L'incubo dei pazienti allergici al freddo

L'inquinamento atmosferico causato dalle sostanze utilizzate per il riscaldamento nei mesi invernali e la stessa aria fredda scatenano malattie allergiche. A seguito del grave aumento dell'uso di legno, carbone e altri materiali combustibili, quelli con un corpo allergico e quelli con malattie allergiche sono i gruppi più colpiti da questa situazione.

Uz. Dal dipartimento delle malattie toraciche del Memorial Hospital. Dott. Füsun Soysal ha fornito informazioni sui pericoli che attendono i pazienti allergici in inverno e sulle modalità di protezione.

L'aria sporca innesca l'allergia!

Con l'arrivo dei mesi invernali e il raffreddamento del clima, sono iniziate giornate difficili per i pazienti allergici. Sebbene il freddo e l'inquinamento atmosferico siano un fattore negativo che colpisce tutti, le persone allergiche sono più sensibili a questi fattori. I bambini, gli anziani e quelli con una malattia cronica sottostante sono gruppi a rischio. Soprattutto nei pazienti con asma allergica; Fattori come allergeni, infezioni virali (raffreddore, influenza, faringite), aria fredda, aria inquinata, fumo di sigaretta, farmaci (aspirina, antidolorifici e farmaci contro i reumatismi), additivi alimentari, pitture, vernici, odori di profumo, lo stress possono causare attacchi di asma. Si innesca.

Nella stagione fredda; L'aumento dell'uso di legno, carbone e altri materiali combustibili provoca inquinamento atmosferico. Anche gli allergeni come i gas di scarico, il fumo di automobili e di fabbrica influiscono negativamente su chi soffre di allergie.

I reclami nelle persone allergiche aumentano!

Quando le persone allergiche respirano aria inquinata, la sensibilità già esistente aumenta ulteriormente e di conseguenza; Compaiono focolai di asma, manifestati da tosse, mancanza di respiro e respiro sibilante. A causa della maggiore sensibilità nel tratto respiratorio, è più facile per i microbi stabilirsi nel tratto respiratorio. Pertanto, infezioni come sinusite, bronchite e polmonite si verificano più frequentemente. Negli individui allergici, polmoni e bronchi non sono gli unici organi colpiti dall'inquinamento atmosferico. Anche gli occhi e il naso sono influenzati negativamente. Nei luoghi in cui l'inquinamento atmosferico è intenso, aumentano anche la rinite allergica (raffreddore da fieno) e le malattie allergiche agli occhi.

Il freddo è anche un fattore scatenante per i corpi allergici!

Le particelle chimiche che compongono l'inquinamento stimolano le cellule degli occhi e del naso, rivelando l'allergia. Di conseguenza, le persone sperimentano secrezione, congestione nasale, starnuti, lacrimazione, arrossamento e prurito. Il motivo per cui i pazienti asmatici allergici si sentono male se esposti all'aria fredda è perché il loro tratto respiratorio è estremamente sensibile al freddo. Questo non significa necessariamente che sei allergico al freddo. Respirare aria fredda fa seccare e quindi restringere le vie aeree. Inoltre, diventa molto difficile respirare attraverso il naso quando fa molto freddo. Se le persone con asma respirano attraverso la bocca, l'aria aspirata fa sì che le loro vie respiratorie si restringano maggiormente. Ciò è dovuto al fatto che l'aria non viene riscaldata a sufficienza quando raggiunge le vie respiratorie. Il naso gioca un ruolo importante nella protezione delle vie respiratorie. Sebbene l'aria presa dal naso passi inumidendo, riscaldando e trattenendo la polvere, l'aria presa per via orale raggiunge direttamente le vie respiratorie e aumenta la sensibilità dei bronchi. Pertanto, vengono attivati ​​i sintomi allergici.

A cosa dovrebbero prestare attenzione i pazienti allergici durante la stagione fredda?

Persone allergiche;

  • Evita gli ambienti con inquinamento atmosferico
  • Non dovrebbe rimanere in luoghi chiusi con luoghi affollati per lunghi periodi
  • Devono proteggersi dal fumo di sigaretta
  • Quando escono, devono proteggere in particolare i loro organi come bocca, naso e occhi, l'aria fredda non deve essere presa direttamente dalla bocca e dal naso.
  • Sciarpe, berretti e maglioni di lana in inverno.
  • Quando compaiono sintomi di allergia, potrebbe essere necessario utilizzare spray, gocce e antibiotici a base di cortisone ad azione locale con il controllo e la raccomandazione del medico.