Periodo di stent endovascolare nel trattamento delle malattie aortiche

L'aneurisma aortico, che si osserva in circa il 10% degli uomini con ipertensione di età superiore ai 65 anni, è un importante problema di salute che minaccia la vita del paziente quando si manifesta.

Grazie agli ultimi sviluppi della chirurgia endovascolare, che si pone come prima opzione nel trattamento della malattia, i pazienti hanno una vita sana con risultati quasi del 100% di successo. Gli innesti stent ramificati, che vengono utilizzati soprattutto per le persone con aneurisma intraaddominale, proteggono la salute renale del paziente e gli consentono di tornare alla sua vita normale entro pochi giorni.

Gli specialisti di chirurgia cardiovascolare del Memorial Şişli Hospital hanno fornito informazioni sulle malattie e sul trattamento dell'aorta.

I fattori dell'età e del fumo sono importanti nell'aneurisma aortico

L'aorta è l'arteria principale che origina dal cuore e da cui ha origine l'intera rete arteriosa del corpo. L'aneurisma aortico, d'altra parte, è l'indebolimento della struttura della parete dell'aorta, che è la più grande arteria del corpo, e l'allargamento del suo diametro. La degenerazione delle fibre elastiche nella struttura della parete vascolare e la predisposizione genetica sono le cause più importanti degli aneurismi aortici. Negli aneurismi che possono essere visti in varie parti dell'aorta, quando il diametro del vaso raggiunge il doppio del normale, si verificano pericoli come la rottura del vaso, la rottura o la separazione degli strati nella parete del vaso. È particolarmente comune negli uomini di età pari o superiore a 65 anni che fumano o hanno fumato per qualche parte della loro vita e soffrono di ipertensione.

Trattamento prioritario dell'innesto di stent

I nuovi sviluppi nella tecnologia dell'innesto di stent, che consente il trattamento interventistico degli aneurismi, offrono opportunità di trattamento sicuro per i pazienti che in precedenza non avevano altra possibilità che la chirurgia a cielo aperto. Gli innesti stent recentemente sviluppati hanno sostituito gli interventi chirurgici aperti che ponevano il paziente con il problema dell'insufficienza renale. Gli innesti stent di nuova generazione, chiamati innesti stent “ramificati”, consentono di trattare gli aneurismi, comprese le arterie renali, con metodo chiuso e minimizzano i problemi postoperatori. Grazie alla tecnologia dello stent-graft, gli interventi di aneurisma intra-addominale, che ora sono molto più rischiosi dei normali interventi di aneurisma, vengono eseguiti con successo.

Recupero rapido con il metodo stent-graft endovascolare

I pazienti la cui malattia aortica viene trattata in modo interventistico con innesto di stent ritornano alla vita attiva e iniziano a nutrirsi il giorno della procedura. Poiché l'addome non è aperto, non ci sono problemi nell'apparato digerente. Inizia a camminare alla fine della stessa giornata. Questo comfort del paziente dopo la procedura facilita anche l'adattamento alla vita normale. Poiché la procedura viene eseguita con incisioni molto piccole, il recupero del paziente avviene molto rapidamente. I pazienti trattati con il metodo endovascolare vengono dimessi dall'ospedale entro 2-3 giorni e possono tornare alla loro vita normale entro 1-2 giorni. I pazienti trattati con chirurgia a cielo aperto necessitano di almeno 7 giorni di ricovero. Questi pazienti necessitano solo di un periodo di recupero di 2-3 mesi a causa delle grandi ferite nella zona addominale. Anche il loro ritorno alla vita normale e il loro adattamento alla vita sociale avvengono mesi dopo. Non ci sono limiti di età per nessuna delle due procedure.

La possibilità di una diagnosi precoce nelle malattie aortiche con la scansione tomografica

Quando lo stent-graft viene utilizzato in condizioni appropriate nel trattamento endovascolare, il trattamento del paziente viene eseguito con successo.Le percentuali di successo nelle applicazioni di stent endovascolari sono del 99%. I metodi di screening sono molto importanti per determinare le malattie aortiche. Le persone di età superiore ai 55 anni dovrebbero assolutamente sottoporsi a un controllo e una tomografia che mostri le strutture aortiche classiche e addominali. Gli intervalli ai quali verrà eseguita la tomografia saranno determinati dal medico. Se c'è un aneurisma che si manifesta in tenera età a causa di una frattura vascolare in famiglia, la persona dovrebbe sicuramente sottoporsi a una tomografia di età compresa tra 40 e 45 anni.