La chirurgia del cervello inguinale aumenta il comfort del paziente

L'AVM, nota come malformazione artero-venosa nel cervello, può causare emorragia cerebrale, epilessia, paralisi progressiva, disturbi della parola e della vista. Il trattamento dell'AVM, che viene eseguito con metodi invasivi entrando dall'inguine senza alcuna incisione, consente ai pazienti di tornare più rapidamente alla loro vita lavorativa e sociale. Gli esperti del dipartimento di neuroradiologia interventistica dell'ospedale Memorial Şişli forniscono informazioni sugli interventi chirurgici al cervello eseguiti entrando nell'inguine.

Prenditi cura degli acufeni

Invece dei capillari che devono essere presenti nel cervello, l'AVM, vale a dire la malattia da malformazione artero-venosa, che è causata dalla formazione di canali vascolari anormali, interrompe la nutrizione del tessuto normale. I mal di testa ricorrenti che non rispondono ai trattamenti sono il sintomo più comune. Con l'AVM, è possibile udire suoni come ronzii d'acqua, mormorii, ronzii, ronzii e squilli oltre al mal di testa nell'arteria e alle perdite delle vene chiamate AVF. Questa situazione si verifica a causa del sangue che circola molto rapidamente nell'AVM.

Può causare emorragie cerebrali

L'AVM, che è una malattia congenita e la cui causa è sconosciuta, è più comune negli uomini che nelle donne. Sebbene la malattia possa progredire senza alcun sintomo, nei pazienti con AVM si possono osservare problemi come crisi epilettiche, paralisi progressiva, disturbi della parola e della vista, aumento della debolezza nel tempo, ritardo mentale nei bambini piccoli e demenza precoce. Se non trattata, può causare emorragia cerebrale e immagini più gravi nelle fasi successive. È noto come la causa più comune di emorragia cerebrale infantile. L'AVM può essere diagnosticato mediante metodi di imaging come la tomografia computerizzata (TC), l'angiografia con tomografia computerizzata (CTA) e l'angiografia RM (MRA). Tuttavia, l'angiografia cerebrale è considerata il gold standard. Dopo aver raggiunto i vasi cerebrali dall'inguine con l'aiuto di un catetere, vengono somministrati speciali agenti di contrasto per rivelare la struttura vascolare del cervello.

Trattamento rispettoso dei tessuti

Nel trattamento degli AVM, l'embolizzazione endovascolare, nota come chirurgia chiusa, è venuta alla ribalta. Soprattutto negli AVM situati in aree difficili da raggiungere con il metodo chirurgico, l'area AVM viene raggiunta con l'aiuto di un sottile catetere dall'inguine. Con i metodi di neuroradiologia interventistica, la vena che alimenta l'AVM viene ostruita da sostanze speciali e i problemi che possono verificarsi in futuro vengono eliminati. Poiché non c'è incisione durante l'operazione, è rispettoso dei tessuti, che è il suo principale vantaggio. Tuttavia;

  • Nessuna procedura chirurgica aperta
  • Il rischio di infezione è quasi inesistente
  • Riduzione della degenza ospedaliera (di solito 1 notte)
  • Meno anestesia necessaria.
  • Un recupero più rapido e un rapido ritorno alla vita quotidiana sono altri importanti motivi per scegliere