Una corretta alimentazione aumenta il successo nel trattamento del cancro

Indipendentemente dal tipo di cancro, uno dei problemi più curiosi nel processo di trattamento è come dovrebbe essere la dieta. I metodi di trattamento a base di erbe che vengono assunti insieme ai medicinali e diffusi da un orecchio all'altro possono fare più male che bene. Durante il trattamento è possibile eliminare gli effetti negativi della chemioterapia con metodi semplici. Professore associato di ematologia e oncologia medica al Memorial Şişli Hospital. Il medico ha fornito informazioni sulle regole dietetiche che dovrebbero essere seguite durante il trattamento chemioterapico.

La tua bocca potrebbe cambiare

Durante la chemioterapia, dovrebbero essere consumati cibi contenenti una quantità equilibrata di proteine, carboidrati e grassi. I farmaci chemioterapici possono influenzare il senso del gusto, l'olfatto, le funzioni di deglutizione e masticazione. Mentre la persona che viene curata è lontana dai cibi che gli piacevano prima, può desiderare i cibi che non gli sono piaciuti.

Mangia poco ma spesso

La perdita di appetito è uno dei problemi più comuni riscontrati dai pazienti durante il trattamento. L'appetito può essere aumentato mangiando pasti piccoli ma frequenti. Oltre ad aumentare l'appetito muovendosi; È necessario tenere a portata di mano alimenti come noci e banane. Nei casi in cui persiste la perdita di appetito e si perde peso, è necessario consultare un medico per ulteriori farmaci.

Bevi una tisana allo zenzero per la nausea

Uno degli effetti collaterali più comuni della chemioterapia è la nausea e il vomito. Mangiare cracker o pane tostato può essere utile per sopprimere la nausea, evitando cibi pesanti e grassi che odorano. Assumere il fabbisogno di liquidi tra i pasti piuttosto che con il cibo riduce la sensazione di nausea. Il consumo di tè allo zenzero scegliendo abiti larghi può dare risultati positivi.

Gomma da masticare per la bocca secca

Durante il trattamento, secchezza, dolore e piaghe in bocca possono influire negativamente sulla vita. Evita cibi aspri, acidi e irritanti per la gola ed evita di consumare cibi troppo caldi o troppo freddi. Gli alimenti possono essere schiacciati se ci sono molte piaghe in bocca. I farmaci anestetici che intorpidiscono la gola dovrebbero essere usati senza consultare un medico. Bere acqua e consumare cibi o bevande dolci a intervalli frequenti per alleviare la secchezza delle fauci dà una sensazione di sollievo. Gomme da masticare, succhiare lo zucchero, usare il limone o lo zenzero possono alleviare la secchezza delle fauci e l'amarezza.

Non trascurare di bere acqua

Problemi di diarrea o costipazione si riscontrano frequentemente durante i trattamenti chemioterapici. Alimenti fibrosi, cibi grassi, latticini e cibi contenenti dolcificanti dovrebbero essere ridotti per la diarrea. È importante consumare cibi contenenti sodio e potassio come latticello salato, verdure, banane, pomodori e patate. Per la stitichezza, dovresti provare ad agire consumando molte fibre. In entrambi i casi, consumare molta acqua dà risultati positivi.

Non aggrapparti a medicinali e vitamine con il consiglio degli amici

Durante il trattamento del cancro, i membri della famiglia o le persone intorno possono raccomandare cibi, vitamine e medicinali che si dice siano buoni per la malattia. Si suggerisce che questi metodi di trattamento siano più vantaggiosi perché consistono in prodotti naturali. Questi trattamenti, esagerati e tenuti all'ordine del giorno, contengono informazioni non supportate scientificamente e incerte. Inoltre, non va dimenticato che la maggior parte dei farmaci utilizzati nel trattamento del cancro sono ottenuti facendo passare più volte piante e prodotti del mare attraverso diverse fasi di test. Come regola generale, la chemioterapia non impedisce l'uso di farmaci come il diabete, l'ipertensione, le malattie cardiache, gli antidolorifici. Tuttavia, un medico dovrebbe essere consultato su questi farmaci.

Stai lontano da queste piante

Occorre sapere che alcune erbe, come l'ortica, che sono frequentemente consigliate al pubblico, possono interagire con i farmaci chemioterapici e causare risultati negativi riducendo l'efficacia del trattamento o aumentandone gli effetti collaterali. L'applicazione di erbe o altri metodi di trattamento senza consultare un medico può avere conseguenze negative.

  • L'aglio interagisce con la dacarbazina utilizzata nel trattamento del melanoma maligno e del linfoma di Hodgkin.
  • Soia, semi di lino; Interagisce con il tamoxifene utilizzato nel trattamento del cancro al seno, dell'utero e dell'ovaio.
  • L'erba di San Giovanni interagisce con quasi tutti i farmaci chemioterapici.
  • Ginseng, echinacea, valeriana, gingko biloba; Interagisce con molti farmaci chemioterapici e farmaci della classe delle molecole intelligenti.
  • È stato dimostrato che il pompelmo interagisce con i farmaci chemioterapici se consumato ogni giorno.