Presta attenzione ai fattori di rischio nell'insufficienza cardiaca

Il cuore si contrae e si rilassa in media 100mila volte al giorno, pompando ogni giorno più di 7 tonnellate di sangue nel corpo. Sebbene alcuni danni al cuore continuino a svolgere questo compito, nel tempo il cuore si stanca di più e, di conseguenza, si verifica un'insufficienza cardiaca. Pertanto, è fondamentale prestare attenzione ai fattori di rischio che innescano l'insufficienza cardiaca. Prof. Dott. ─░brahim Sar─▒ ha fornito informazioni sui fattori di rischio che portano allo scompenso cardiaco.

C'è perdita di peso nella fase di avanzamento

L'insufficienza cardiaca inizia quando il cuore non riesce a pompare abbastanza sangue necessario per il corpo, o quando pompa ma si stanca più del normale mentre lo fa. Più comune in caso di insufficienza cardiaca; Si osservano reclami come mancanza di respiro, debolezza, affaticamento precoce, affaticamento costante, basse prestazioni, incapacità di raggiungere il numero di scale che è possibile salire prima, mancanza di energia. Oltre a questi; C'è edema e gonfiore ai piedi. Si avverte la necessità di utilizzare un cuscino alto o più di un cuscino da sdraiati. Occasionalmente, il liquido può accumularsi nell'addome. Può causare perdita di appetito. In futuro, interrompe anche l'assorbimento dell'intestino. All'inizio, l'aumento di peso si verifica a causa dell'edema e, nelle fasi successive, la perdita di peso inizia con la perdita di appetito dovuta al riempimento dello stomaco.

Presta attenzione ai fattori di rischio!

  • Le cause più comuni di insufficienza cardiaca sono precedenti malattie cardiovascolari come avere un infarto o essere sottoposti a stent. I segni danneggiati lasciati da queste malattie sul cuore indeboliscono quella zona del cuore e aumentano il rischio di insufficienza cardiaca.
  • L'ipertensione aumenta il rischio di insufficienza cardiaca. Anche un piccolo aumento della pressione sanguigna aumenta il rischio di morte a causa di malattie cardiovascolari.
  • Alcune malattie delle valvole cardiache scatenano anche l'insufficienza cardiaca. La stenosi o le perdite nelle valvole cardiache significano uno sforzo extra per il cuore.
  • Alcuni problemi del ritmo come la fibrillazione atriale o frequenti extrasistoli possono portare a insufficienza cardiaca se persistono per lungo tempo.
  • Anche il consumo elevato di alcol e le sostanze che creano dipendenza causano insufficienza cardiaca. Quando l'assunzione di alcol è limitata, questo effetto scompare, ma l'effetto delle sostanze che creano dipendenza potrebbe non essere riciclato. Anche il fumo è considerato tra i fattori di rischio dell'insufficienza cardiaca, con i suoi effetti dannosi sul cuore.
  • Alcune infezioni come l'influenza e il raffreddore possono causare direttamente insufficienza cardiaca affaticando il muscolo cardiaco.
  • L'insufficienza cardiaca può anche verificarsi geneticamente. Si riscontra principalmente nei giovani quando è dovuto a ragioni genetiche. Anche in alcune malattie cardiache congenite si osserva l'insufficienza cardiaca congenita. A volte, l'insufficienza cardiaca può essere vista senza alcuna causa sottostante.

È possibile recuperare con i cambiamenti dello stile di vita in una fase iniziale.

Ci sono 3 pilastri del trattamento nei pazienti con diagnosi di insufficienza cardiaca. Nei cambiamenti dello stile di vita, viene prima esaminato lo stadio dei pazienti che sviluppano insufficienza cardiaca. L'assunzione giornaliera raccomandata di liquidi e sale per una persona sana è piuttosto alta per i pazienti con scompenso cardiaco. Pertanto, vengono imposte restrizioni al consumo di liquidi e sale in base allo stadio e il monitoraggio del peso è raccomandato in termini di edema. Inoltre, non dovrebbero interrompere i loro vaccini come il vaccino contro l'influenza e il vaccino contro la polmonite. I trattamenti farmacologici costituiscono la spina dorsale di questo processo. In generale, i pazienti possono aver bisogno di utilizzare 3-4 tipi di farmaci nel trattamento farmacologico. Nei trattamenti interventistici, quando la causa dell'insufficienza cardiaca del paziente è dovuta a malattie cardiovascolari, problemi del ritmo o problemi valvolari, queste malattie vengono trattate principalmente con metodi interventistici come gli stent o metodi chirurgici come il bypass. Quando necessario, le batterie possono essere utilizzate per correggere il problema del ritmo o per consentire al cuore di lavorare in modo più efficace. Dispositivi come il "cuore artificiale" che forniscono dispositivi di supporto cardiaco a breve o lungo termine vengono inseriti nei pazienti in determinate fasi. Nell'ultima fase viene utilizzato un trapianto di cuore.


$config[zx-auto] not found$config[zx-overlay] not found