7 consigli di primo soccorso che salvano vite dall'annegamento

Con la calura estiva che si fa sentire, scegliere zone come mare, piscina, fiume, lago per rinfrescarsi comporta dei rischi. Soprattutto quando i bambini e coloro che non sanno nuotare entrano in queste acque senza prendere precauzioni, provoca un aumento degli annegamenti. Informazioni di primo soccorso che possono essere applicate in caso di annegamento, dove la maggior parte dei decessi dopo incidenti stradali in Turchia, può salvare la vita. Assoc. Dott. Fatih Büyükcam ha fornito informazioni sugli interventi di primo soccorso da effettuare in caso di annegamento.

Puoi iniziare la respirazione artificiale anche in acqua.

Nell'annegamento, l'acqua entra nei polmoni a causa della contrazione della trachea. La respirazione artificiale e il massaggio cardiaco dovrebbero essere applicati alla persona annegata come primo intervento. In questi momenti in cui anche i secondi sono importanti, la respirazione artificiale può essere eseguita anche in acqua. Tuttavia, poiché questo intervento non sarà possibile in acque profonde superiori alla lunghezza, la persona annegata dovrebbe essere trascinata a riva il più rapidamente possibile. I sintomi di soffocamento sono elencati come segue;

  • Respirazione difficoltosa
  • Respirazione rumorosa, veloce e profonda
  • Raccolta dell'espettorato e formazione di schiuma in bocca
  • Lividi su viso, labbra e unghie
  • Disagio generale, imprecisione e indecisione nelle risposte
  • Svenimento

Una delle cause più comuni di annegamento è entrare in acqua dopo aver bevuto alcolici.

Le cause più comuni di annegamento sono andare in aree profonde mentre si gioca in acqua e tirare la sabbia da sotto i piedi essendo esposti a correnti sotterranee. Inoltre, l'ingresso di chi non sa nuotare in acqua è un fattore importante per l'annegamento. Entrare in acqua senza imparare a nuotare con una formazione esperta è tra i fattori di rischio più importanti. Allo stesso modo, anche se si sa nuotare, entrare in acqua alcolica rappresenta un rischio e sono comuni casi di annegamento fatale.

Non togliere tuo figlio dalla tua vista

Soprattutto i bambini piccoli dovrebbero essere sotto la supervisione dei loro genitori durante il tempo in cui trascorrono il tempo in acqua, anche se sanno nuotare, anche se hanno una ruota o maniche per le braccia. Altrimenti, anche i bambini che hanno imparato a nuotare seguendo una formazione professionale possono farsi prendere dal panico di fronte a un problema che incontrano in acqua e rischiare se stessi lottando senza provare a nuotare.

7 suggerimenti salvavita per l'annegamento

Conoscere e applicare bene le regole del primo soccorso, spesso salva vite. Gli interventi di primo soccorso che possono essere applicati contro qualcuno che sta annegando in acqua sono elencati di seguito;

  1. In primo luogo, lanciare oggetti galleggianti come giubbotti di salvataggio e salvagente alla persona in pericolo di annegamento. Se questi materiali non sono disponibili, tirare la persona tenendola a strumenti come lunghi bastoni e corde.
  2. La prima cosa da fare dopo lo sbarco dell'annegato è sempre chiamare il 112 per chiedere aiuto. Tutti gli altri interventi del soccorritore devono essere effettuati dopo che è stata effettuata questa chiamata. È una priorità per le squadre professionistiche arrivare sulla scena durante l'intervento.
  3. Portare a riva la persona che rischia di annegare in acqua e adagiarla sulla schiena. Controllare il polso respiratorio, se c'è un polso e la respirazione, portare il paziente in posizione di soccorso e attendere l'arrivo delle squadre mediche.
  4. Se la persona è vestita, allentare il collare e la cintura, rimuovere eventuali protesi. Togliti i vestiti bagnati e avvolgili in una coperta.
  5. Se la persona soccorsa non respira e ha un polso, dopo aver chiamato rapidamente aiuto, fai una respirazione artificiale bocca a bocca, gira la testa della persona di lato quando espira e ripeti questo movimento 5-6 volte. Quindi dagli una posizione di recupero.
  6. Per rimuovere l'acqua ingerita, sollevarla con entrambe le mani sotto l'addome del paziente. In questo modo, aiuta a drenare l'acqua nelle vie aeree.
  7. Se la persona soccorsa è in stato di incoscienza, non respira e non ha polso, il massaggio cardiaco deve essere applicato alla persona in posizione supina in attesa dell'arrivo delle équipe mediche. Il massaggio cardiaco dovrebbe essere eseguito almeno 100 volte al minuto. Se non c'è aiuto con te, dovresti fare respiri dalla bocca 2 volte dopo ogni 30 massaggi cardiaci. Il massaggio cardiaco dovrebbe essere continuato fino all'arrivo sul posto delle equipe mediche.