10 miti sul cancro

Il cancro, che è una delle malattie mortali più importanti al mondo, è una malattia che può essere curata, soprattutto se diagnosticata in una fase precoce.

Oltre alla lotta contro il cancro, il mondo medico sta anche lottando con molti errori noti per essere veri nel trattamento. Metodi di trattamento e pratiche sbagliate che non hanno posto in medicina possono influire negativamente sul decorso della malattia.

Professore associato di oncologia medica presso il Memorial Diyarbakır Hospital. Dott. M. Ali Kaplan ha fornito informazioni su 10 errori noti per essere veri nel cancro prima della "Settimana del cancro dall'1 al 7 aprile".

Il pensiero che la biopsia diffonda il cancro

La biopsia è un metodo molto importante nella diagnosi del cancro. Oltre alla diagnosi, è anche necessario determinare alcuni indicatori per l'efficacia di alcuni farmaci ed eseguire test genetici. Non ci sono dati scientifici che la malattia si diffonderà con la biopsia. Tuttavia, è noto che ci sono tali voci nella società e alcuni pazienti non vogliono avere una biopsia solo per questo motivo. Questa paura è del tutto infondata. Perché la biopsia non provoca la diffusione del cancro.

Inizio del trattamento all'insaputa del paziente

Uno degli errori importanti commessi nel cancro è nascondere a se stesso le condizioni del paziente. Affinché il processo di trattamento possa progredire in modo più efficace, il paziente deve essere consapevole della propria situazione. Pertanto, la moderna medicina oncologica richiede che il paziente sia presente in una parte significativa delle decisioni che prenderà. Naturalmente, mentre si spiega la situazione al paziente, dovrebbe essere spiegata in modo appropriato e motivante. Durante questo periodo, è possibile ottenere supporto psicologico. Il trattamento iniziato all'insaputa del paziente non procede correttamente e il processo è incompleto. Ancora più importante, il paziente può scoprire le sue condizioni in altri modi e perdere la fiducia nel suo medico e nei parenti. Questo rende difficile la fase di trattamento.

Rifiutare la chemioterapia

Nel trattamento del cancro, la chemioterapia viene applicata per obiettivi che variano da paziente a paziente. Questi; Salvare completamente il paziente dalla malattia con la chemioterapia, prevenire la recidiva del tumore nel paziente che ha subito un intervento chirurgico, allungare la vita del malato di cancro e ridurre i reclami. Per questo motivo, la comprensione che "se la chemioterapia non cura completamente, non dovremmo accettarla" è sbagliata. Durante il trattamento, il medico spiegherà al paziente i possibili effetti della chemioterapia e lo informerà sulla necessità del trattamento.

Paura che il paziente vada perso dopo l'operazione

La chirurgia è il trattamento più efficace per un numero significativo di tipi di cancro. Per questo motivo, è del tutto sbagliato privare il paziente di questo trattamento efficace con l'idea sbagliata che "il cancro si diffonde quando il coltello lo colpisce". In questo senso, il coltello contribuisce in modo significativo alla cura della malattia rimuovendo il tumore dal tessuto in cui si trova, oltre al pensiero che provochi la diffusione della malattia. I pazienti dovrebbero considerare le raccomandazioni chirurgiche dei loro medici a questo proposito. Altrimenti, la malattia potrebbe entrare in un periodo difficile da affrontare.

Stare lontano dal paziente durante il trattamento

Sebbene la chemioterapia o la radioterapia causino alcuni effetti collaterali nei malati di cancro, non esiste alcuna situazione che impedisca il loro contatto con i loro parenti. In effetti, in questo difficile processo in cui i pazienti hanno bisogno del massimo sostegno, i loro parenti dovrebbero prestare loro maggiore attenzione. Pertanto, il paziente si sentirà bene psicologicamente, pensando di non essere solo. Non bisogna dimenticare che uno degli aspetti più importanti del trattamento del cancro è che il morale del paziente è alto.

Pensiero contagioso del cancro

Il cancro non è una malattia infettiva. Pertanto, non vi è alcun rischio per la persona che ha uno stretto contatto quotidiano con il malato di cancro. Tuttavia, ci sono tumori causati da un certo numero di microrganismi e sebbene il rischio di questi tumori possa aumentare con la contaminazione di questi organismi, queste informazioni non dovrebbero creare la percezione che il cancro sia contagioso.

Il pensiero dei malati di cancro che mettono fine alla loro vita sessuale

Il cancro non viene trasmesso dai rapporti sessuali. Non ci sono ostacoli a rapporti sessuali regolari durante il processo di chemioterapia. Tuttavia, la gravidanza non è una condizione desiderata nei pazienti sottoposti a chemioterapia. Per questo motivo, è di grande importanza proteggere le coppie dalla gravidanza durante il processo di lotta contro la malattia. Se una paziente che riceve la chemioterapia rimane incinta, la gravidanza deve essere interrotta. Se il cancro si è sviluppato nella persona durante la gravidanza, l'interruzione o la continuazione della gravidanza viene valutata e decisa dal consiglio.

Lo zucchero facilita la proliferazione delle cellule tumorali.

Non vi è alcuna conoscenza scientifica che lo zucchero svolga un ruolo diretto nella formazione del cancro o che nutra le cellule tumorali esistenti. Non solo i malati di cancro, ma anche ogni individuo che non ha il cancro dovrebbe evitare lo zucchero o gli alimenti ad alto contenuto di zucchero. Pertanto, non esiste nulla come rimuovere lo zucchero dalla vita dei malati di cancro. I malati di cancro possono consumare tutto lo zucchero di cui hanno bisogno, proprio come tutti gli altri.

Smettere di chemioterapia e passare ai medicinali a base di erbe

È sbagliato che i malati di cancro considerino le cure preparate con le erbe invece dei trattamenti raccomandati dai loro medici. Inoltre, è pericoloso utilizzare queste cure a base di erbe senza consultare un medico durante la chemioterapia. Perché queste piante possono interagire con i farmaci per ridurre l'effetto dei farmaci o aumentare l'effetto dei farmaci sul corpo. Pertanto, il trattamento e le raccomandazioni ritenute appropriate dagli specialisti in oncologia dovrebbero essere prese in considerazione nel trattamento del cancro.

Non equiparare il cancro alla morte

Alcuni tipi di cancro possono avere un decorso molto lento. I tumori allo stadio iniziale e alcuni tipi di cancro possono rispondere bene al trattamento e guarire completamente. Una vita lunga e di alta qualità può essere ottenuta con i trattamenti moderni di oggi anche nei tumori che si sono diffusi ad organi diversi dal tessuto da cui hanno origine. Per questo motivo, dovrebbe essere noto che la malattia del cancro non è equivalente alla morte e che il paziente può beneficiare il più possibile del trattamento. Il paziente non deve essere privato del trattamento e deve essere informato sull'importanza del trattamento.