Non manca lo iodio dal tuo tavolo per lo sviluppo dell'intelligenza del tuo bambino

Problemi come affaticamento, gonfiore delle palpebre, perdita di capelli e dimenticanza che le future mamme sperimentano durante la loro attesa eccitata di 9 mesi possono essere dovuti al malfunzionamento della ghiandola tiroidea. Il malfunzionamento della tiroide, che di solito è causato dalla carenza di iodio, in altre parole, l'ipotiroidismo, oltre ai suoi effetti sulla madre, può portare a problemi molto più gravi come lo sviluppo e il ritardo mentale nel bambino. Memorial Ataşehir Hospital, Dipartimento di Endocrinologia e Malattie Metaboliche, Assoc. Dott. Ferit Kerim Küçükler ha fornito informazioni sulla carenza di iodio e l'ipotiroidismo durante la gravidanza prima della "Settimana di prevenzione delle malattie da carenza di iodio dell'1 - 7 giugno".

Lo iodio supporta lo sviluppo del cervello del bambino

In Turchia, il gozzo dovuto alla carenza di iodio e la ghiandola tiroidea ipoattiva, in altre parole l'ipotiroidismo, sono comuni. La carenza di iodio utilizzata nella produzione di ormoni tiroidei può influire negativamente sulla salute sia della madre che del bambino durante la gravidanza. Poiché alcune malattie della tiroide possono causare gravi problemi che possono portare alla perdita del bambino, è necessario valutare i test di funzionalità tiroidea prima della gravidanza. Uno dei cambiamenti nel corpo durante la gravidanza è l'allargamento della ghiandola tiroidea. La ghiandola tiroidea in crescita sintetizza gli ormoni tiroidei di cui hanno bisogno sia il bambino che la madre. Affinché gli ormoni tiroidei, che sono molto importanti per il bambino, vengano secreti adeguatamente, poiché ha l'effetto dell'ormone della crescita, in particolare lo sviluppo del cervello, la madre dovrebbe assumere più iodio del normale durante questo periodo.

Puoi soddisfare il fabbisogno di iodio con la giusta dieta.

  • Le donne incinte devono assumere 250 mcg di iodio al giorno. Lo iodio è un elemento importante utilizzato nella produzione di ormoni tiroidei. Iodio; può essere ottenuto da frutti di mare, piante coltivate in terreno iodato, prodotti animali e sale aggiunto con iodio.
  • Il sale iodato dovrebbe essere usato come sale. Se la restrizione del sale non viene applicata, un cucchiaino di assunzione di sale può soddisfare il fabbisogno di iodio.
  • I latticini e le uova dovrebbero essere consumati ogni giorno.
  • È importante mangiare verdura e pesce almeno due giorni a settimana.
  • Nei casi in cui ciò non può essere fatto, la carenza di iodio può essere eliminata utilizzando vitamine e farmaci contenenti iodio.

Non ignorare i sintomi

Il funzionamento della ghiandola tiroidea viene valutato misurando gli ormoni TSH, T3 e T4. Gli ormoni tiroidei sono anche influenzati dagli ormoni della madre che cambiano durante la gravidanza e questi ormoni vengono interpretati secondo i valori specifici della gravidanza. Poiché la maggior parte delle malattie della tiroide può essere rilevata in una fase iniziale con test di laboratorio, di solito non causano alcun sintomo. Tuttavia, è importante prestare attenzione ad alcuni sintomi che possono essere confusi con diversi disturbi per la diagnosi precoce.

  • I livelli di TSH possono essere inferiori nelle donne incinte che soffrono di nausea e vomito eccessivi nelle prime fasi della gravidanza.
  • Stanchezza
  • Palpebre gonfie
  • La perdita di capelli
  • Uno specialista dovrebbe essere consultato quando si verificano uno o più sintomi come la dimenticanza.

Non interrompere l'assunzione di farmaci quando tieni in braccio il tuo bambino

Il trattamento dell'ipotiroidismo dura generalmente per tutta la vita. Tuttavia, i pazienti che iniziano a usare i farmaci per la prima volta durante la gravidanza dovrebbero consultare il proprio medico in merito alla continuazione del trattamento e non dovrebbero interrompere il trattamento postpartum. Le future mamme che usano farmaci per l'ipotiroidismo prima della gravidanza non dovrebbero mai interrompere il trattamento in caso di gravidanza. È importante che questi pazienti si sottopongano a controlli mensili regolari poiché ci sarà un aumento delle dosi del farmaco durante la gravidanza. Poiché il fabbisogno dopo la nascita diminuisce, la dose viene aggiustata come prima della gravidanza e viene effettuato un nuovo controllo quando il bambino ha 40 anni, cioè nella sesta settimana dopo la nascita.

Alcuni punti dovrebbero essere considerati quando si usano farmaci nel trattamento dell'ipotiroidismo. L'assunzione di farmaci è di almeno 30-45 minuti dalla colazione. deve essere preso prima. Se con il farmaco vengono utilizzati farmaci come farmaci per lo stomaco, ferro, calcio e vitamine che interrompono l'assorbimento, questi farmaci devono essere assunti almeno 4 ore dopo. Il medicinale deve essere conservato a temperatura ambiente e non deve essere posto in frigorifero o in un ambiente umido come una cucina. Il farmaco deve essere assunto regolarmente ogni giorno, quando si dimentica la dose, deve essere assunto entro quel giorno.