Prestare attenzione alle lesioni al polso su terreno bagnato e ghiacciato in inverno.

Camminare con tempo piovoso e freddo diventa molto difficile a causa del terreno bagnato e scivoloso. Le lesioni al polso dovute a cadute nei mesi invernali sono tra i traumi più comuni. Mentre i problemi al polso causano gravi problemi come dolore e limitazione del movimento, questa situazione influisce negativamente sulla qualità della vita dei pazienti. Il disagio in quest'area può essere trattato con applicazioni chirurgiche aperte e chiuse. Prof. Dott. Mehmet DemirtaƟ ha fornito informazioni sulle lesioni al polso e sui metodi di trattamento.

Il motivo principale delle fratture è "cadere con una mano aperta"

I traumi che si verificano nella zona della mano e del polso sono suddivisi in lesioni alle ossa e ai tessuti molli. Mentre la maggior parte delle fratture ossee del polso si verificano a causa di motivi quali impatto, caduta, urto e tensione, la rottura del tendine e il danno ai nervi si riscontrano frequentemente nelle lesioni dei tessuti molli. In coloro che cadono con la mano aperta, il polso stesso o il gomito sono rotti, il più comune è il polso stesso e il secondo osso più comune (scafoide) è rotto. Sfortunatamente, una frattura di questo osso non è sempre evidente, ma la tenerezza in quest'area dovrebbe far sorgere il sospetto di una frattura delle ossa incrociate.

Le fratture si manifestano con gonfiore, dolore e limitazione del movimento.

Le fratture di solito si manifestano con gonfiore al polso e dolore che si manifesta con il movimento o l'immobilità. Mentre una deformità simile alla cresta della forcella si verifica nel polso nelle fratture radiali, ciò non si verifica nelle piccole fratture ossee. Quando si sospetta una frattura, il polso deve essere sostenuto e non spostato. Sebbene la diagnosi della frattura venga effettuata mediante esame e pellicola radiografica, può essere richiesta anche la tomografia o la RM, se necessario.

Le fratture parziali richiedono un intervento chirurgico

Sebbene le fratture non scomposte e non frammentate siano trattate con gesso, spesso non è possibile sostituire le fratture scomposte e frammentate in posizione chiusa. In questo caso, mentre la procedura chirurgica entra in gioco, per la chirurgia vengono utilizzati metodi di fissazione interna o di fissazione esterna. Per la fissazione esterna, vengono posizionati fissatori esterni come i ponti tra la mano e l'avambraccio. Nel processo di fissazione interna, al fine di correggere la stadiazione delle fratture intra-articolari, il metodo di fissazione della frattura è preferito posizionando viti su entrambi i lati del metallo con fori su di esso, chiamate placca, durante l'intervento chirurgico.

L'artroscopia viene utilizzata principalmente sul polso e sul pollice

I metodi di fluoroscopia e artroscopia sono utilizzati in ambulatori chiusi. Nella procedura di fluoroscopia, i fili vengono fatti passare dall'esterno senza tagli e le fratture vengono rilevate con i raggi X. In artroscopia, procedure come la pulizia, la cucitura a strappo o l'allentamento della compressione del nervo vengono eseguite inserendo due o tre fori nell'articolazione con telecamere molto sottili. Il metodo artroscopico è ampiamente utilizzato su polso e pollice.

Il tendine è il primo nelle lesioni dei tessuti molli

I tagli ai tendini sono la priorità nelle lesioni dei tessuti molli. Quando i muscoli intorno al polso, chiamati tendini, sono contratti, le loro estremità si assottigliano e proiettano forza sulle dita proprio come un filo sottile. Pertanto, è possibile chiudere le dita e stringere il polso. A causa del danno al tendine nelle lesioni al polso, il meccanismo che consente alle dita di piegarsi verso l'interno o sollevarsi verso l'alto viene interrotto.

La perdita di sensibilità provoca ustioni

Le lesioni ai nervi della mano occupano il secondo posto tra le lesioni dei tessuti molli. I nervi che creano la sensazione nella mano trasmettono la sensazione nelle dita al cervello come un cavo elettrico. Con un taglio ai nervi, i pazienti perdono sensibilità e non riescono a capire se ciò che tengono è caldo, freddo, duro, morbido o tagliente. L'incapacità di questi pazienti di rendersi conto della temperatura provoca gravi ustioni.

I nervi vengono riparati al microscopio

Le lesioni ai tendini e ai nervi vengono trattate con chirurgia a cielo aperto. In questo intervento chirurgico, i tendini vengono aperti e cuciti da un capo all'altro. La terapia fisica e la riabilitazione devono essere applicate per aprire l'adesione intorno al tendine dopo l'operazione. Nelle lesioni nervose, mentre i nervi vengono ingranditi e riparati al microscopio, è possibile ottenere un'efficienza di circa il 70-80% da questa operazione.