Un'importante causa di infertilità: il fattore tubal

I problemi alle tube costituiscono una parte importante delle cause di infertilità legate alle donne. I tubi sono i tubi a destra ea sinistra dell'utero che consentono all'uovo che matura nell'ovaio di raggiungere l'utero. Quando l'ovulazione avviene in condizioni normali; In altre parole, quando l'uovo maturo esce dal sacco in cui si sviluppa e diventa pronto per la fecondazione, passa nei tubi e si fonde con lo sperma. Quindi, si verifica la gravidanza.

Soprattutto nelle donne con frequenti infezioni vaginali, pregressa tubercolosi o peritonite, taglio cesareo o chirurgia intra-addominale, la possibilità di avere problemi con le tube è alta. Quando si considera il problema con i tubi, è necessario eseguire un film uterino (isterosalpingografia) e valutare le condizioni dei tubi.

Il film uterino dovrebbe di solito essere preso entro una settimana dopo la fine delle mestruazioni, se possibile senza rapporti. Riprese dell'utero; È la registrazione del passaggio del materiale radiopaco erogato attraverso la cervice con una sottile cannula attraverso i tubi sotto forma di una pellicola radiografica. Ci sono rapporti che le gravidanze spontanee si verificano nel periodo di 6 mesi dopo la ripresa del film uterino, anche se raramente. Questo ha molte verità e il motivo è che le piccole aderenze nei tubi vengono aperte con il materiale radiopaco dato dalla pressione mentre viene tirata la pellicola uterina. La cattura del film uterino non è una procedura molto dolorosa e c'è una sensazione diffusa di dolore e pressione nell'addome inferiore durante la distribuzione del farmaco nell'addome. Poiché la sensazione di dolore può variare da persona a persona, questa procedura può essere eseguita anche con l'anestesia, se lo si desidera. Con il film uterino, è possibile ottenere informazioni sui tubi, nonché sulla cavità intrauterina e sulla parete interna dell'utero, e si possono vedere strutture come fibromi e polipi originati dalla parete interna dell'utero.

Generalmente, se viene rilevata un'ostruzione in uno o due dei tubi nel film uterino o si sospetta che sia chiusa, il passaggio successivo è un intervento chirurgico chiamato laparoscopia. Infatti la laparoscopia è una metodica che si esegue in anestesia ma non necessita di ricovero in seguito, ci permette di vedere se i tubi sono aperti entrando con uno strumento illuminato dall'ombelico, con il passaggio del farmaco dato in quel momento nel addome, e consentono anche di rilevare aderenze intra-addominali e persino di intervenire su queste aderenze. È accettato come gold standard, ovvero il miglior metodo per valutare la permeabilità dei tubi.

Se una delle provette viene rilevata aperta e l'altra chiusa dalla pellicola uterina o dalla laparoscopia, è possibile provare uno dei metodi di trattamento, la vaccinazione. Anche se un singolo tubo è aperto, c'è una piccola possibilità di gravidanza spontanea. Tuttavia, non è consigliabile lasciarlo da solo per lunghi periodi o trascorrere del tempo con le vaccinazioni.

Se entrambi i tubi sono chiusi con il film uterino e si osserva che i tubi sono diventati strutture che chiamiamo idrosalpinge riempita di liquido e queste strutture sono diventate visibili con gli ultrasuoni, queste parti danneggiate dei tubi devono essere rimosse per via laparoscopica prima di procedere alla fecondazione in vitro trattamento. Si suggerisce che questo contenuto di fluido possa avere effetti negativi sull'impianto e sullo sviluppo dell'embrione nell'utero dopo che gli embrioni sono stati trasferiti nell'utero. Pertanto, queste parti dei tubi riempite di liquido, vale a dire le strutture che chiamiamo idrosalpinge, influenzano negativamente il successo della fecondazione in vitro.

La riparazione o la correzione delle parti danneggiate dei tubi con la chirurgia non è ampiamente accettata oggi e le possibilità di successo non aumenteranno a causa delle nuove aderenze che possono verificarsi con gli interventi chirurgici, quindi in questi casi, i trattamenti di fecondazione in vitro sono per lo più iniziati.

Quando si verifica una gravidanza in pazienti a cui è stato diagnosticato un problema in uno o entrambi i tubi e che si sottopongono sia alla vaccinazione che alla fecondazione in vitro, è necessario prestare attenzione in termini di gravidanza ectopica e non bisogna dimenticare che questa possibilità è maggiore rispetto al tasso nella società normale. Come è noto, la diagnosi precoce della gravidanza ectopica salva la vita.