Danni causati dalla luce solare

Gli esperti del Dipartimento di Dermatologia del Memorial Hospital hanno spiegato i danni ei metodi di protezione dalla luce solare durante i mesi estivi. Dall'inizio del 1900 sono stati osservati danni alla pelle causati dai raggi solari soprattutto nei lavoratori esterni. Per più di 20 anni, sebbene dermatologi e biologi abbiano avvertito di prendere il sole, l'abbronzatura è ancora un aspetto desiderato nella nostra cultura. La luce solare, che è la causa più importante dell'usura precoce della pelle, causa il cancro della pelle in varie forme con il suo contatto a lungo termine e ripetitivo. Scottature solari, sensibilità al sole, eruzioni cutanee dovute alla luce, prurito, collassi del sistema difensivo, danni agli occhi sono altri problemi. pubblica e invia ai paesi interessati. In sintesi, il rapporto raccomanda che i bianchi che vivono tra il 46 ° parallelo nord e il 46 ° parallelo sud dovrebbero essere completamente protetti dalla luce solare tra le 8:00 e le 17:00 in estate e le 10:00 - 15:00 in inverno. Questi periodi di tempo sono i periodi in cui i raggi del sole sono i più ripidi che arrivano dal cielo alla terra.

Come siamo protetti dai raggi i cui danni abbiamo elencato sopra?

È più facile rimanere in casa per il tempo consigliato. Tuttavia, questo non è né pratico né piacevole. Creme solari, cappelli a tesa larga, raggi UV Gli occhiali filtranti impermeabili assumono questo compito. I medici del Dipartimento di Dermatologia del Memorial Hospital dicono quanto segue sulla protezione solare;

  • Gli indumenti in lycra di colore scuro a trama fitta proteggono meglio
  • Man mano che i tessuti si bagnano, il potere di protezione diminuisce.
  • Una maglietta bianca fornirà la stessa protezione di un prodotto con fattore di protezione 4-8 a seconda della densità di tessitura.
  • Quei tessuti denim (Blue Jean) forniscono una protezione al 100%
  • Gli occhiali da sole senza filtro U.V. sono dannosi perché le loro pupille si dilatano e causano il passaggio della luce solare più dannosa,
  • Abbiamo osservato che le nuvole assorbono i raggi infrarossi ma quasi nessun raggio U.V.
  • I raggi del sole possono penetrare facilmente nell'acqua fino a 90 cm di profondità.
  • I cappelli con alette parasole (7,5 cm) sono buoni protettori solari,
  • Può essere interessante sapere che i capelli bianchi proteggono a malapena la nostra pelle.

Protezione solare

Cosa significano i numeri che vedi sui filtri solari (come SPF 15-25-30-45)? In estate, quando si è esposti al primo sole a metà giornata, si verifica un'eruzione cutanea visibile entro 5-10 minuti, a seconda del colore della pelle, chiamata MED (la dose di sole necessaria per un arrossamento minimo). D'altra parte, se avessi usato una crema solare con fattore di protezione 15, ad esempio, questo prodotto ti proteggerebbe dal sole per 15 volte più a lungo (15 * 15 minuti). I filtri solari dovrebbero essere applicati 30-40 minuti prima di esporsi al sole. Questo è il tempo in cui possono fornire una protezione completa formando un composto sulla superficie della pelle. Al fine di fornire la stessa protezione su cui è scritto, dovrebbe essere applicato a tutto il corpo intorno ai 30 grammi. La sudorazione intensa richiede nuovamente lo sfregamento con un asciugamano. I prodotti resistenti all'acqua possono durare 40 minuti in acqua, mentre i prodotti water-prof possono durare 80 minuti e devono essere applicati nuovamente alla fine di questo periodo. È chiaro dalle informazioni di cui sopra che una bottiglia di crema solare sarà sufficiente per una persona adulta al termine di una giornata intera in spiaggia. I dermatologi consigliano di applicare un prodotto con un fattore di protezione di 30 o più sul dorso della mano e sul viso due volte al giorno durante i mesi invernali sulle zone esposte al sole durante i mesi estivi.

Tumori della pelle

Il tasso di cancro della pelle è ridotto del 98% nei bambini di età compresa tra 0 e 18 anni che sono completamente protetti dalla luce solare. Questo è il risultato di uno studio medico pubblicato nel 2000. L'aumento dell'esposizione al sole negli ultimi 50 anni ha anche aumentato l'incidenza dei tumori della pelle. Dermatologo Dr. Hasibe Özkılıç elenca gli indicatori che possono indicare il cancro della pelle come segue; Clinicamente, specialmente nelle aree esposte alla luce, una struttura rigida, rossa e venata non guarisce,

  • Ferite di lunga durata,
  • Croste ricorrenti quando si staccano (specialmente sul viso)
  • Talpe che improvvisamente si scuriscono (anneriscono),
  • I nei con bordi irregolari, crescita rapida, colore bianco intorno a loro e cambiamenti di colore dovrebbero assolutamente essere valutati da un dermatologo.

Il dermatoscopio, che negli ultimi anni è entrato a far parte delle metodiche diagnostiche, ha consentito la rivalutazione dei nei, che vengono asportati con sospetto, ingrandendoli di 30-40 volte. Indipendentemente dalle dimensioni della talpa, consente di rivelare se comporta un rischio, compresi quelli che non possono essere diagnosticati ad occhio nudo, e di essere presi presto.

Per informazioni: 444 7 888