La fobia scolastica di un bambino potrebbe essere una madre!

Poco prima dell'apertura delle scuole, i problemi affrontati dai loro figli nel loro adattamento alla scuola sono di nuovo all'ordine del giorno. Alcuni bambini hanno paura della scuola, per altri questa paura si trasforma in una fobia. I sintomi di questi due problemi, che sono completamente diversi tra loro, ei fattori che causano questo comportamento possono variare anche a seconda dei bambini. Le famiglie devono fare buon uso di questa distinzione per prendere le precauzioni necessarie per possibili problemi. Psk clinico del dipartimento di psicologia del Memorial Dicle Hospital. Özlem Soysal ha fornito informazioni sulla distinzione tra fobia scolastica e fobia scolastica, che può svilupparsi nei bambini che stanno appena iniziando la scuola.

La paura della scuola può trasformarsi in fobia scolastica

La fobia della scuola è quando un bambino è riluttante a frequentare la scuola o si rifiuta di andare a scuola del tutto. C'è una grave ansia che dovrebbe essere compresa quando si tratta di fobia scolastica e il bambino non vuole andare a scuola. La paura della scuola può essere considerata una reazione normale e l'emozione vissuta dal bambino non può essere considerata una fobia. Tuttavia, se lo stato di paura dura per più di una settimana, aumenta gradualmente il raffreddamento del bambino dalla scuola e se non si ottengono risultati nonostante tutto il sostegno dato a casa, si può menzionare la fobia della scuola.

Sintomi che possono essere fobia ...

Tra le caratteristiche tipiche della fobia scolastica; angoscia, pianto, irritabilità, insonnia, aggressività, mal di testa, nausea e anoressia. Le reazioni aumentano ancora di più con l'avvicinarsi dell'orario scolastico. Questi reclami si verificano più spesso quando vengono aperte le scuole.

Perché una madre iperprotettiva?

L'atteggiamento iperprotettivo della madre può essere dimostrato come una causa importante della fobia scolastica. La madre occupa il posto più importante nell'unione dei genitori che protegge, veglia, nutre e sorveglia il bambino a casa. La realizzazione da parte della madre di ogni desiderio del bambino, facendo ciò che può fare da sola, isolando il bambino dalla realtà dell'ambiente esterno con lo stesso atteggiamento fuori dallo spazio domestico, e instillandolo nel bambino valutando tutto ciò che vede sul strada (persona straniera, gatto, cane, vivo, senza vita, ecc.) come fonte di pericolo può innescare questo tipo di fobia nel bambino. I bambini con fobia scolastica vengono allevati dalle madri con estrema cura nelle prime fasi della loro vita. Tali madri soddisfano costantemente i loro figli, si sforzano di conquistare il loro affetto, soddisfare tutti i loro desideri e proteggerli dalla costante delusione. Alcune madri, d'altra parte, si sentono molto sole quando i loro figli non sono davanti ai loro occhi e hanno bisogno di essere vicini ai loro figli psicologicamente e fisiologicamente. Si astengono dal mandare i bambini all'asilo e persino a casa dei loro amici per giocare.

La sensazione di essere portati fuori di casa può anche creare una fobia

I bambini con fobia scolastica possono essere spaventati dall'essere buttati fuori dall'asilo. Andare a scuola può portare a pensieri nel bambino, come essere espulso da casa o non riuscire a trovare la madre a casa quando torna a casa. Questa paura; I litigi dei genitori a cui il bambino ha assistito possono anche verificarsi a seguito di comportamenti e parole come "i tuoi genitori si sono ammalati a causa tua", "ti butterò fuori per strada", "ti darò agli altri", il che dovrebbe sicuramente non gli verrà detto. La fobia scolastica può svilupparsi come risultato di una reazione alla gelosia dei fratelli. Il pensiero che sia stato mandato a scuola da casa a causa di suo fratello, che suo fratello abbia comprato cibo e giocattoli che gli piacevano in sua assenza e che fosse amato più di lui, può influenzare negativamente la visione del bambino della scuola.

Se il bambino ha una fobia scolastica ...

Arrabbiarsi e arrabbiarsi con un bambino con fobia scolastica può rendere il problema ancora più irrisolvibile. Portare il bambino a scuola con la forza non è sicuramente la soluzione. Trovare i fattori che causano il problema, senza biasimarlo, valorizzarlo, ascoltarlo, dovrebbe essere il primo passo verso una soluzione. Al bambino dovrebbe essere detto che questa paura può essere vista in molti bambini e che è possibile cambiare, e gli si dovrebbe dare fiducia. Gli atteggiamenti familiari negativi dovrebbero essere modificati e il comportamento dovrebbe essere visualizzato al suo posto. Nei primi giorni dovrebbe essere portato nel giardino della scuola, poi a scuola, poi in classe. In questo modo, questi passaggi aiuteranno il bambino a fare pace con la scuola.

Suggerimenti per famiglie di bambini con fobia scolastica:

  • Fare la spesa insieme per andare a scuola ecciterà il bambino. Infatti, prima di questo shopping, bisognerebbe chiacchierare brevemente e chiedergli di cosa potrebbe aver bisogno a scuola. In questo modo, puoi avere un'idea di come il bambino sogna la scuola.
  • Qualunque sia il genitore che il bambino è in grado di lasciare più facilmente nei primi giorni di scuola, dovrebbe andare a scuola con quella persona. Può essere problematico aspettare a scuola tranne i primi due giorni.
  • Il genitore che andrà a prendere il bambino a scuola deve essere a scuola appena in tempo. Questo comportamento creerà una grande fiducia nel bambino.
  • Quando il bambino viene portato a scuola, il momento dell'addio con la famiglia è fondamentale. Questo addio non dovrebbe essere mantenuto troppo a lungo e non dovrebbe lasciare la scuola di nascosto dal bambino.
  • Se i genitori parteciperanno a qualsiasi attività mentre il bambino è a scuola, il bambino non dovrebbe essere informato di questo problema o parlato con lui / lei. Perché potrebbe pensare che i suoi genitori si divertiranno mentre lui è a scuola e potrebbe percepire l'andare a scuola come una punizione.
  • E 'possibile per il bambino avere un inizio sano nella vita educativa e proseguire con successo il suo percorso con la collaborazione scuola-famiglia da instaurare. Per questo, dovrebbe essere stabilito un rapporto basato sulla fiducia reciproca con gli amministratori scolastici e gli insegnanti.