Cancro femminile

Cancro femminile

Gli esperti del dipartimento per la salute e le malattie delle donne del Memorial Health Group hanno fornito informazioni sui tumori più comuni nelle donne, cervicali, uterini e ovarici.

Cancro uterino

È un tipo di cancro che di solito si manifesta durante la menopausa. Sebbene l'incidenza media sia 55-58, può verificarsi anche nelle donne in età molto giovane. Tre importanti caratteristiche dei pazienti con cancro uterino; i pazienti sono in sovrappeso, diabetici o inclini al diabete. È il secondo tipo di cancro più comune dopo il cancro al seno tra i tumori ginecologici negli Stati Uniti. Con l'aumentare dell'aspettativa di vita nelle società, aumenta anche il numero di questa malattia negli anziani. Altri fattori che aumentano il rischio di sviluppare la malattia sono il mancato parto, le mestruazioni in età avanzata (l'età delle mestruazioni è 47 nelle donne in Turchia. Quelle che hanno le mestruazioni dopo i 52 anni), quelle che ricevono la terapia ormonale senza controllo del medico (estrogeno + ormone progesterone per le donne con utero) prendendo solo ormone estrogeno quando dovrebbe essere assunto, presenza di tumore secernente ormone nelle ovaie, cancro al seno, alle ovaie e all'utero in famiglia.

Sintomi del cancro uterino

Il cancro uterino è una malattia sintomatica che può essere diagnosticata precocemente. Tre quarti dei pazienti vengono catturati nella fase iniziale. Sintomi della malattia; Avere un'emorragia vaginale in una donna che ha avuto il ciclo mestruale è l'improvvisa comparsa di un'abbondante secrezione maleodorante in una donna che ha avuto il ciclo. Questi sintomi non indicano necessariamente che la persona abbia un cancro uterino, ma è necessario fare ricerche sul cancro. Poiché il farmaco, che dovrebbe essere usato regolarmente dalle donne che hanno avuto un cancro al seno, provoca un ispessimento nello strato interno dell'utero, coloro che usano questo farmaco dovrebbero sottoporsi a esami ginecologici ed ecografici ogni 6 mesi.

Diagnosi e trattamento della malattia

L'esame ecografico viene applicato a pazienti con sospetto cancro uterino. Se c'è un sintomo come sanguinamento o secrezione, è necessario eseguire una biopsia dall'utero. Una volta fatta la diagnosi, il trattamento da applicare è la chirurgia. Durante l'operazione, il fluido dovrebbe essere prelevato dall'utero, dalle ovaie e dalle donne, e il tessuto poroso oleoso e i linfonodi che coprono l'addome dovrebbero essere rimossi. Dopo che i risultati sono stati valutati dal patologo, la radioterapia viene aggiunta al trattamento nei casi necessari.

Cancro cervicale

Questo cancro è il tumore ginecologico più comune dei paesi in via di sviluppo e dei paesi sottosviluppati. Si stima che ogni anno nel mondo si verificano 500mila nuovi tumori della cervice uterina e circa 1,5 milioni e 500mila convivono con questo tumore. Sebbene di solito si manifesti intorno ai 50 anni, la sua incidenza è aumentata nelle giovani donne negli ultimi anni.

Cause comuni

Si verifica nelle donne che hanno avuto più nascite, hanno avuto rapporti sessuali in tenera età e che fumano. Anche la malattia, la cattiva situazione socio-economica, l'infezione da HPV lo scatena. Questa infezione è stata rilevata nel 98% dei pazienti con cancro cervicale.

Sintomi del cancro cervicale

Non ci sono quasi sintomi nel primo periodo. Nell'esame ginecologico ad occhio nudo, potrebbe non esserci alcun problema nella cervice. Tuttavia, i cambiamenti possono essere notati con l'analisi del flusso chiamata "Smear" o gli strumenti chiamati "Colposcope" che ingrandiscono la cervice. La diagnosi definitiva può essere fatta solo mediante biopsia prelevata dal sito sospetto. In caso di progressione della malattia, si verificano anche sintomi clinici. Come secrezione sanguinolenta, sanguinamento post-rapporto, sanguinamento irregolare. Inoltre, può essere visto nel tumore della cervice durante l'esame del paziente. Con il progredire della malattia, si verificano problemi urinari e dolore alle gambe.

Trattamento della malattia

Mentre può essere trattata rimuovendo l'area malata nella cervice con una semplice operazione (conizzazione) nel primo periodo, quando la malattia progredisce, è necessaria un'operazione importante per rimuovere l'utero e i tessuti circostanti e i linfonodi. Inoltre, dopo l'operazione, può essere necessaria la radioterapia a seconda dell'estensione del tumore. Nei casi più avanzati l'operazione non può essere eseguita e ci si aspetta aiuto dalla radioterapia e dalla chemioterapia. Quando viene catturato nel primo periodo, la percentuale di successo nel trattamento è del 100 percento.

Cancro ovarico

Anche il cancro ovarico è stato osservato abbastanza frequentemente negli ultimi anni. Il cancro ovarico si sviluppa in 1-2 donne su 100 nel corso della loro vita. Poiché la diagnosi viene fatta troppo tardi, il 75% dei pazienti può essere rilevato dopo che la malattia si è diffusa nell'addome. Poiché la malattia viene diagnosticata in ritardo, i risultati del trattamento non sono abbastanza soddisfacenti. Il più alto tasso di mortalità tra i tumori ginecologici è nel cancro ovarico.

L'incidenza della malattia

Circa il 10% dei tumori ovarici viene ereditato. Se due parenti di primo grado in una famiglia hanno un cancro al seno o alle ovaie, si può dire che queste persone fanno parte del gruppo a rischio. È stato riferito che se viene rilevato un danno genetico nei geni BRCAI e BRCA2 in questi pazienti a rischio, il rischio per tutta la vita nel paziente può aumentare fino al 60-80%. A parte questo, sebbene siano state affermate molte cose che potrebbero rappresentare un rischio per il cancro ovarico (poche nascite o nessun figlio, mestruazioni precoci, mestruazioni tardive, ecc.), Non esiste un'opinione definita su questo problema. L'uso della pillola anticoncezionale per 2 anni riduce il rischio di cancro alle ovaie del 50% e il suo uso per 5 anni del 70%.

Sintomi della malattia e trattamento

La malattia non dà un sintomo tipico nel primo periodo. Pertanto, può essere diagnosticato in ritardo. Tuttavia, nella fase avanzata, si verificano sintomi come gonfiore addominale, dolore, disturbi del sistema digerente e perdita di peso. L'addome si gonfia e il fluido si raccoglie al suo interno. Pertanto, insieme alla visita ginecologica, il paziente dovrebbe essere valutato con ecografia, se necessario, dovrebbero essere richiesti marker tumorali nel sangue e dovrebbero essere utilizzati metodi radiologici più avanzati a seconda della situazione.