Le tue abitudini alimentari possono portare al cancro esofageo!

Le abitudini alimentari a base di carne rossa e affumicata, il consumo di tè molto caldo, il fumo e l'uso di alcol possono scatenare il cancro nell'esofago. Il cancro esofageo (esofago), che è il sesto in termini di decessi correlati al cancro in tutto il mondo, è spesso visto nel nostro paese, soprattutto negli uomini di età superiore ai 50 anni, e nella regione dell'Anatolia orientale, dove la carne occupa un posto importante nella cultura della cucina. Gli specialisti del dipartimento di chirurgia generale del Memorial Antalya Hospital hanno fornito informazioni sul cancro esofageo e sul suo trattamento, che dà sintomi tardivi.

Il reflusso può trasformarsi in cancro esofageo in età avanzata

Uso di tabacco e alcol, consumo di tè molto caldo, consumo di verdure povere, carne rossa e affumicata, bile e ritenzione a lungo termine di acido gastrico nell'esofago, alcune infezioni virali, mancanza di sudorazione nelle mani (tilosi), esposizione alle radiazioni e fattori familiari / genetici. Può innescare lo sviluppo del cancro esofageo. Reflusso in età più giovane, cambiamenti nella struttura delle cellule dell'esofago (esofago di Barrett) nel medioevo e cancro esofageo possono essere osservati in alcune famiglie quando le persone raggiungono l'età di 50-60 anni.

La malattia non causa sintomi nel primo periodo

Il cancro esofageo si presenta in ritardo a causa di disturbi simili alla gastrite. Poiché si diffonde alla parete dell'esofago, alla cavità toracica e agli organi adiacenti a causa delle sue caratteristiche anatomiche, di solito segue senza sintomi nelle prime fasi; Nei pazienti con stadio tumorale avanzato, i sintomi più comuni sono disfagia, perdita di peso, dolore toracico o addominale e rigurgito di cibi e bevande consumati a causa del restringimento della parte interna dell'esofago (rigurgito).

Se hai una leggera difficoltà a deglutire, fai attenzione!

Il trattamento più appropriato per il cancro esofageo è ancora in discussione oggi. Nonostante gli sforzi di diagnosi precoce, la maggior parte dei pazienti con cancro esofageo può essere diagnosticata in una malattia localmente avanzata o in fase di diffusione, specialmente nel nostro paese. La diagnosi di cancro esofageo viene effettuata mediante endoscopia e esame patologico della parte prelevata durante questa procedura. La biopsia con ago può essere eseguita con l'ecografia endoscopica per i tumori all'interno della parete che non possono essere visti endoscopicamente. Per la diagnosi della malattia non vanno trascurati i sintomi, anche sotto forma di semplici reclami. La sensazione di essere bloccati dopo aver mangiato un pasto che prima non esisteva ha una qualità stimolante. Anche una lieve difficoltà a deglutire può indicare un cancro esofageo.

I metodi di medicina nucleare sono usati nella diagnosi

Mentre l'endoscopia fornisce informazioni su quanto dell'esofago colpisce l'esofago e la lunghezza del tumore, per tutti i pazienti vengono eseguiti tomografi toracici e addominali superiori. Questo esame tomografico fornisce informazioni sulla diffusione della malattia ai tessuti, ai polmoni e al fegato circostanti. Nei metodi di medicina nucleare, la PET mostra i tessuti che consumano troppo zucchero nel corpo. Le cellule cancerose consumano più zucchero di molti tessuti per riprodursi rapidamente. La PET fornisce preziose informazioni sulla dimensione del tumore, la sua relazione con i tessuti circostanti, il suo tasso di divisione e se si diffonde ai linfonodi e ad altri organi. Come risultato di tutti questi esami, la fase clinica del cancro esofageo diventa chiara e il metodo di trattamento è pianificato in base a questa fase.

L'esofago può essere rimosso completamente

Finché il cancro esofageo non si diffonde ad altri organi, può essere trattato chirurgicamente. Nei casi in cui il tessuto tumorale è troppo grande o si diffonde ai linfonodi vicini, può essere trattato con un intervento chirurgico dopo che il tessuto tumorale è stato ridotto applicando la chemioradioterapia preoperatoria. Le applicazioni di stent non sono curative. L'area ristretta con lo stent viene aperta spingendo il tumore. Solo la chemioradioterapia può essere applicata come trattamento nei pazienti con malattie cardiache o di altri organi concomitanti e ad alto rischio di trattamento chirurgico. Nel caso dell'esofagectomia, che è una rimozione chirurgica dell'esofago, l'esofago viene prodotto dallo stomaco o dall'intestino crasso nei pazienti il ​​cui esofago viene rimosso.