Gli attacchi di tosse possono causare gocciolamento postnasale

Lo scarico nasale, che porta molti problemi di salute come tosse, raucedine e mal di gola, può essere piuttosto fastidioso nella vita quotidiana. La flebo postnasale che non viene trattata con metodi appropriati può anche innescare infezioni dell'orecchio medio e dei seni. Dal Dipartimento di Ear Nose Throat, Memorial Ankara Hospital, op. Dott. Ozan Gökdo─čan ha fornito informazioni sulla flebo postnasale e sui metodi di trattamento.

Se la secrezione è grande e densa ...

Circa 1-2 litri di secrezione di muco vengono prodotti quotidianamente dalla membrana che riveste l'area del naso, della gola, dello stomaco e dell'apparato digerente. Il muco è una secrezione che idrata queste aree e assicura che le sostanze nocive come batteri e virus vengano catturate prima che entrino nel corpo. In condizioni normali, la secrezione prodotta nel naso si mescola con la saliva nella zona nasale senza essere notata e viene deglutita per tutta la giornata. Questa scarica viene portata all'esofago attraverso i peli chiamati "ciglia" nelle cellule del tratto respiratorio superiore. Questi peli vibrano 16 volte al secondo e svolgono un ruolo nella trasmissione della corrente. Questo diventa evidente quando c'è più secrezione del normale o quando il muco è più denso del normale. L'eccessiva secrezione nasale va verso i passaggi nasali e questa condizione è chiamata gocciolamento postnasale.

Presta attenzione a questi motivi!

Ragioni di secrezione eccessiva; Influenza, allergie, sinusiti, soprattutto nei bambini, alcuni farmaci come l'intrusione di corpi estranei, gravidanza, pillole anticoncezionali, curvature al centro del naso, cambi d'aria, clima freddo e secco, vapori chimici e fumi. In alcuni casi, la secrezione nasale potrebbe non essere dovuta all'eccessiva quantità di epidemia, ma a non essere pulita abbastanza bene. I problemi di deglutizione possono anche portare a secrezione e accumulo di liquidi nella gola, con conseguente sensazione di gocciolamento nasale.

Può causare infezioni dell'orecchio medio e dei seni

La secrezione nasale provoca un costante desiderio di pulire la gola, causando disagio alla persona. Alcune sostanze infiammatorie presenti nelle secrezioni nasali possono irritare la gola e innescare una tosse che diventa evidente soprattutto di notte. Una delle cause più comuni di tosse prolungata è la flebo postnasale. Un eccessivo gocciolamento postnasale può anche causare raucedine e mal di gola. Inoltre, se la secrezione si accumula nella cavità nasale vicino alla tromba di Eustachio, può causare infezioni dell'orecchio medio e infezioni del seno se ostruisce i canali del seno.

Non aspettare che i reclami scompaiano da soli, consulta un medico.

Il trattamento della secrezione nasale varia a seconda dei fattori che lo causano. Può essere necessario un trattamento antibiotico per le infezioni batteriche. Tuttavia, non tutte le secrezioni gialle o verdi sono un'infezione batterica. A volte le infezioni virali possono causare questa decolorazione, come nell'influenza. Alcuni farmaci possono essere utilizzati per ridurre il gocciolamento postnasale nella sinusite o nelle infezioni virali. Un'altra opzione nel trattamento della secrezione nasale è ridurre questo focolaio. Il muco di consistenza più spessa è più appiccicoso e può causare più disagio. Il metodo più semplice per diluire questa secrezione è assumere molti liquidi. Tranne questo; Umidificatori o macchine a vapore freddo possono essere utilizzati per aumentare l'umidificazione nasale, espettoranti, soluzioni di lavaggio nasale o spray nasali. Inoltre, è importante utilizzare un cuscino alto durante il sonno notturno per evitare che questa secrezione si accumuli nel passaggio nasale e per evitare sostanze che causano allergie in caso di allergia, in termini di riduzione dei reclami. Con secrezione nasale; Se lo scarico ha cattivo odore, febbre, mancanza di respiro o se i disturbi durano più di 10 giorni, si deve sospettare un'infezione batterica e il trattamento deve essere organizzato di conseguenza.