I pazienti sottoposti a cardiochirurgia dovrebbero essere protetti dal calore

La temperatura dell'aria provoca la disidratazione del corpo. Un'eccessiva perdita di liquidi ispessisce anche il sangue e porta alla coagulazione. La coagulazione del sangue porta a ostruzioni nei vasi cardiaci e attacchi di cuore.

Nel caldo estremo visto con la stagione estiva, soprattutto i cardiopatici e le persone che hanno subito un recente intervento chirurgico al cuore, dovrebbero essere protetti dall'esposizione diretta alla luce solare e dalla perdita di liquidi in calore.

Professore Associato del Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare del Memorial Diyarbakır Hospital. Dott. Muzaffer Bahçivan ha avvertito i pazienti che hanno subito un intervento chirurgico al cuore sulle precauzioni da prendere con il caldo.

Il rischio di infezione postoperatoria è maggiore in estate

Il caldo estivo non impedisce la chirurgia cardiaca. Tuttavia, i pazienti il ​​cui intervento chirurgico coincide con questo periodo dovrebbero essere particolarmente attenti. Le temperature estreme rendono più importante la riabilitazione e la cura del paziente dopo l'intervento. La perdita di liquidi ed elettroliti causata dall'aria calda innesca il rischio di infarto. Inoltre, aumenta anche il rischio di infezione nei pazienti che hanno subito un intervento chirurgico di recente.

È necessario riposare in ambienti freschi

I pazienti con cardiochirurgia sono colpiti molto più velocemente delle persone sane senza problemi cardiaci. Per questo motivo, i cardiopatici che vivono in regioni dove la temperatura dell'aria è molto alta e hanno subito un intervento chirurgico non dovrebbero uscire nelle ore più calde della giornata, tra le 11:00 e le 15:00, e dovrebbero evitare il contatto diretto con la luce solare. Anche le perdite di liquidi nel corpo sono molto elevate a causa del calore. Questa situazione aumenta anche il rischio di occlusione cardiovascolare. I pazienti dovrebbero stare in ambienti freschi e preferire vestiti fatti di tessuto di cotone sciolto di colore chiaro in termini di salute.

Mangia sempre meno e bevi molti liquidi

I pazienti che hanno subito un intervento chirurgico al cuore dovrebbero anche prendersi cura del loro cibo e delle loro bevande. Il consumo di liquidi dovrebbe essere aumentato, soprattutto in estate. Dovrebbe evitare cibi eccessivamente grassi e salati. Il numero di pasti dovrebbe essere mantenuto alto e una piccola quantità di cibo dovrebbe essere consumata ad ogni pasto. È necessario assumere molta acqua e cibi succosi e nutrire principalmente frutta e verdura. Evita i pasticcini, i cibi preconfezionati e le bevande gassate.

Il fumo e l'alcol non dovrebbero essere consumati

I pazienti che consumano alcol e sigarette prima di sottoporsi a un intervento chirurgico al cuore dovrebbero assolutamente abbandonare queste abitudini dopo l'intervento. È tra le regole che i pazienti con cardiochirurgia dovrebbero prestare particolare attenzione a non trovarsi in ambienti fumatori.

Le visite dei pazienti dovrebbero essere brevi

Quando la visita del paziente è lunga, danneggia il paziente, soprattutto dopo un'operazione pesante come un intervento al cuore. Dopo un intervento chirurgico al cuore, il paziente non deve essere visitato in ospedale senza essere dimesso. È scomodo accettare i visitatori a casa fino al primo controllo dopo la dimissione. Perché la stanza del paziente affollata diventa senz'aria e questo aumenta il rischio di infezione nel paziente e influisce negativamente sui parametri vitali.