I calcoli biliari possono essere causa di improvviso dolore addominale

Le malattie della colecisti sono tra le malattie importanti della chirurgia generale. Soprattutto i calcoli biliari dovrebbero essere presi in considerazione. Poiché i dolori avvertiti nella parte superiore destra dell'addome possono essere forieri di calcoli biliari, è necessario consultare uno specialista senza perdere tempo. Perché i calcoli biliari possono essere forieri di gravi malattie.

Calcoli biliari; È più comune nelle donne di mezza età, dalla pelle bianca e obese che hanno partorito più spesso. In generale, si osservano pietre o fango nella cistifellea di 1/3 di età superiore ai 60 anni. Gli specialisti del dipartimento di chirurgia generale del Memorial Diyarbakır Hospital, che hanno affermato che l'incidenza dei calcoli aumenterà nei pazienti con anemia emolitica, cirrosi epatica, diabete e varietà congenite nelle vie biliari, hanno fornito informazioni sui calcoli biliari, sulla loro formazione e sul trattamento.

Se il dolore addominale è accompagnato da vomito

I sintomi della malattia si osservano nel 30-40% dei pazienti con calcoli nella cistifellea. In questi pazienti si osserva lo sforzo più comune della cistifellea per espellere i calcoli biliari (colica biliare). Come risultato del blocco del canale cistico con pietre, si osservano dolori che iniziano improvvisamente e aumentano gradualmente di intensità dopo 3-6 ore. Dopo l'attacco, il dolore continua nella regione epigastrica (cavità dello stomaco) e nella parte superiore destra dell'addome; questo è accompagnato da una sensazione di nausea e vomito. L'ostruzione può portare all'infiammazione della parete della colecisti (colecistite acuta).

I calcoli biliari possono causare il cancro della cistifellea

Sebbene l'incidenza dei calcoli biliari vari da società a società, abitudini alimentari e predisposizione genetica, è una malattia comune. La sua frequenza aumenta soprattutto nelle donne in età avanzata. Anche i calcoli biliari e il cancro della cistifellea sono parzialmente correlati. Il cancro della cistifellea può essere visto in una media del 5% dei pazienti con calcoli biliari.

Può causare cirrosi

I calcoli biliari cadono nel dotto biliare principale e si ostruiscono, e questa ostruzione porta a complicazioni più gravi come ittero, attacchi di colangite (infiammazione cronica o acuta dei dotti biliari extraepatici o delle loro estensioni nel fegato) e pancreatite (pancreatite). Se c'è un'ostruzione frequente o blocchi prolungati o infiammazioni nei dotti biliari, può trasformarsi in cirrosi, una malattia del fegato. Pertanto, nel corpo si possono vedere segni di insufficienza epatica, gonfiore, gonfiore addominale, sanguinamento (sanguinamento varicoso nell'esofago).

Con la chirurgia laparoscopica, il paziente può essere dimesso un giorno dopo.

Sebbene ci siano opinioni diverse nel trattamento dei calcoli biliari che progrediscono senza causare sintomi, la rimozione chirurgica della colecisti (cercholecistectomia) è raccomandata nei pazienti con diabete che non possono avere un regolare follow-up medico. Oggi, il trattamento dei calcoli biliari viene eseguito facilmente con metodo laparoscopico (osservando l'interno dell'addome utilizzando un dispositivo ottico). La chirurgia laparoscopica della cistifellea viene eseguita anche in caso di colecistite acuta con 3 o 4 porte entrate dalla zona addominale, e il paziente viene solitamente dimesso un giorno dopo. Inoltre, la chirurgia della cistifellea può essere eseguita senza cicatrici con il metodo sils (colecistectomia laparoscopica a incisione singola) con una singola porta inserita dall'ombelico.

Presta attenzione alla nutrizione dopo l'intervento chirurgico

Nel periodo postoperatorio, il paziente dovrebbe prestare attenzione alla sua dieta. Soprattutto dovrebbe evitare cibi grassi. Il consumo di pesce è appropriato tranne che per il pesce molto grasso, e si consiglia di friggerlo in olio d'oliva. È utile ridurre o limitare i cibi fritti grassi che sono difficili da digerire. Quando si cucina, è più appropriato preferire gli oli in quanto passano agli alimenti in meno rispetto ai grassi animali. Si dovrebbero mangiare frutta e verdura fresca. Se il paziente ha stitichezza, dovrebbe preferire cibi a base di polpa. Il paziente dovrebbe anche consumare molti liquidi.