9 errori che causano problemi renali nei bambini

Le malattie renali, la cui incidenza è aumentata negli ultimi anni, stanno diventando un problema comune anche per i bambini. Man mano che il bambino cresce, le malattie che possono raggiungere l'insufficienza renale a volte possono progredire senza alcun sintomo. I genitori devono fare attenzione contro gli errori che possono causare problemi ai reni nei bambini. Specialista in Nefrologia Pediatrica Prof. Dott. Mahmut Çivilibal ha fornito informazioni sugli errori che influiscono sulla salute dei reni nei bambini.

1. Non tenere traccia di quanta acqua beve il bambino

Nel nostro Paese, poiché la consapevolezza del consumo di acqua non è ben consolidata negli adulti, i genitori generalmente non mostrano la cura che mostrano nell'alimentazione nel consumo di acqua del bambino. Non va trascurato che l'acqua trasporta sostanze nutritive e ossigeno agli organi, regola il metabolismo, elimina le sostanze tossiche dal corpo, combatte le infezioni, riequilibra la temperatura corporea ed è indispensabile per la salute del corpo. Ai bambini; Dal 6 ° mese di inizio degli alimenti solidi, è necessario bere 30-100 ml di acqua dopo ogni pasto. È necessario assicurarsi che il consumo di acqua diventi un'abitudine tra gli 1-5 anni. Inoltre, l'acqua dovrebbe essere bevuta durante i periodi di riposo, a seconda delle condizioni stagionali e dell'attività del bambino. Il modo più semplice per scoprire se i bambini consumano abbastanza acqua è tenere traccia della frequenza con cui vanno in bagno. Anche se varia in base all'età, i bambini normalmente vanno in bagno in media ogni 2-3 ore.

2. Permettendogli di aggiungere tanto sale quanto vuole al cibo.

L'eccessivo consumo di sale, che causa molte malattie dall'ipertensione alle malattie cardiovascolari, viene eliminato dal corpo e danneggia anche i reni sani. Porta anche a una rapida progressione delle malattie renali. Per questo motivo è importante che i bambini non siano abituati a un consumo eccessivo di sale sin dall'infanzia. Nell'infanzia, si raccomanda di non introdurre il sale ai bambini prima dell'età di un anno e la quantità di sale consumata tra 1 e 18 anni non deve superare i 2-3 grammi (mezzo cucchiaino) al giorno. L'abitudine di non consumare sale dovrebbe essere acquisita fin dall'infanzia, i genitori dovrebbero essere modelli per i loro figli ed evitare le saliere dovrebbe essere uno stile di vita.

3. Ricevere patatine e cioccolato come ricompensa

Una delle principali cause dell'obesità sono gli atteggiamenti e i comportamenti sbagliati dei genitori riguardo all'alimentazione. Non impedire al bambino di consumare cibi confezionati pronti da mangiare, offrire i cibi preferiti ma malsani come ricompensa e permettergli di fare uno spuntino alla TV o al computer tutto il giorno sono i fattori fondamentali nella prevalenza dell'obesità. L'obesità è un importante fattore di rischio nelle malattie renali. Gli effetti negativi dell'eccesso di peso sul cuore e sui vasi colpiscono anche i reni. Il consumo di alimenti trasformati contenenti conservanti come cibi pronti confezionati, dieta fast-food, patatine, salame, salsicce, soudjouk, sottaceti, concentrato di pomodoro, cibo in scatola dovrebbe essere limitato. Si dovrebbero invece consumare frutta e verdura ricche di potassio e si dovrebbe prestare attenzione all'assunzione eccessiva di proteine ‚Äč‚Äčanimali.

4. Dicendogli di tenere il suo gabinetto

I bambini di solito tengono i loro bagni immergendosi nel gioco. Soprattutto durante i periodi di asilo nido e scuola materna, la maggior parte dei bambini in età di gioco mantiene l'urina fino all'ultimo momento. Questa situazione rappresenta un serio rischio per le infezioni del tratto urinario nei bambini. Per prevenire la ritenzione urinaria, il bambino dovrebbe prendere l'abitudine di andare in bagno regolarmente ad intervalli di 2-3 ore.

5. Pensare che "un bambino è un problema ai reni"

Il modo più efficace per rilevare l'insufficienza renale asintomatica nelle prime fasi è attraverso regolari esami del sangue e delle urine. È possibile rallentare e trattare l'insufficienza renale con una diagnosi precoce. In famiglia; In caso di diabete, pressione alta, sovrappeso o storia di insufficienza renale nella madre, nel padre o in parenti stretti, le funzioni renali del bambino devono essere controllate ogni 6-12 mesi.

6. Farmaci con consulenza ambientale

Va ricordato che i farmaci sono costituiti da sostanze chimiche. Poiché tutti i medicinali, compresi gli analgesici, vengono eliminati dal corpo, rappresentano un rischio per i reni. Qualsiasi farmaco non necessario assunto senza consultare uno specialista mette a rischio la salute dei reni. L'uso di droghe a lungo termine e incontrollato può causare malattie renali croniche nei bambini. Allo stesso modo, i medicinali vitaminici non dovrebbero essere somministrati al bambino al di fuori del controllo di un esperto.

7. Non pulire correttamente l'area genitale del bambino.

Nei bambini, lo strato protettivo che copre la superficie della pelle non è ancora sviluppato, come negli adulti. Per questo motivo, la pulizia impropria dei pannolini nei neonati e nei bambini piccoli; provoca infezioni del tratto urinario. Prodotti come shampoo, sapone e salviettine umidificate non devono essere utilizzati per la pulizia del pannolino, tranne nei casi obbligatori. Questi prodotti interrompono l'equilibrio del pH dell'area genitale a causa delle sostanze chimiche che contengono, causando la diminuzione dei batteri benefici e la moltiplicazione dei batteri nocivi. Invece di questi, sono sufficienti acqua e cotone. Inoltre, occorre prestare attenzione a pulire dall'alto verso il basso, cioè dalla zona genitale all'ano e senza premere troppo.

8.Non abituare il bambino a fare esercizio fin dalla giovane età.

L'esercizio e la vita attiva sono importanti protettori in tutte le malattie gravi e nelle malattie cardiovascolari. L'abitudine di vita attiva, che viene introdotta al bambino fin dalla giovane età, lo aiuta a essere protetto dalle malattie per tutta la vita, ma lo protegge anche dalla depressione e gli assicura una vita felice. Si raccomanda ai genitori di fare esercizio insieme a loro in modo che il bambino acquisisca un'abitudine all'esercizio per la salute dei reni e per la salute di tutto il corpo.

9. Interrompere i controlli sanitari solo perché il bambino non ha lamentele

Le principali cause di ipertensione nei bambini sono l'alimentazione malsana, lo stress e l'obesità. Mentre l'ipertensione può manifestarsi con mal di testa, a volte può progredire insidiosamente senza alcun sintomo. Al fine di prevenire l'ipertensione, che può portare a molti problemi gravi come insufficienza cardiaca e renale, perdita della vista ed emorragia cerebrale se non trattata, la misurazione della pressione sanguigna dovrebbe essere aggiunta ai controlli di routine dei bambini a partire dai 3 anni di età.