Quali sono i fattori di rischio di cancro al seno?

Tutte le persone, in particolare le donne, sono a rischio di sviluppare il cancro al seno. Tuttavia, alcune donne hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno rispetto ad altre. Questi rischi sono:

  • Avere il cancro in una mammella precedente;
  • Una lesione che può essere considerata un precursore del cancro è stata riscontrata in precedenza nella mammella;
  • Trasportare geni geneticamente predisposti allo sviluppo del cancro al seno;
  • Avere il cancro al seno in famiglia o parenti;
  • Uso a lungo termine di pillole anticoncezionali;
  • Dosi a lungo termine e alte di terapia sostitutiva con estrogeni nel periodo postmenopausale;
  • Irradiazione dell'area toracica per un altro motivo durante l'infanzia o l'adolescenza.
  • Il primo periodo di inizio mestruale e la tarda età di cessazione.
  • Nessuna nascita o primo parto dopo i 30 anni
  • Età avanzata; (Il cancro al seno è più comune tra i 50 ei 65 anni.)
  • L'abitudine di mangiare cibi eccessivamente grassi;
  • Seni densi rilevati negli screening mammografici.
  • Avere una storia di cancro alle ovaie o all'utero;
  • Costante esposizione a campi elettromagnetici e radiazioni;

Quali sono i sintomi del cancro al seno?

  • Gonfiore al seno. La presenza di una massa che di solito è indolore, compatta, può essere spostata o spostata e può crescere nel tempo;
  • Cambiamenti nella dimensione o nella forma complessiva del seno;
  • Formazioni come arrossamento, lividi, ferite, ingrossamento vascolare, depressione interna, piccolo gonfiore comune, aspetto a buccia d'arancia sulla pelle del seno;
  • Cambiamenti come cambiamento di colore e forma all'interno e intorno al capezzolo, allargamento del capezzolo, appiattimento, collasso, deviazione, formazione di croste, crepe, ferite;
  • Scarico sanguinante o normale dal capezzolo;
  • Gonfiore doloroso o indolore sotto le ascelle che può essere visto o notato a mano;
  • Sensazione di dolore al seno;

Autoesame del seno

Nella diagnosi precoce del cancro al seno, è molto importante che le donne si esaminino regolarmente. Ogni donna di età superiore ai 20 anni dovrebbe fare l'autoesame una volta al mese.

Come dovrebbe essere eseguito l'autoesame del seno?

  • Effettuare l'esame in un ambiente con luce sufficiente davanti allo specchio. Metti le mani sulla vita e presta attenzione alle differenze di forma, taglia, colore e struttura di entrambi i seni con gli occhi. Ripeti la stessa osservazione alzando le mani dietro la testa e premendo. Pertanto, i muscoli del torace si contrarranno e i cambiamenti nella struttura del seno saranno meglio rivelati.
  • Sempre stando in piedi davanti allo specchio, muovi il seno destro con la mano sinistra e il seno sinistro con la mano destra in modo da fare dei piccoli cerchi sul seno e senza premere troppo, toccando le superfici interne delle dita.
  • Prendi entrambi i capezzoli tra le dita ed esaminali attentamente e senza stringerli troppo.
  • Dopo l'allattamento, esamina entrambe le ascelle con la mano opposta.
  • Se vuoi, puoi fare l'esame manuale sulla pelle bagnata e insaponata sotto la doccia.
  • Puoi eseguire lo stesso esame sdraiato sulla schiena, posizionando un cuscino o un asciugamano piegato sotto il seno sul lato che esaminerai. Se al termine dell'esame si verifica una situazione sospetta, rivolgersi al chirurgo senologo senza farsi prendere dal panico.

Si può ridurre il rischio di sviluppare il cancro al seno?

Oggi non esiste ancora un metodo che prevenga lo sviluppo del cancro al seno. Tuttavia, con una diagnosi precoce, è possibile sbarazzarsi del cancro e vivere senza la malattia. Le cose da fare per la diagnosi precoce sono:

  • Esamina tu stesso il seno ogni mese.
  • Identifica i tuoi fattori di rischio. Se hai un fattore di rischio, impara come seguire e in quale periodo.
  • Fatti visitare dal chirurgo del seno una volta all'anno.
  • Sottoponiti a mammografie regolari una volta ogni 2 anni dopo i 40 anni e ogni anno dopo i 50 anni.
  • Cerca di mantenere il tuo peso ideale il più possibile. Concentrati su cibi fibrosi, frutta e verdura in abbondanza.
  • Fare esercizio regolarmente.
  • Non fumare, evitare l'eccessivo consumo di alcol.

Mammografia

La mammografia è una radiografia del seno eseguita a basse dosi per rilevare piccole anomalie che non possono essere rilevate durante l'esame del seno. La possibilità di sbarazzarsi del cancro al seno è del 95% con la mammografia, che è efficace nel rivelare masse troppo piccole per essere rilevate durante l'esame manuale. La qualità della mammografia presa nella diagnosi di cancro al seno e l'accuratezza dell'interpretazione sono di grande importanza.

Programmi di mammografia per stato di rischio ed età

I programmi di mammografia consigliati per la diagnosi precoce del cancro al seno sono i seguenti:

  • Le donne che non presentano fattori di rischio sono tenute a sottoporsi a mammografia a intervalli periodici visitando il chirurgo della mammella, ogni 2 anni sopra i 40 anni e una volta all'anno sopra i 50 anni.
  • Le donne a basso rischio come la presenza di cancro in un parente lontano o le prime mestruazioni e la menopausa tardiva dovrebbero sottoporsi a una mammografia oltre i 40 anni una volta all'anno.
  • Le donne che sono a rischio di cancro nei loro parenti di primo grado come madre, fratello e figlia dovrebbero sottoporsi a mammografia regolare di età superiore ai 35 anni.
  • Le donne che hanno un rischio molto grave, come la presenza di cancro bilaterale in più di un parente di primo grado, dovrebbero sottoporsi a mammografia regolare di età superiore ai 25 anni.
  • Le donne che hanno una lesione da precursore del cancro in un seno dovrebbero sottoporsi a mammografia regolare ogni 6 mesi.

Tecniche moderne di chirurgia del seno

La chirurgia conservativa del seno è diventata lo standard nei casi diagnosticati precocemente. Uno dei punti più importanti nella chirurgia conservativa del seno è se c'è un tumore nel seno rimanente. Nel risolvere questo problema, i risultati più accurati si ottengono solo con il lavoro di squadra. Patologo esperto, radiologo esperto e chirurgo esperto lavorano insieme per decidere l'assenza di tumore (Border Negation) del tessuto rimanente al momento dell'intervento. Una delle ultime innovazioni consiste nel determinare il linfonodo sentinella nella chirurgia del cancro al seno. Con questo metodo, una speciale tintura viene applicata nel seno durante l'intervento chirurgico e le prime ghiandole che ricevono il flusso linfatico dal seno vengono trovate sotto l'ascella e rimosse. Se le cellule tumorali non vengono rimosse dopo che le ghiandole rimosse sono state esaminate con metodi speciali al momento dell'intervento, il paziente viene salvato da un intervento chirurgico di pulizia dei linfonodi non necessario eseguito sotto l'ascella. Un'altra innovazione in questo campo è l'uso delle moderne Tecniche di Medicina Nucleare nella determinazione del linfonodo sentinella sotto l'ascella. Il linfonodo sentinella viene determinato in tempi molto più brevi rilevando i materiali radioisotopi somministrati prima dell'intervento e raccolti nelle ghiandole ascelle con apposite sonde gamma. Questa tecnica speciale viene eseguita con uno specialista esperto in medicina nucleare, un patologo esperto, un radiologo esperto e un team chirurgico esperto. Una procedura moderna nella chirurgia del seno è il sistema per biopsia ad ago spesso. Sebbene vengano prelevati campioni sufficienti da questa massa da pazienti con una massa nel seno, si prevede che il tumore non si diffonda con questa biopsia. A tale scopo, per un po 'è stata eseguita una biopsia con ago sottile. Tuttavia, la quantità di tessuto prelevato nella biopsia con ago sottile non è sempre sufficiente per diagnosticare il cancro e determinarne il tipo. La biopsia con ago spesso, che è una moderna procedura di biopsia, viene applicata meticolosamente insieme a un ago sottile, accompagnata da un radiologo e patologo esperto.

Metodo di marcatura tramite filo:

È una procedura difficile rimuovere con precisione lesioni sospette sotto forma di piccole masse o calcificazioni rilevate nella fase iniziale senza danneggiare il normale tessuto mammario. In un metodo recentemente sviluppato e applicato con successo, un sottile filo metallico viene attaccato alla lesione nel seno con l'ecografia o la mammografia prima dell'intervento chirurgico e la posizione della lesione viene determinata con precisione. Con questo metodo, chiamato marcatura del filo, la lesione sospetta viene rimossa al momento dell'intervento in modo accurato e senza danneggiare il tessuto normale. Anche in questo caso, per questa procedura moderna, un radiologo esperto e un patologo esperto lavorano con il team chirurgico al momento dell'intervento. Nonostante tutte le procedure dettagliate, la permanenza della paziente in ospedale è mediamente di 1 giorno dopo l'intervento chirurgico al seno, grazie a un intervento meticoloso e senza problemi, e le pazienti possono tornare a casa il giorno dell'intervento o il giorno successivo.

Qual è il tuo rischio di cancro al seno? - Mini test

1- Qual è la tua età per vedere le tue prime mestruazioni?

A) dopo gli 11 anni di età

B) prima degli 11 anni

2- Qual è la tua età per entrare in menopausa?

A) prima dei 55 anni

B) Dopo i 55 anni

3- Qual è la tua prima età di nascita?

A) prima dei 30 anni

B) Dopo i 30 anni o se non hai mai partorito

4- C'è un uso a lungo termine delle pillole anticoncezionali?

A) Se lo usi da meno di 3 anni

B) Se lo usi da 3 anni o più

5- I tuoi parenti lontani hanno 1 o 2 tumori al seno? A) Nessuno

C) Avere

6- Hai il cancro al seno in 1 parente stretto (madre, sorella, bambino) o più di 2 parenti lontani?

A) Nessuno

D) Avere

7- Hai il cancro al seno o alle ovaie in più di un parente stretto?

A) Nessuno

E) Sì

8- I tuoi parenti stretti hanno un cancro al seno bilaterale o un cancro al seno che si sviluppa in giovane età (sotto i 40 anni)?

A) Nessuno

E) Sì

Punteggio: A: 0 punti, B: 1 punto, C: 5 punti, D: 10 punti, E: 20 punti

Valutazione:

0 punti: Non hai un fattore di rischio. La tua percentuale di cancro al seno nel corso della tua vita è di circa il 10%. Entra nel programma di screening standard.

1-4 punti: Sei nel gruppo a rischio lieve. Il rischio per la vita di sviluppare un cancro al seno è compreso tra il 10 e il 15%. Entra nel programma di screening standard.

5-9 punti: Sei nel gruppo a rischio moderato. Il tuo tasso di sviluppo del cancro al seno nel corso della vita è compreso tra il 10 e il 20%. Entra nel programma di screening standard.

10-19 punti: Sei in un gruppo ad alto rischio. La tua percentuale di cancro al seno nel corso della tua vita è superiore al 20%. Hai bisogno di uno speciale programma di screening e monitoraggio.

20-59 punti: Ti trovi in ​​un gruppo ad alto rischio. Il tuo tasso di sviluppo del cancro al seno nel corso della vita è compreso tra il 20 e l'85%. Hai bisogno di uno speciale programma di screening e monitoraggio.