Le prime ore di corsa sono vitali

Il rischio di ictus, che si colloca al primo posto tra le malattie neurologiche più comuni e prevenibili, aumenta con l'età, ma può essere riscontrato anche nei giovani. È possibile prevenire l'ictus, che spesso si verifica con disturbi come paralisi improvvisa, perdita di sensibilità, difficoltà a parlare, disturbi visivi, vertigini e squilibrio. Gli esperti del Memorial Health Group Stroke Rehabilitation and Research Unit hanno fornito informazioni sulla malattia da ictus e sul suo trattamento.

L'ictus non è una singola malattia

L'ictus si verifica in 3 tipi. Questi sono: ictus ischemico (occlusione vascolare cerebrale), ictus emorragico (emorragia cerebrale) ed emorragia subaracnoidea (emorragia cerebrale). L'80% di tutti gli ictus è ischemico e il 20% è dovuto a sanguinamento.

Queste lamentele si manifestano all'improvviso

I sintomi dell'ictus includono intorpidimento, formicolio, debolezza, insorgenza improvvisa di un forte mal di testa di origine sconosciuta, confusione o perdita di coscienza, improvvisa perdita della vista in uno o entrambi gli occhi, riduzione della vista, disturbi del linguaggio o incapacità di parlare, specialmente in una metà del corpo . La chiave è che i sintomi si manifestano all'improvviso.

Presta attenzione alla pressione alta, al colesterolo e al diabete!

Fattori di rischio immutabili nell'ictus ischemico; sono età, sesso, razza e caratteristiche ereditarie. L'ictus è più comune negli uomini di età superiore ai 60 anni. I fattori di rischio più importanti sono quelli modificabili. Questi sono gli stessi fattori di rischio che portano a un attacco di cuore. Ipertensione, fumo, diabete e colesterolo alto sono i principali. Le malattie cardiache sono tra gli altri fattori di rischio di ictus ischemico specifici di questa malattia. I coaguli che si formano nel cuore in pazienti che hanno avuto un infarto o disturbi del ritmo possono bloccare i vasi cerebrali e portare a ictus ischemico. La sindrome metabolica, che accompagna l'obesità e la mancanza di attività fisica, è una delle condizioni che rappresentano il rischio più importante per le malattie cardiovascolari.

Il tempo non dovrebbe essere sprecato

Dopo lo sviluppo dell'ictus, è fondamentale ottenere una diagnosi precoce e iniziare il trattamento. Il metodo più importante nelle occlusioni vascolari è la terapia farmacologica trombolitica (dissoluzione del coagulo). Uno di questi farmaci, "Attivatore del plasminogeno tissutale ricombinante" (rTPA), può essere somministrato per via endovenosa a pazienti visitati entro le prime 4,5 ore. In alcune condizioni, il farmaco per la dissoluzione del coagulo può essere somministrato per un massimo di 6 ore. I pazienti in ritardo che vengono ricoverati in ospedale dopo le prime 4,5 ore vengono portati urgentemente al laboratorio di angiografia e raggiungono i vasi occlusi con il metodo del catetere. Quindi, il coagulo nella vena occlusa viene sciolto con rTPA o viene aspirato dopo essere stato rotto con l'aiuto di alcuni cateteri. Con un metodo molto particolare che è stato recentemente introdotto nel nostro paese, il coagulo viene rimosso e rimosso dopo che la vena è stata aperta rapidamente entrando nella zona occlusa con appositi stent. Con questo metodo, le vene occluse possono essere aperte del 90%.

Alta probabilità di successo nel trattamento dell'ictus che si svolge in tempo e al centro giusto

Il rischio di disabilità e dipendenza dagli altri diminuisce del 30% rispetto ad altri pazienti con ictus che ricevono una terapia di dissoluzione del coagulo. Un paziente su 7 che riceve una terapia di dissoluzione del coagulo nelle prime 4,5 ore guarisce completamente. Se il trattamento viene effettuato nelle prime 1,5 ore, un paziente su 3 trattati è completamente guarito. Il trattamento non si limita alla semplice eliminazione della paralisi. Il paziente può tornare alla sua vecchia vita, al lavoro, alla famiglia, alle attività sociali. Fornire questa opzione di trattamento ai pazienti sarà possibile solo se la società è a conoscenza dell'ictus e percepisce questa malattia come una condizione urgente e curabile.

Dovrebbe essere preferito un centro completamente attrezzato

Dove e come viene trattato e assistito il paziente con ictus è importante. Lo sviluppo più importante negli ultimi anni nel trattamento dei pazienti colpiti da ictus dopo il trattamento per dissoluzione del coagulo è che è stato ottenuto un beneficio significativo quando i pazienti ricevono cure e trattamenti in "Stroke Unit", che sono strutturate in modo simile alle unità di terapia intensiva coronarica in cui i pazienti con primi attacchi di cuore sono ricoverati in ospedale. In questi centri, ai pazienti vengono anche fornite opportunità di riabilitazione e vengono avviati i trattamenti preventivi necessari dopo che è stata determinata la causa dell'ictus. Viene fornito supporto psicologico al paziente e alla sua famiglia e viene preparato anche un programma di trattamento e riabilitazione post-ospedaliero.

Essere paralizzati è sinonimo di mancanza di cure adeguate oggi. 2 pazienti su 3 che ricevono cure mediche adeguate, supporto, riabilitazione e trattamento preventivo per le recidive di ictus riacquistano la loro salute nel 3 ° mese di ictus.