Raucedine e difficoltà a deglutire possono essere un allarme per la tiroide

Riconoscere alcuni sintomi è fondamentale per diagnosticare i disturbi della tiroide, in particolare il cancro, in una fase precoce. Raucedine prolungata, difficoltà a deglutire e masse a crescita rapida possono indicare un cancro alla tiroide. Prima della "Giornata mondiale della sensibilizzazione sulla tiroide del 25 maggio", il prof. Dott. Erol Bolu ha fornito informazioni sui sintomi e sui metodi di trattamento del cancro alla tiroide.

Fai attenzione al pubblico in rapida crescita

È molto importante prestare attenzione ai sintomi e ottenere un aiuto esperto per la diagnosi precoce dei tumori della tiroide, che si manifestano con la proliferazione incontrollata delle cellule tiroidee e la diffusione ai tessuti o agli organi circostanti. Sintomi come raucedine di lunga durata e progressiva e difficoltà di deglutizione dovrebbero essere considerati in termini di rischio di cancro. Anche le masse in rapida crescita dovrebbero essere seguite a causa dell'alto rischio di trasformarsi in cancro. Nonostante tutto, una parte significativa dei tumori tiroidei può essere riscontrata in situazioni in cui possono rimanere in silenzio per anni senza causare alcun sintomo.

Il rischio di cancro nell'infanzia è alto

L'età e il sesso sono fattori importanti nelle persone con noduli. I noduli tiroidei sono più comuni nelle donne; Tuttavia, l'incidenza del cancro dei noduli osservata negli uomini è maggiore che nelle donne. I noduli tiroidei rilevati durante l'infanzia o l'adolescenza hanno una probabilità 3-4 volte maggiore di essere maligni. Oltre a questi, l'esposizione della regione della testa e del collo alle radiazioni, una storia familiare di cancro alla tiroide sono fattori che aumentano la probabilità di cancro per le persone con noduli.

Se è presente un ormone TSH alto e un nodulo, è necessario un attento monitoraggio

L'ipotiroidismo causato dall'insufficienza dell'ormone TSH non è correlato al cancro della tiroide. Tuttavia, se l'ormone TSH è alto e c'è un nodulo tiroideo, il rischio di cancro alla tiroide può aumentare in queste persone. Inoltre, si ritiene che le persone con tiroide hashimoto e noduli tiroidei siano a rischio di carcinoma papillare della tiroide e linfoma tiroideo. Pertanto, i casi di tiroide di Hashimoto con noduli tiroidei dovrebbero essere seguiti.

È necessaria una biopsia per ogni nodulo?

Non tutti i noduli tiroidei richiedono una biopsia; Tuttavia, tenendo conto delle caratteristiche ecografiche, è necessario determinare i noduli da sottoporre a biopsia. La probabilità di cancro nei noduli tiroidei è di circa il 5 percento. È probabile che anche il gozzo con uno o più noduli sia maligno. Freddo; In altre parole, mentre la probabilità di malignità di noduli che non producono ormoni aumenta al 15%, è caldo; cioè, i noduli che producono ormoni sono generalmente considerati benigni. Il rischio di malignità dei noduli caldi è inferiore all'1 percento.

Gli esami e le proiezioni di routine sono importanti

Sintomi come gonfiore e massa nel collo, debolezza, affaticamento, costipazione, pelle secca, difficoltà di concentrazione dovrebbero far pensare a disturbi della tiroide. Gli ormoni tiroidei da soli non sono sufficienti per la diagnosi. L'esame obiettivo e gli ultrasuoni tiroidei aggiuntivi sono molto importanti per la diagnosi precoce dei noduli tiroidei e dei tumori tiroidei, che sono comuni nella società. Se rilevato precocemente, il trattamento può essere fornito senza la necessità di chemioterapia o radioterapia.

L'aspettativa di vita dei pazienti con cancro della tiroide nel gruppo con buona prognosi, soprattutto prima dei 45 anni, non è diversa da quella degli altri individui in una popolazione sana. Quando non c'è tessuto tiroideo residuo dopo l'intervento chirurgico o, se necessario, l'applicazione di iodio radioattivo, è necessario un trattamento che soddisfi l'ormone tiroideo di cui il corpo ha bisogno. È necessario monitorare il TSH e gli ormoni tiroidei e regolare la dose di trattamento con ormoni tiroidei da parte dello specialista in endocrinologia e malattie metaboliche. Inoltre, utilizzando dosi diverse in questo trattamento, vengono soppresse anche le cellule tiroidee cancerose che possono essere lasciate indietro. In sintesi, la diagnosi e la gestione post-diagnosi dei noduli tiroidei e del cancro della tiroide sono importanti.