Mantenere l'equilibrio caldo-freddo per un cuore sano

A causa delle alte temperature, il carico sul cuore e sui vasi aumenta. Cambiare la pressione sanguigna a seconda delle temperature meteorologiche può innescare il rischio di infarto. Anche il passaggio improvviso ad ambienti estremamente freddi per rinfrescarsi, soprattutto in climi molto caldi, può causare un rischio di crisi creando un effetto shock nei vasi cardiaci. Per questo motivo, è necessario prestare attenzione al bilancio termico nella stagione calda dove è necessario il raffreddamento. Specialista del dipartimento di cardiologia del Memorial Antalya Hospital. Dott. Nuri Cömert ha fornito informazioni su ciò che dovrebbe essere considerato per la salute del cuore nella stagione calda.

Freddo estremamente caldo o rischioso ...

Il calore estremo può comportare il rischio di infarto, con aumenti o diminuzioni improvvise dei livelli di pressione sanguigna. L'aria calda ha anche l'effetto di aumentare il carico del cuore, e quindi l'esposizione incontrollata al calore rappresenta un pericolo per la salute del cuore. Soprattutto nei condizionatori che servono per rinfrescarsi nella calura estiva, se il livello di temperatura non è controllato, si pone lo stesso rischio per il cuore. Perché le improvvise transizioni caldo-freddo hanno un effetto shock e il bilancio termico deve essere ben stabilito.

La temperatura del condizionatore d'aria non dovrebbe essere inferiore a 22.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata all'uso dell'aria condizionata in luoghi dove la temperatura dell'aria è elevata, come la regione mediterranea. Il passaggio da un ambiente caldo a un altro eccessivamente raffreddato dal condizionatore d'aria è scomodo soprattutto per i cardiopatici e può anche causare problemi cardiaci improvvisi. L'elevato flusso d'aria dal condizionatore nella cella frigorifera aumenta la frequenza del polso e può causare problemi alle vie respiratorie. Se si prevede di trascorrere molto tempo in un ambiente climatizzato, è importante che la temperatura ambiente ideale sia superiore a 22 gradi e che il flusso d'aria non sia percepibile. L'ambiente con aria condizionata dovrebbe essere fresco, non freddo.

Attenzione all'acqua fredda!

Uno dei pericoli più importanti per i pazienti cardiopatici nella stagione calda è entrare improvvisamente in una piscina o in mare freddo dopo essere rimasti a lungo sotto il caldo. Perché l'acqua fredda può causare un rischio in termini di salute cardiovascolare, restringimento dei vasi cardiaci e compromettere il flusso sanguigno. Anche se non ci sono problemi cardiaci apparenti, se c'è una causa sottostante, i problemi cardiaci possono verificarsi anche in persone sane. Quando si prende il sole e si nuota in mare è opportuno prediligere le ore in cui la temperatura è adeguata, così come gli ambienti climatizzati, l'esposizione all'acqua fredda dovrebbe essere prevista in base al bilancio termico.

L'esposizione al sole non deve superare i 15 minuti

Per tutelare la salute del cuore e beneficiare del sole in modo di qualità, invece di essere esposti a lungo ai raggi, occorre prestare attenzione ai servi come prendere il sole per 15 minuti, trascorrere del tempo all'ombra o sotto un ombrello e scegliendo le ore in cui i raggi nocivi del sole non sono perpendicolari. Sebbene il nuoto sia un esercizio molto salutare, dovrebbe essere preferito al mattino o alla sera, poiché sarà scomodo quando fa molto caldo.

Per la salute del tuo cuore in estate ...

  1. Cerca di non stare all'aperto durante il giorno, soprattutto fino alle 15:00 del pomeriggio e di mezzogiorno.
  2. Se hai intenzione di trascorrere la giornata all'aperto, assicurati di bere abbastanza acqua.
  3. Evita attività fisiche faticose.
  4. Evita di trovarti in ambienti estremamente caldi o freddi ed evita improvvise transizioni di calore.
  5. Indossare cotone, vestiti di colore chiaro, un cappello e occhiali per proteggersi dal calore e ridurre la perdita di liquidi.