Mangia sano durante il Ramadan, proteggiti dal mal di stomaco

Mangiare molto all'iftar e andare a letto subito dopo aver mangiato al sahur aumenta le lamentele dei pazienti con reflusso. A chi vuole proteggere la salute dello stomaco durante il digiuno si raccomanda di evitare pasticcini pesanti, consumo di tè e caffè e cibi grassi. Gli specialisti del Dipartimento di Gastroenterologia del Memorial Hospital hanno sottolineato che disturbi come bruciore di stomaco, gas, bruciore di stomaco e costipazione aumentano nella maggior parte di coloro che mangiano con noncuranza durante il Ramadan e hanno spiegato a cosa i pazienti dello stomaco dovrebbero prestare attenzione durante il digiuno: "È necessario non compromettere la dieta in per essere sani durante il digiuno. In questo periodo, mangiare cibi ricchi di fibre, bere molti liquidi, mangiare lentamente e scegliere cibi facili da digerire dovrebbe essere la regola indispensabile delle tavole del Ramadan. Si dovrebbe preparare un leggero iftar, una cena e poi un leggero sahur. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ad evitare pasti pesanti e cibi animali, che sono difficili da digerire mentre si fa iftar ".

I pazienti con reflusso non dovrebbero saltare il sahur!

La malattia da reflusso osservata nel 20% della società aumenta in periodi di alimentazione malsana e squilibrata. Affermando che può essere scomodo per i pazienti con reflusso digiunare, Assoc. Feryal İlkova ha detto che i pazienti con reflusso dovrebbero assolutamente alzarsi per sahur se stanno per digiunare: "Se il paziente con reflusso vuole digiunare, non dovrebbero saltare il sahur, non dovrebbero mangiare e andare a letto al sahur e dovrebbero aver finito i pasti almeno un'ora prima di coricarsi. Inoltre, il consumo eccessivo di tè, caffè, pasticceria e cibi dolci pesanti dovrebbe essere evitato durante il periodo dall'iftar al sahur. Se c'è troppo sesamo sulla pita e dà fastidio alla persona, la pita non dovrebbe essere mangiata. Inoltre, quelli con malattie dello stomaco non dovrebbero consumare antidolorifici inconsciamente durante questo periodo. I dessert al latte o le composte a basso contenuto di zucchero dovrebbero essere preferiti al posto degli gnocchi con sciroppo pesante. Chi soffre di ulcera e gastrite può digiunare seguendo un programma di alimentazione sana con integratori di farmaci sotto la supervisione di un medico.

Fino a che punto i disturbi di stomaco non dovrebbero essere digiunati?

Affermando che quelli con lievi disturbi allo stomaco possono digiunare con le precauzioni da prendere, Assoc. Dott. Feryal İlkova ha avvertito le persone con gravi disturbi di stomaco: "Il digiuno dovrebbe essere evitato se il paziente ha gravi disturbi da reflusso, una grave malattia infiammatoria dello stomaco o dell'intestino, un'ulcera attiva o una grave malattia correlata al fegato".

Attenzione al fumo!

Affermando che il fumo causa seri problemi alle persone con sindrome dell'intestino irritabile, il Prof. Dr. Ilkova ha detto: “Il fumo danneggia gravemente anche lo stomaco. Soprattutto quelli con malattia da reflusso dovrebbero evitare di fumare. "Aprire l'iftar con le sigarette sarà la cosa peggiore che una persona possa fare a se stessa", ha detto.

Menù speciale iftar e sahur per chi ha problemi di stomaco

Iftar: - 1-2 datteri piccoli - 1 ciotola di zuppa - 1-2 fette di pane integrale - 1 pezzo di formaggio senza grassi, olive Dopo 15-20 minuti - 1 porzione di carne bianca (pollo, tacchino o pesce) - riso o pasta fatta con una piccola quantità di riso integrale al posto del pane - farina di verdure con olio d'oliva - yogurt - insalata Dopo 2-3 ore Una porzione di frutta Suhoor - 1 piatto di verdure all'olio d'oliva - 1-2 fette di pane integrale - composta di latte dolce o poco zuccherato - frutta - abbondante acqua

Per informazioni dettagliate: Memorial Hospital 444 7 888