gravidanza e sono presenti fibromi, il paziente può essere informato se i fibromi possono prevenire la gravidanza dopo la visita di un medico specialista e, se necessario, le opzioni di trattamento compreso l'intervento chirurgico sono all'ordine del giorno.

  • I farmaci ormonali utilizzati aumentano il rischio di cancro?

No, non ci sono prove che i farmaci usati nel trattamento della fecondazione in vitro aumentino il rischio di cancro. Molti studi sono stati condotti su questo argomento e non è stata dimostrata alcuna relazione diretta tra questi farmaci e il cancro dell'ovaio, dell'utero e della mammella.

  • I farmaci ormonali utilizzati aumentano il peso?

I farmaci utilizzati nel trattamento della fecondazione in vitro possono causare un aumento di peso a causa di edema e appetito nel corpo. Poiché questi farmaci sono a un livello che può produrre normali effetti ormonali nel corpo, si possono vedere effetti collaterali legati all'aumento di peso. Questi farmaci non provocano un aumento di peso che non può essere somministrato successivamente. Inoltre, si possono osservare comportamenti depressivi e conseguenti cambiamenti nelle abitudini alimentari e nel bere e variazioni di peso a causa dello stato psicologico che questo periodo porta al paziente.

  • Ci sono effetti collaterali dei farmaci ormonali utilizzati?

A seconda della sensibilità delle donne nelle aree in cui vengono colpiti gli aghi; Potrebbero verificarsi disturbi come prurito, lieve dolore, bruciore e irritazione, nonché lividi simili a lividi nel sito di iniezione. Durante il trattamento di fecondazione in vitro, si osservano anche condizioni come tenerezza al seno, vampate di calore, emotività e gonfiore inguinale, costipazione, minzione frequente.

  • I capelli possono essere tinti durante il periodo di trattamento?

Le tinture per capelli non sono pericolosamente tossiche, quindi le tinture possono essere applicate sui capelli durante il trattamento IVF e durante la gravidanza. Durante il processo di tintura, una piccola quantità di tintura per capelli può entrare nella pelle. Questa è una piccola quantità, quindi la sostanza chimica non ha effetti dannosi sul corpo in via di sviluppo del tuo bambino. Durante la gravidanza dovrebbero essere preferite solo tinture per capelli a base organica e prive di ammoniaca.

  • Quando posso tornare a lavorare?

Il riposo non è raccomandato dopo il trattamento IVF. Dopo che il trasferimento dell'embrione è terminato, puoi tornare al lavoro il giorno successivo. Il riposo non aumenta il tasso di gravidanza. I nostri pazienti possono prendere il congedo dal lavoro (2 giorni in totale) solo nei giorni della raccolta degli ovociti e del trasferimento degli embrioni durante il trattamento.

  • Quali sono i fattori che influenzano il successo nella fecondazione in vitro?

Fattori che influenzano il successo nella fecondazione in vitro; età della donna, riserva e qualità degli ovociti, evitare lo stress, tenere sotto controllo l'aumento di peso - iniziare il trattamento al peso ideale, presenza di alcuni problemi strutturali (come anomalie uterine), numero e qualità dello sperma, fumo e uso di alcol, rivestimento uterino dell'embrione attaccamento Fattori come non avere abbastanza spessore e struttura, problemi genetici della coppia sono fattori che influenzano il successo del trattamento di fecondazione in vitro.

  • Dopo il trasferimento dell'embrione e durante il trattamento, va bene viaggiare in auto e in aereo?

No, è consentito viaggiare in auto o in aereo dopo il trattamento.

  • Quanti embrioni possono essere trasferiti in una prova?

Il numero di embrioni da trasferire alle pazienti è limitato dal Ministero della Salute al fine di prevenire gravidanze multiple. Per le donne di età superiore ai 35 anni, è richiesto un massimo di 2, 1 trasferimento sotto i 35 anni. Di età inferiore ai 35 anni, sono consentiti 2 trasferimenti dopo i primi 2 tentativi falliti.

  • Cosa succede all'aumento degli embrioni?

Gli embrioni aumentati possono essere congelati con il consenso delle coppie. Se si ottiene un possibile risultato negativo dopo il trattamento di fecondazione in vitro o se in seguito viene richiesto un secondo figlio, gli embrioni congelati possono essere scongelati e utilizzati. Non c'è differenza nei tassi di gravidanza tra il trasferimento di embrioni congelati e il primo trasferimento.

  • Che tipo di procedura viene seguita quando non ci sono problemi nelle coppie e la gravidanza non può essere raggiunta?

Sebbene non vi sia alcuna causa apparente di infertilità inspiegabile per le coppie, la gravidanza non si verifica. È il gruppo di pazienti con il più alto tasso di gravidanza nel trattamento FIVET. A volte il problema si manifesta durante il trattamento. Uova di scarsa qualità e problemi di fecondazione possono verificarsi solo durante e dopo il processo di microiniezione quando le uova vengono raccolte.

  • Il trattamento IVF richiede molto tempo?

Il trattamento iniziato il 2 ° o 3 ° giorno delle mestruazioni termina circa 16-17 giorni dopo. Dopo il trasferimento dell'embrione, il test di gravidanza viene eseguito attendendo 10-12 giorni.

  • Il rischio di aborto spontaneo è maggiore dopo il concepimento con fecondazione in vitro rispetto alla gravidanza normale?

Le gravidanze realizzate con il metodo IVF vengono ora seguite come gravidanze normali. Se c'è solo una gravidanza multipla, questo può essere considerato un rischio. A parte questo, come informazione generale, il rischio di anomalie genetiche è maggiore nelle coppie infertili rispetto ad altri membri della società. Per questo motivo, il rischio di problemi genetici e ovviamente di aborto spontaneo nelle gravidanze che queste coppie raggiungeranno sarà relativamente più alto, indipendentemente dal modo in cui sono stati ottenuti.

  • Devo riposare dopo il trasferimento?

Il riposo rigoroso non è raccomandato dopo il trasferimento dell'embrione. Non ci sono prove che il riposo aumenti il ​​tasso di gravidanza. Dopo il trasferimento dell'embrione, puoi riposare per 20 minuti e tornare al normale lavoro quotidiano. Sarebbe opportuno limitare i rapporti sessuali e svolgere lavori che richiedono uno sforzo elevato.

  • La gravidanza ectopica è stata osservata dopo il trattamento IVF?

Il rischio di gravidanza extrauterina si osserva in 2 gravidanze su 100 in gravidanze normali. Nei trattamenti di fecondazione in vitro, questo rischio aumenta un po 'di più. La ragione del rischio leggermente più elevato di gravidanza extrauterina in queste coppie è la presenza di cause che portano alla sterilità, come i tubi danneggiati delle donne.

  • La selezione del sesso può essere effettuata con il trattamento FIVET?

Sì, la selezione del sesso può essere effettuata mediante esame genetico normalmente eseguito dopo il trattamento di fecondazione in vitro. Tuttavia, come stabilito nel regolamento sulla fecondazione in vitro, è vietato scegliere il genere legale in Turchia. Pertanto, l'esame genetico non viene eseguito per scopi di selezione del sesso. Nel nostro Paese la selezione del genere può essere effettuata solo in presenza di malattie genetiche trasmesse dal cromosoma sessuale.

  • A chi è consigliato il test genetico?

La diagnosi genetica preimpianto (PGD) è un metodo diagnostico consigliato per le coppie che corrono il rischio di avere una grave malattia genetica per i propri figli. Negli embrioni di coppie con alcune malattie genetiche come la fibrosi cistica e la talassemia, la malattia può essere diagnosticata ed eliminata in questo modo senza la necessità di interrompere la gravidanza grazie al PGT. La diagnosi genetica preimpianto offre una via alternativa non solo per le coppie con tali rischi di malattie genetiche, ma anche per le coppie che non possono ottenere una gravidanza sana a causa di aborti ricorrenti causati da disordini cromosomici strutturali (ad esempio traslocazione, inversione, ecc.).

  • C'è una differenza tra i bambini nati da gravidanze ottenute tramite applicazioni di fecondazione in vitro e i bambini nati normalmente?

No, non c'è differenza tra una gravidanza ottenuta in modo normale e una gravidanza ottenuta dopo l'applicazione della fecondazione in vitro.

  • Quando eseguire il test dopo il trattamento di fecondazione in vitro, posso fare un test nelle urine??

Poiché i test di gravidanza nelle urine sono sensibili a un certo livello ormonale, possono dare risultati falsi negativi all'inizio della gravidanza. (Ad esempio, se il test è sensibile fino a un valore di 100, darà un risultato negativo con errore mentre il valore è 25 nel primo periodo.Per questi motivi, nel trattamento della FIVET, secondo l'abitudine del medico, il test di gravidanza nel sangue 10-12 giorni dopo il trasferimento dell'embrione darà il risultato più salutare. In gravidanza in modo normale, la rilevazione dell'ormone della gravidanza nel sangue può avvenire al più presto 2 settimane dopo il rapporto.

Inoltre, un'altra informazione importante che dovrebbe essere nota è la seguente: Quando il test di gravidanza nel sangue è seguito con intervalli di 2 giorni in una gravidanza sana nelle prime fasi, aumenterà di circa 2 volte. Successivamente, quando questo valore raggiunge un valore come 2000, significa che la gravidanza è diventata visibile in ecografia per noi.

  • Prima del trattamento FIVET dovrebbe essere applicata una dieta speciale?

Nel metodo di riproduzione assistita FIVET, la dieta è molto importante. La ragione di ciò è che affinché il trattamento abbia successo, è necessario avere un corpo sano. Se c'è, smettere di fumare dovrebbe essere la precauzione principale. Ancora una volta, essere al peso ideale prima della gravidanza è uno dei fattori che influenzano il tasso di successo. Deve essere preso in considerazione il consumo regolare di alimenti ricchi di proteine ​​(3 volte a settimana). Il consumo giornaliero di acqua è consigliato intorno ai 2-3 litri. Il consumo di legumi come ceci, fagioli e fagioli dovrebbe essere aumentato. Se il consumo di tè e caffè è eccessivo, possono essere imposte delle restrizioni (2-3 tazze al giorno). Le bevande acide dovrebbero essere evitate. Dovrebbero essere consumati integratori di acido folico e cibi ricchi di acido folico.

Inoltre, iniziare il trattamento risolvendo altri problemi metabolici (tiroide, insulino-resistenza, diabete ...) prima del trattamento di fecondazione in vitro può influenzare positivamente sia le possibilità di successo che le possibilità di una gravidanza sana.

  • Le perdite di gravidanza e l'aborto riducono le mie possibilità di gravidanza nei prossimi studi di fecondazione in vitro?

L'interruzione della gravidanza con aborto non causa alcun problema in termini di concepimento se non ci sono complicazioni durante o dopo la procedura (come frammentazione, infezione, adesione).

Tuttavia, potrebbe essere necessario indagare se la coppia è geneticamente normale prima di un nuovo processo, specialmente nelle prime perdite di gravidanza. Quando la coppia richiede un test genetico, va considerato che il risultato può essere ottenuto in 2-3 settimane.

  • Esiste un giorno specifico per i test richiesti prima del trattamento FIVET?

Alcuni test ormonali (come FSH, LH, estrogeni, progesterone) dovrebbero essere eseguiti in determinati giorni delle mestruazioni (2 ° -3 ° o 21 ° giorno). Altri non hanno una restrizione giornaliera. Solo alcuni potrebbero aver bisogno di fame.

  • La durata del trattamento cambia in base al protocollo scelto nel trattamento FIVET?

Il primo passo nel trattamento della fecondazione in vitro è preparare la donna. La preparazione della donna può assumere due forme; il primo è il protocollo lungo (lungo) in cui la raccolta delle uova viene eseguita in circa 3-3,5 settimane a partire dal 21 ° giorno delle mestruazioni o direttamente nel 2-3 ° giorno delle mestruazioni. Un protocollo breve (antagonista) con raccolta delle uova in circa 10-12 giorni a partire dal giorno della settimana.

Il trasferimento degli embrioni così ottenuti nell'utero è fresco (nello stesso periodo con la raccolta degli ovociti) o congelamento-scongelamento (gli embrioni vengono prima congelati e conservati e poi posti in un altro periodo ritenuto opportuno dal medico), a seconda le condizioni speciali del paziente e le abitudini del medico.

  • Cosa si dovrebbe fare se il numero di spermatozoi è molto basso o non si trova nell'analisi dello sperma?

In tal caso, una decisione finale non dovrebbe essere presa con una singola analisi. Dopo circa 3 settimane, dovrebbe essere confermata una seconda analisi e, se si ottengono risultati uguali o simili, le informazioni necessarie dovrebbero essere ottenute mediante una prima ricerca con test genetici e ormonali o ecografia testicolare. Successivamente, se necessario, il paziente deve essere consultato con un andrologo-urologo.

Se non c'è sperma nel campione, è possibile ottenere lo sperma dal testicolo con un metodo chirurgico chiamato Micro TESE. Preferibilmente, quando gli ovuli della donna sono pronti simultaneamente, il processo TESE viene pianificato per primo, dopo aver ottenuto lo sperma, viene eseguito il processo di raccolta degli ovuli e viene eseguita la fecondazione in vitro. Tuttavia, a volte l'operazione microTESE può essere eseguita prima che la partner femminile sia preparata per scopi diagnostici, se lo sperma viene trovato, può essere congelato e conservato, quindi la donna può essere preparata.

  • Le mie mestruazioni sono dolorose e voglio avere figli. Cosa dovrei fare?

Il dolore mestruale è particolarmente visibile nelle donne con una malattia chiamata endometriosi. Se i tuoi periodi sono dolorosi e dolorosi e c'è il desiderio di un bambino, ti consigliamo di consultare immediatamente uno specialista e controllare la riserva di uova e problemi di endometriosi.

  • Come viene effettuato il trasferimento degli embrioni?

Lo speculum viene posizionato sul lettino ginecologico dopo che il paziente è stato preparato, proprio come nella posizione dell'esame. La cervice viene pulita. Quindi, gli embrioni portati dal laboratorio dall'embriologo vengono inseriti nell'utero con l'aiuto di un sottile catetere. È una procedura indolore. Per poter osservare l'andamento del catetere nell'utero con un'ecografia addominale solo durante il posizionamento, la donna dovrebbe essere un po 'schiacciata all'urina.

  • Come viene effettuata la raccolta delle uova?

Il prelievo degli ovociti viene solitamente eseguito per via vaginale in anestesia generale lieve (sedazione). In primo luogo, la vagina viene liberata dalle secrezioni. Successivamente, un ago viene posizionato sulla sonda che abbiamo effettuato con l'ecografia vaginale e gli ovociti si ottengono entrando nei follicoli come un'iniezione dalla vagina e aspirando i liquidi. Potrebbe esserci un lieve dolore e sanguinamento vaginale dopo la procedura.

  • Quando si verifica l'attaccamento dopo il trasferimento dell'embrione?

Dopo il trasferimento dell'embrione, l'attaccamento alla parete uterina, in particolare il trasferimento del 5 ° giorno (blastocisti), avverrà entro 1-5 giorni. Considerando il giorno della raccolta delle uova; Si può dire che sarà nei prossimi 6-10 giorni. In altre parole, l'embrione resisterà il decimo giorno dopo la raccolta degli ovociti, in caso di successo.

  • Può esserci sanguinamento dopo il trasferimento dell'embrione?

Dopo il trasferimento dell'embrione, potrebbe esserci sanguinamento vaginale dovuto a due ragioni principali; Il primo di questi è il trauma durante il trasferimento dell'embrione, cioè il sanguinamento può verificarsi a causa dell'irritazione che si verifica quando il catetere (specialmente nei trasferimenti difficili) passa attraverso la cervice. La seconda è la situazione chiamata sanguinamento da impianto durante l'impianto dell'intero embrione e in medicina. Tuttavia, entrambi questi sono a breve termine e una piccola quantità di sanguinamento sotto forma di macchie di tampone.

  • C'è una differenza nei tassi di gravidanza tra il trasferimento di embrioni congelati e il trasferimento di fresco?

Non c'è differenza tra il trasferimento di embrioni congelati e il trasferimento di nuovi in ​​termini di tasso di gravidanza. Anche in alcuni casi, il congelamento-scongelamento e il trasferimento di embrioni possono influenzare positivamente i tassi di gravidanza.

  • Quali sono i rischi del trattamento IVF?

In ogni fase del trattamento della fecondazione in vitro, ci sono alcuni rischi ed effetti collaterali, sebbene ci siano piccole possibilità. Gli effetti collaterali dei farmaci somministrati sono tollerabili e temporanei. Sebbene sia molto raro, l'infezione pelvica può svilupparsi dopo la raccolta delle uova. Questo problema può essere corretto anche con trattamenti antibiotici. Potrebbe esserci sanguinamento nelle ovaie. Queste emorragie non sono eccessive. In casi molto rari può essere necessario intervenire per il sanguinamento. Tuttavia, non è un rischio serio.

Il problema di iperstimolazione (risposta ovarica eccessiva), che è il più importante rischio noto, non è quasi mai visto con nuovi protocolli di trattamento e medici esperti.

  • Cos'è la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS)?

La sindrome dell'ovaio policistico è un problema di ovulazione specifico comune. Questi pazienti possono rivolgersi al medico con un'ampia gamma di reclami. Nelle forme più lievi, il paziente può rivolgersi solo con la denuncia di incapacità di concepire senza alcun problema mestruale o problema cosmetico-metabolico. All'altra estremità dello spettro, ci sono donne che sono in sovrappeso, hanno la pelosità di tipo maschile e talvolta non hanno il ciclo per anni. Queste donne di solito sono l'unico problema, se questo è il gruppo di pazienti con i risultati di maggior successo nei trattamenti.

Le condizioni più importanti da considerare nei pazienti con PCOS; Se c'è resistenza all'insulina, la correzione del diabete e di altri problemi metabolici prima del trattamento è direttamente correlata alle possibilità di successo e alla salute della donna e della gravidanza. Inoltre, in questi pazienti, il medico deve seguire il paziente con molta attenzione in termini di rischio di iperstimolazione.

  • Come dovrebbe essere preparato il piano di trattamento in caso di disturbo morfologico negli uomini?

Fecondazione in vitro-IVF, in cui lo sperma con un certo numero e motilità può essere utilizzato in modo efficiente nelle applicazioni di fecondazione in vitro, gli studi eseguiti nei casi in cui gli spermatozoi mobili selezionati vengono posti nello stesso ambiente con gli ovociti e lasciati al processo di fecondazione naturale sono tra il successo della fecondazione dello sperma e la gravità delle malformazioni dello sperma.ha dimostrato che esiste una relazione. La valutazione morfologica non ha un effetto negativo come trattamento di fecondazione in vitro, salvo alcuni casi particolari, poiché gli spermatozoi con la forma e la struttura più appropriate vengono selezionati dagli embriologi che applicano il processo degli spermatozoi in microiniezione, cioè il metodo ICSI.

Qui, deformità speciali come la globozoospermia, dove la capacità di fecondazione dello sperma è molto difficile, dovrebbero ovviamente essere escluse da questa situazione.

  • Quando dovrei sottopormi al test AMH (ormone antimulleriano) per il controllo della riserva di uova?

Il test AMH (Anti-Mullerian Hormone) è un esame del sangue per vedere la riserva di uova. Non esiste un intervallo di tempo specifico o un prerequisito di digiuno per eseguire il test. Questo risultato del test deve comunque essere interpretato da un medico specialista dopo aver controllato la riserva di ovociti mediante ecografia e il risultato del test non deve essere interpretato da solo.

  • Quanto tempo dovrebbe durare una pausa tra 2 tentativi di fecondazione in vitro?

Se il risultato BetaHCG è negativo dopo il primo test di fecondazione in vitro, si prevede che la donna abbia le mestruazioni. Dopo il ciclo mestruale successivo, è possibile sospendere una pausa di 1 mese e riprendere il numero successivo di trattamenti. Tuttavia, qui il principale responsabile delle decisioni sarà il medico.

  • Esiste un metodo utilizzato per migliorare la qualità delle uova nel trattamento IVF in età avanzata?

La possibilità di fecondazione e gravidanza diminuisce con la diminuzione della riserva e della qualità degli ovociti nelle donne anziane. Sebbene ci siano alcuni preparati vitaminici-antiossidanti venduti sul mercato per migliorare la qualità delle uova, non ci sono dati chiari che ne aumentino la qualità.

  • Il trattamento IVM può essere eseguito senza farmaci?

Nel trattamento della fecondazione in vitro, vengono raccolte le uova in maturazione e la fecondazione viene ottenuta mediante microiniezione. Le uova raccolte prima che siano completamente mature nel trattamento IVM senza farmaci (IVM) vengono fatte maturare in un ambiente di laboratorio. Lo scopo di questo trattamento è quello di continuare il trattamento dei pazienti che possono essere danneggiati dai farmaci usati per maturare le uova senza somministrare questi farmaci. Le uova la cui crescita viene monitorata vengono raccolte quando raggiungono la dimensione desiderata e le uova vengono prima attese per 24 ore per maturare nell'ambiente di laboratorio. Successivamente, lo sperma prelevato dalla moglie del paziente viene iniettato nelle uova mediante metodo di microiniezione e gli embrioni risultanti vengono congelati e quindi trasferiti in un altro mese. Oggigiorno, abbiamo sempre meno bisogno di metodi IVM, soprattutto grazie ai nuovi protocolli di trattamento.

  • Come viene calcolata la settimana gestazionale in base alla data di trasferimento dell'embrione?

Risale a 14 giorni dalla data di trasferimento dell'embrione e l'ultimo periodo mestruale è determinato a 14 giorni prima del trasferimento dell'embrione. Oppure, la data di trasferimento dell'embrione è scritta sull'ultima sezione mestruale del dispositivo per ecografia. La settimana gestazionale viene calcolata aggiungendo 2 settimane alla settimana gestazionale successiva.

  • Posso nuotare in mare e in piscina dopo la raccolta degli ovociti e il trasferimento degli embrioni?

In genere è consigliato stare lontano da luoghi estremamente caldi e umidi come sauna, bagno turco e non nuotare in piscina o al mare.

  • Devo cambiare la mia vita durante e dopo il trattamento?

No, è possibile continuare la normale vita lavorativa e sociale. Se c'è fumo o consumo di alcol, dovrebbero essere imposte delle restrizioni. A parte questo, non sono raccomandate modifiche restrittive tranne che per i rapporti sessuali e per evitare movimenti pesanti dopo la raccolta delle uova. Tuttavia, soprattutto, è necessario applicare regolarmente e completamente i farmaci raccomandati dal medico e non apportare modifiche a qualsiasi farmaco e dose senza chiedere al medico.

  • Il trattamento IVF può essere provato più volte?

Si pensa che i tassi di gravidanza non aumentino di più dopo 5 prove di trattamenti di fecondazione in vitro. Tuttavia, abbiamo condotto 16 e 17 prove con una coppia che è arrivata dopo 15 prove in 11 anni tra i miei pazienti. Con noi è avvenuta anche la nascita dei gemelli che hanno ottenuto nel 17 ° processo. Tuttavia, questi sono, ovviamente, numeri estremi; Di solito viene pronunciato un limite di 5 tentativi.

  • Le mestruazioni non sono sempre un segno di menopausa? Le donne che non hanno le mestruazioni possono rimanere incinte?

La menopausa è un processo. A volte si possono osservare traumi mentali improvvisi, stress eccessivo, dieta, esercizio fisico, interruzione mestruale, tali eventi non significano menopausa. Di solito dopo i 40 anni, sintomi come sanguinamento mestruale irregolare, vampate di calore occasionali e tensione mentale informano il periodo pre-menopausa. Quindi i risultati continuano ad aumentare. La menopausa come non avere le mestruazioni per 6 mesi e di nuovo angoscia, sudorazione, vampate di calore, secchezza vaginale può farti pensare alla menopausa. Tuttavia, per poter chiamare menopausa, la diagnosi viene fatta misurando l'ormone FSH e valutando altri sintomi in caso di non avere le mestruazioni per più di 6 mesi. Non tutte le interruzioni mestruali e le irregolarità sono la menopausa. Per diagnosticare questo, è necessario consultare uno specialista e agire con i dati dell'esame e dell'ecografia. A volte, le donne con PCO (ovaio policistico) o le donne con livelli molto bassi di ormoni secreti dal cervello e che regolano l'ovulazione possono anche avere irregolarità mestruali e mancanza di mestruazioni. È necessario rivolgersi a uno specialista per una diagnosi definitiva.

  • Il trattamento del cancro previene la gravidanza? Come posso proteggere la salute riproduttiva?

La chemioterapia e la radioterapia possono causare la perdita delle funzioni riproduttive delle donne. Perché questi trattamenti possono avere effetti tossici sulle cellule riproduttive e sulle ovaie e quindi le donne possono perdere la loro produttività. Ottenere un trattamento contro il cancro non è sempre un ostacolo per diventare madre. Prima del trattamento del cancro, le uova delle donne possono essere prese, congelate e conservate. Lo stesso vale per la conservazione degli spermatozoi negli uomini.Soprattutto nei giovani uomini e donne, dopo la diagnosi di cancro, preservare le cellule riproduttive prima della chemioterapia e / o radioterapia è la precauzione primaria da prendere per diventare madre / padre nel prossimo periodo.

  • Gli interventi chirurgici prevengono la gravidanza? Come posso proteggere la salute riproduttiva?

Il congelamento di ovuli / spermatozoi per proteggere la salute riproduttiva prima di interventi chirurgici a causa di cancro, ecc. Nelle donne e negli uomini ci consente di nascondere la possibilità di diventare madre / padre nel periodo successivo. Tuttavia, se una donna perde il suo utero chirurgicamente, solo attraverso la maternità surrogata, che è ancora vietata dalla legge nel nostro paese, solo quella donna può avere un figlio.

  • Sono single, non sto ancora pensando al matrimonio. Come posso controllare la mia salute riproduttiva?Posso salvare le mie uova e la mia possibilità di diventare madre?

Le donne single sono legalmente autorizzate a congelare i loro ovuli in Turchia nel quadro delle regole stabilite dal regolamento ÜYTE. Prima di tutto, la donna dovrebbe essere visitata da uno specialista per il controllo della riserva di uova e dovrebbe essere controllato l'AMH (ormone anti-mulleriano) ed è necessario decidere se eseguire il congelamento delle uova con questi 2 dati. Le donne che hanno una riserva ovarica legalmente bassa, hanno una storia familiare di menopausa precoce e non hanno avuto figli prima, possono congelare i loro ovociti.

  • Cosa dovresti portare con te quando vai in un centro per la fecondazione in vitro?

Quando ti rechi nelle unità di fecondazione in vitro per un colloquio preliminare, è molto importante che porti con te tutti i test e i follow-up che sono stati fatti prima, in termini di valutazione del medico e richiesta dei test mancanti. Soprattutto se c'è un film uterino, analisi dello sperma e se ci sono test ormonali, questi dovrebbero essere visti e valutati dal medico a cui andrai.

  • La presenza di polipo, setto (tenda), sinechie (adesione) nell'utero impedisce la gravidanza? Riduce il tasso di gravidanza nel trattamento IVF?

Il setto, il polipo o le aderenze osservati nell'utero vengono valutati in base alla loro posizione. Non tutti i polipi, ogni formazione simile a un setto previene la gravidanza. Il medico ti fornirà informazioni dettagliate sull'operazione di isteroscopia da eseguire, se necessario, in base alla posizione e alle dimensioni dell'utero.

  • Cos'è la laparoscopia e quando è consigliata?

La laparoscopia è una chirurgia endoscopica in cui è possibile osservare l'interno dell'addome. È il metodo migliore, chiamato gold standard, per rivelare il danno e il problema nei tubi nei nostri pazienti che hanno problemi con i tubi. Di solito viene eseguita entro una settimana dopo le mestruazioni e in anestesia generale. Se ci sono problemi seri con i tubi, come l'idrosalpinge, si consiglia la laparoscopia quando il tubo o i tubi sono bloccati sulla punta e riempiti di liquido.

Inoltre, la laparoscopia può essere eseguita anche per problemi come cisti ovariche, fibromi o gravidanza ectopica.

  • Cos'è la vaccinazione? Com'è la percentuale di successo?

La vaccinazione, nota anche come inseminazione, si basa sul principio di dare 1-2 uova (follicoli) alla donna somministrando prima farmaci (pillole o aghi), quindi prendendo lo sperma del maschio appena prima della schiusa di queste uova e dandoli nell'utero con un catetere. La possibilità di gravidanza di inseminazione è approssimativamente la stessa con i rapporti sessuali ed è di circa il 15-20%.

  • A chi è consigliato il trattamento vaccinale? Quante volte si può tentare la vaccinazione?

Affinché l'inseminazione possa essere eseguita su un paziente, entrambe le provette della donna devono essere aperte, l'utero deve essere normale e almeno 5 milioni di spermatozoi mobili devono essere presenti nel campione di sperma dell'uomo dopo il lavaggio. In altre parole, l'inseminazione non può essere eseguita con un numero di spermatozoi molto basso o tubi bloccati. Il numero di metodi di prova viene deciso in base alle caratteristiche individuali della coppia (ad esempio, età, condizione economica, ecc.) Tuttavia, si può pensare che 2 o 3 tentativi siano generalmente sufficienti per la valutazione del successo.

  • Per quanto tempo deve essere sospeso il trattamento dopo una gravidanza ectopica?

Se si verifica una gravidanza extrauterina, visto che viene diagnosticata e curata nei primi 2 mesi, la gravidanza può essere riprovata dopo 3 volte. Se viene pianificata un'operazione dopo una gravidanza ectopica (laparoscopia), è possibile iniziare un nuovo trattamento dopo 2 volte.

  • Come deve essere utilizzata la dose del farmaco quando si pianifica il trattamento FIVET? Quali giorni devo prendere congedo durante il trattamento?

Oggi ci sono trattamenti a misura di paziente nel trattamento della fecondazione in vitro. In altre parole, vengono applicati trattamenti auto-somministrati a basso dosaggio che non danneggiano la salute della donna o del suo bambino se considerati a lungo termine.

Se sta lavorando nel processo di trattamento, la donna non dovrà prendersi una pausa dal suo lavoro. È richiesto un solo giorno di riposo nei giorni della raccolta degli ovociti e del trasferimento degli embrioni. Inoltre, dopo il trasferimento, il paziente non ha bisogno di ottenere il permesso, poiché non c'è altro da fare se non l'uso regolare dei suoi medicinali. Tuttavia, il paziente a volte può pensare che le sue possibilità potrebbero essere più alte se la donna riposa psicologicamente, specialmente dopo il trasferimento dell'embrione. Di fronte a tale richiesta, il comfort e la psicologia del paziente sono rispettati.

  • Quali sono le percentuali di successo del trattamento IVF nell'infertilità inspiegabile?

Nelle coppie che fanno domanda per una richiesta di bambino, uomini e donne vengono valutati insieme. In quasi il 20% delle coppie che si rivolgono al centro di fecondazione in vitro, nessun problema può essere rilevato negli uomini o nelle donne; chiamiamo questo gruppo "infertilità inspiegabile". Gli esami di infertilità inspiegabili e il problema invisibile a volte sorgono quando si lavora con ovociti e spermatozoi in fase di laboratorio, e talvolta la gravidanza non può essere raggiunta anche se non ci sono problemi apparenti. Qui, ovviamente, l'età della donna e la riserva ovarica influenzeranno molto da vicino il successo della gravidanza.